Categorie

Fioly Bocca

Editore: Giunti Editore
Collana: A
Anno edizione: 2015
Pagine: 160 p. , Rilegato
  • EAN: 9788809802407
Usato su Libraccio.it € 6,48

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    marina

    27/05/2016 09.31.39

    Un libro che scalda il cuore, un libro dove le emozioni escono dalle parole e le riconosci tue perchè le hai vissute, un libro delicato e sensibile, un libro dove fantasia e realtà si prendono per mano, un libro da leggere.

  • User Icon

    teresa

    03/01/2016 08.25.14

    E' un romanzo d'esordio: mi ha colpita il titolo e l'ho acquistato E' una storia breve, una storia d'amore, una fiaba ben scritta. E' un romanzo femminile, che fa riflettere sul "grande amore" e sull'accontentarsi. E' un romanzo in cui si dà importanza "agli incontri" ed al significato dei nomi. E' un romanzo di una figlia e di una mamma. E' ROMANTICO.

  • User Icon

    PollyBooks

    09/09/2015 18.59.55

    Immensamente triste, a tratti un pochino surreale ("coincidenze" troppo spinte), ma sicuramente un libro che lascia il segno. commovente, puro, scritto in modo impeccabile. Anche a me non ha convinto all'inizio, ma poi mi sono completamente ricreduta. Lascia dietro di sé un senso di spaesamento che fa venire voglia di conoscere meglio se stessi. promosso!

  • User Icon

    roberta

    04/08/2015 11.56.23

    all'inizio pensavo che fosse un'altra delusione, poi invece ha iniziato ad appassionarmi (merito soprattutto di Arun, splendido personaggio) alla fine mi ha lasciata proprio contenta d'averlo comprato. E' un libro da leggere e poi rileggere ogni volta che si ha bisogno di vedere più chiaro in noi stessi

  • User Icon

    ale

    24/07/2015 16.43.58

    Libro da leggere e da rileggere, perche scritto bene, perche fa riflettere'e perche ci sono tante di quelle frasi, dove ho detto "bella questa"...non si può, non leggerlo!!!

  • User Icon

    Monica S.

    03/06/2015 19.35.20

    Anita, da quando ha scoperto il cancro della madre, fa avanti e indietro fra Torino, dove lavora, e le Dolomiti, dove vivono i genitori, per andarla a trovare più spesso che può. Anita condivide l'appartamento con Alice, sua migliore amica, e la vita con Tancredi, con cui sta da quando erano poco più che ragazzini, ma ormai è una storia consunta, senza più slancio, abitudinaria, al capolinea. Anche al lavoro non va meglio, infatti l'impiego alla casa editrice dove corregge bozze, non le da alcuna soddisfazione: doveva essere, in origine, un lavoro temporaneo, e invece si ritrova ancora lì, otto ore al giorno, inchiodata a quella scrivania. Un incontro fortuito sul treno con uno scrittore di fiabe per bambini, lascerà un piccolo seme nella mente di Anita, e quando gli viene comunicato che alla madre resta ancora poco, decide di scriverle delle e-mail, tutti i giorni, che sa il padre le leggerà dal telefono, con gli occhiali inforcati. E-mail in cui le racconta bugie, per non far soffrire chi la ama: le racconta del matrimonio che stanno organizzando lei e Tancredi, del lavoro che la tiene impegnata piacevolmente ogni giorno. Ma Anita vuole ancora vivere i pochi giorni con la madre, così corre a casa, per poter assaporare quegli ultimi istanti. E si rivede bambina, in quella stessa casa. Ma chi è lo scrittore di fiabe per bambini? E perchè c'è qualcosa, quel seme che sta germogliando in lei, che la riporta sempre a pensare a lui, quando la ragione le dice che non deve? Un romanzo toccante, introspettivo, commovente, da leggere tutto d'un fiato.

  • User Icon

    cla86

    01/06/2015 23.15.04

    La protagonista si trova in una situazione terribile e proprio mentre sta vivendo questo momento difficilissimo, incontra l 'uomo che forse potrà "salvarla", aiutandola ad andare avanti con la propria vita. Ho apprezzato tantissimo i personaggi, ben delineati ed intensi. Nel romanzo si alternano momenti pieni di ansia, tristi e con un senso di disperazione, ad altri pervasi da speranza e voglia di vivere. Mi ha commosso moltissimo, l'ho letto tutto d'un fiato e raramente ho smesso di piangere. Mi ha colpito, è appassionante ed emozionante. Nonostante la tristezza lascia con un senso di positività.

  • User Icon

    Letizia

    10/05/2015 20.48.42

    "A volte incontrarsi è riconoscersi". Un incontro con uno sconosciuto può farti capire tutto è può stravolgere la vita in bene.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione