Categorie

Jane Austen

Traduttore: L. Pozzi
Editore: Rusconi Libri
Anno edizione: 2012
Pagine: 256 p. , Brossura
  • EAN: 9788818028034
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Serena

    26/08/2013 17.42.13

    In poche parole: un parto. All'inizio ero davvero fiduciosa, era il mio primo romanzo della Austen e ho sentito solo commenti positivi sui suoi libri. Sarà che io ho gusti difficili e mi trovo sempre contrastante coi gusti degli altri, ma ci ho messo tutta la mia buona volontà per questo libro! eppure mi fa venire la nausea anche solo a pensarci, proprio non so come ho fatto a finirlo. Tutto il libro ho aspettato un colpo di scena tra questa Anne e questo Wentworth, per scoprire che si parlano davvero soltanto 3 pagine prima della fine, tutto in un colpo! E' stato davvero deludente. Il libro nel complesso l'ho trovato noioso, lentissimo, pieno di inutili fronzoli e mille nomi buttati a caso con le loro noiosissime storie (uniche descrizioni presenti nel libro, dato che una degna descrizione di Anne o del capitano Wentworth non la trovi neanche per sbaglio!). All'inizio ero decisa a riprovare con qualche altro libro della Austen, ma ora sono totalmente scoraggiata. I suoi libri mi sanno tanto da Harmony ottocenteschi, libricini leggeri e frivoli, inconsistenti. Forse fra un po' di anni ci riproverò, ma per ora non ho intenzione di sprecare altri soldi con un altro libro di questo genere!

  • User Icon

    Anna Lucia

    22/03/2013 10.55.37

    Questo è uno dei suoi libri migliori. Ricco di delicatezza e sentimenti. Adesso c'è il boom della Austen e molte autrici vengono paragonate a lei. Cosa sbagliata secondo me. Però mi domando perchè solo adesso vengono rieditati i suoi libri. Quando io anni fa cercavo "Persuasione" era praticamente introvabile e ne sono andata alla ricerca per trovarlo, e finalmente ci ero riuscita, scovandolo in una bancarella di libri usati....

  • User Icon

    Laura

    01/04/2009 19.37.28

    ADORO questo romanzo. Non posso esimermi dal commentare uno dei migliori romanzi scritti dalla mia autrice preferita, che oltre ai tanti pregi possiede anche quello di farci immedesimare nei suoi personaggi o riconoscerci persone a noi familiari. Posso solo dire che questo libro è al primo posto assoluto insieme ad Orgoglio e Pregiudizio nella mia personale classifica dei libri letti. È bellissimo, ahimè poco conosciuto ma sicuramente il più romantico tra tutti quelli scritti da Jane Austen. L’eroina è dolce, timida, disponibile con tutti (a volte anche troppo), è sincera nei suoi pensieri e nelle reazioni con le persone e con le situazioni intorno a lei. Viene narrato dal punto di vista della protagonista e questo aiuta ad immedesimarsi in lei. Sentiamo quello che lei sente, vediamo quello che lei vede e andiamo dove va lei. Se lei guarda di sottecchi il Capitano Wentworth (uno dei migliori personaggi maschili che siano mai comparsi a mio parere) noi guardiamo con lei, soffriamo con lei nell’essere trattata con insufficienza da lui (e non solo), e nel vederlo flirtare con un’altra. Il libro non è solo romantico ma anche ironico non nei dialoghi ma soprattutto nelle descrizioni dei personaggi, essi sono vanitosi (come la famiglia di Anne), stupidi, manipolatori e altri memorabili (come Mary). Il libro è scritto delicatamente e poi contiene la più bella lettera d’amore che sia mai stata scritta e che forse, anzi senza forse, molte di noi vorrebbero ricevere.

  • User Icon

    vale

    03/09/2008 20.14.05

    Ma che bello!!! Assolutamente degno di "Orgoglio e pregiudizio" e "Ragione e sentimento". Secondo me, nettamente superiore a "Emma" e "Northanger Abbey" (devo ancora leggere Mansfield Park). Anne è un personaggio con una forza da cui si può solo imparare; sa staccarsi dalla sua famiglia e vivere secondo la sua testa ed il suo cuore; sa rifiutare le convenzioni sociali che non condivide senza mai eccedere o dare scandalo; è coerente e spiritosa, piena di risorse dentro di sè, intelligente ed arguta; qualità tanto più apprezzabili se si pensa alla sostanziale solitudine in cui vive e cresce. Tutti i personaggi sono secondo me moderni ed attualissimi, basterebbe forse cambiarli d'abito e potremmo ritrovarceli accanto adesso, fra gli amici, al lavoro... La Austen alla fine ci fa amare anche i personaggi meno gradevoli: li descrive così bene e così profondamente che alla fine li comprendiamo, ed anche per loro proviamo almeno un po' di simpatia. Infine, un pregio non da poco di questo libro è che mi ha anche strappato delle belle risate!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione