Stripe PDP
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Il piacere
8,50 €
;
LIBRO
Venditore: Librisline
8,50 €
disp. immediata disp. immediata (Solo 2 copie)
+ 2,90 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Librisline
8,50 € + 2,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Universo Libri
9,50 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Librisline
8,50 € + 2,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Universo Libri
9,50 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Chiudi
Il piacere - Gabriele D'Annunzio - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

Il poeta-pittore Andrea Sperelli, protagonista del romanzo, è il primo alter ego di D'Annunzio, e il più significativo: incarna una raffinata sensibilità, carica di civiltà e di corruzione, scettica e cinica, che agisce secondo l'istanza estetica di vivere per il piacere e paga un duro scotto per la sua resa incondizionata ai sensi. Libro apparentemente senza azione, dove tutto sembra accadere nella mente del protagonista, modernamente sospesa tra aspettazione e memoria, "Il piacere" ha una svolta narrativa cruciale nel lapsus mentale e linguistico del protagonista che, mentre abbraccia la donna virtuosa e dolente che ha sedotto, pensa alla perduta e appassionata amante finendo per pronunciare il nome sbagliato.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

10
2007
Tascabile
LXIII-455 p., Brossura
9788811365662

Valutazioni e recensioni

3,91/5
Recensioni: 4/5
(32)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(19)
4
(4)
3
(1)
2
(3)
1
(5)
Saverio
Recensioni: 5/5

IRRINUNCIABILE! La poesia e l'eleganza di D'Annunzio mi hanno rapito.

Leggi di più Leggi di meno
emmeesse
Recensioni: 5/5

SUBLIME. Altro non si può dire, ché per lodare una prosa così eccezionale non ci sono parole. Occorrerebbe, semmai, un altro D'annunzio.

Leggi di più Leggi di meno
Alessandro
Recensioni: 5/5

Trama relativamente trascurabile. Di immenso qui c'è il linguaggio - come in tutte le opere di d'Annunzio. Qui, descrizioni riuscitissime, come quando Elena sale la scalinata o, su tutte, Roma innevata la notte che Andrea ha l'appuntamento con Maria Ferres. Superbo.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,91/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(19)
4
(4)
3
(1)
2
(3)
1
(5)

Conosci l'autore

Gabriele D'Annunzio

1863, Pescara

Debuttò giovanissimo con la raccolta di versi Primo vere (1879), cui seguì nel 1882 Canto novo, nel quale è evidente l’imitazione di Carducci temperata da una già personale vena sensuale e naturalistica. A Roma, dove iniziò (ma non concluse) gli studi alla facoltà di lettere, D’Annunzio visse all’insegna della mondanità e dell’estetismo, sempre alla ricerca di nuove sensazioni in nome di un compiaciuto erotismo al quale sarebbe rimasto fedele sino alla fine con ossessive varianti. Dal decadentismo europeo assimilava, intanto, ideali di sensibilità e di raffinatezza e il gusto del tecnicismo formale: nacquero così, accanto ad alcune raccolte di versi, romanzi come Il piacere (1889), Giovanni Episcopo (1891)...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore