Categorie

Dino Buzzati

Editore: Mondadori
Edizione: 3
Anno edizione: 2000
Formato: Tascabile
Pagine: 288 p. , ill. , Brossura

29 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Fumetti e graphic novels - Narrativa a fumetti

  • EAN: 9788804472513

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Antonella

    15/09/2014 10.22.14

    Ed è vero che è un fumetto, ma contiene molto più di un libro. Leggerlo con la giusta predisposizione, meditarlo ed inserirlo nel periodo in cui è stato scritto è un obbligo. Credo che sia da leggere solo se si conosce già l'autore per gli altri suoi libri. Ci aiuta a comprendere il pensiero di Buzzati, le sue tante doti e capacità, non solo letterarie, ed un periodo storico e culturale. Esplicito, ironico e sagace, mi è piaciuto tantissimo.

  • User Icon

    Dario Rivarossa

    01/04/2009 17.59.05

    La sintesi della vita, delle idee e delle immagini di Buzzati. Se le canzoni di Orfi contengono un portoflio completo dell'arte di Buzzati, il plot scava nella psiche dell'autore, facendone riemergere - tra le righe - tutti i complessi psicologici. Anzitutto i sensi di colpa per il primo amore, Bibi, una ragazza che non era approvata dalla famiglia Buzzati, e per di più morta all'improvviso nel 1932 senza che lui ne sapesse niente. La giovane moglie di Dino, Almerina (che presta il volto a Eura) è chiaramente una sostituta di Bibi... ma invano, come lascia intendere il finale del Poema. E poi il padre scomparso (la giacca vuota), la madre amatissima (freudianamente trasformata in una "valletta", per usare un termine gentile)... Dal punto di vista delle immagini e della struttura narrativa, sono cruciali i parallelismi con il romanzo, ingiustamente, meno noto di Buzzati, "Il grande ritratto" del 1960. Infine, un personaggio straordinario del Poema a fumetti è quello che non si vede: il Capo, l'autorità suprema dell'Averno. Viene descritto come un gigantesco computer, e non compare mai... tranne alla fine, una volta sola, per mandare in fumo il piano di Orfi. E' il Destino ineluttabile. Ma l'ultima parola, come sempre, ce l'avrà il dubbio (l'anello di Eura che Orfi si ritrova tra le dita).

  • User Icon

    pimipilady

    29/09/2003 16.50.01

    ciao a tutti! io sono una ragazza ungherese e devo dire che quest'opera é una delle migliori che abbia mai letto.talmente tanto che ho deciso anche di scrivere la mia tesi d'italianistica appunto su di essa(infatti frequento la universitá di italianistica di budapest).peccato secondo me solo che buzzati non abbia mai ricevuto il prem io nobel per la letteratura(e non soltanto a proposito del poema...)va be', volevo dire solo questo, ciao ciao

  • User Icon

    Gianfranco Goria

    31/01/2001 17.19.05

    L'incursione del grande Buzzati nel mondo del fumetto non fu assolutamente casuale (ed è paragonabile a quelle di Italo Calvino): sapeva bene di cosa si parlava! Da leggere assolutamente.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione