Categorie

Tiffany Baker

Traduttore: A. Monti
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2012
Pagine: 404 p. , Rilegato
  • EAN: 9788811684107

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Tiziana

    14/02/2013 14.24.21

    Caspita, che lagna! Un libro minuzioso e pedante, prolisso, interminabile. Se non fosse per l'originale ambientazione nelle saline, sarebbe una storia insulsa e stucchevole, come ne sono state scritte a migliaia. Proprio non ne vale la penna, con quel che costa!

  • User Icon

    manuela

    06/11/2012 10.39.49

    Io sono d'accordo con Domenico, sono riuscita ad arrivare fino al quarto capitolo poi ho smesso. La storia sarebbe anche interessante e misteriosa ma mi sembra piatta e un pò monotona.

  • User Icon

    camilla

    20/09/2012 14.05.32

    Bellissima storia scritta con cuore e sentimento, leggendo le pagine di questo libro mi sono sentita totalmente trasportata verso paesaggi profumi e colori narrati, quasi sentendo il sapore del sale sulle labbra e sulla pelle. Non sono riuscita a chiuderlo prima di aver letto l'ultima parola. Unico neo del libro i troppi refusi che spesso disturbano la lettura obbligando a rileggere le frasi.

  • User Icon

    Stefania

    30/08/2012 11.23.59

    È un romanzo che ho assaporato a poco a poco e, permettetemi la similitudine, leggerlo è stato proprio come assaporare un granello di sale. Il sale ti si scioglie in bocca e sprigiona il suo sapore aggressivo a poco a poco, antico ma anche nuovo. All'inizio è un po' come sentire sul palato solamente la sua consistenza, dura e grezza, poi si è invasi da un'esplosione di sapore. È stato un po' così anche con la lettura di questo romanzo. Le prime pagine ti aiutano ad inquadrare i personaggi e il luogo dove si svolge la narrazione. Proseguendo si assapora il gusto di qualcosa di antico, di una storia passata, e nel proseguo si arriva a scoprire che il sapore di quella storia persiste ancora nel presente. Ammalia, anche se all'inizio ho fatto fatica ad ingranare la lettura perché l'autrice è molto precisa e si dilunga un poco nella sue descrizioni, ma come avviene spesso con il sale, più leggevo e più ne volevo: mi piaceva quel gusto, mi catturava la narrazione, ed ero avida delle parole dell'autrice. È un romanzo che consiglio e che ho molto apprezzato, nonostante il suo ritmo calmo dal sapore antico. È un romanzo che va assaporato con calma, magari nelle fredde sere invernali; assolutamente non è uno di quei romanzi che io porterei sotto l'ombrellone. Una bella lettura.

  • User Icon

    Domenico

    26/06/2012 11.12.42

    I critici di professione ne parlano benissimo, io ho da poco superato le 100 pagine e lo trovo di una noia mortale. Andrò avanti ancora un pò, ma non credo che questo servirà a cambiare opinione. Non gli attribuisco il voto più basso, solo perchè potrebbe ancora dire 'qualcosa' di meglio. Sconsigliato.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione