Editore: Il Mulino
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 4 ottobre 2007
Pagine: 190 p., Brossura
  • EAN: 9788815120212
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Si può comunicare con il pensiero? È possibile muovere gli oggetti solo con un atto di volontà, senza toccarli? Qualcuno riesce davvero a prevedere il futuro? È per rispondere a domande come queste che 125 anni fa è stata organizzata un'attività di ricerca che ha assunto, nel tempo, la denominazione di "parapsicologia" e che si è sviluppata, da un lato, con l'analisi delle esperienze che si impongono spontaneamente nel corso della vita; dall'altro, con lo studio di effetti "anomali" indotti sperimentalmente in laboratorio. Dopo aver ripercorso le linee essenziali della storia di questa disciplina, il volume si incentra in particolare sulle indagini sperimentali in parapsicologia, valutando il "peso" delle evidenze a partire dai risultati di studi e ricerche disponibili sulle riviste scientifiche. Sulla base di quel che si può ormai considerare accertato, vengono infine tratteggiate le spiegazioni e teorie più suggestive oggi discusse in ambito scientifico.

€ 9,78

€ 11,50

Risparmi € 1,72 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Un lettore

    08/09/2008 14:53:53

    Il libro puo' essere forse di qualche interesse per chi è interessato ai risvolti metodologici o epistemologici delle ricerche sulla parapsicologia, ma è deludente per chi, come me, cercava un' esposizione generale della questione: cos'è la parapsicologia? come è sorta? quali fenomeni vengono definiti "parapsicologici"? come vengono percepiti questi fenomeni nella nostra civiltà? a queste domande il libro non risponde: si inizia con un capitolo di introduzione storica con vistosissime lacune (manca Jung, come pure tutta la ricerca di area tedesca, forse a causa delle limitate competenze linguistiche degli Autori) e si prosegue con la descrizione dell'attività di ricerca di vari laboratori specializzati, soprattutto americani: e l'impressione è di trovarsi appunto di fronte a cio' che una volta si chiamavano "americanate": concetti fumosi, noiosissimi tentativi statistici, pagine irte di schemi e diagrammi; il tutto per studiare "scientificamente" la telepatia o la chiaroveggenza: alla fine gli autori concludono, con un rigurgito di buonsenso dopo tanta "scienza", che i fenomeni paranormali sono indimostrabili, veri o falsi a seconda dei punti di vista. Il lettore comune rimane sconcertato, rimane l'impressione che i "parapsicologi", posti di fronte all'affermazione che gli asini volano, probabilmente proverebbero a buttarne qualche decina dal decimo piamo per verificare "scientificamente" l'ipotesi...

Scrivi una recensione