Categorie

Richard Bach

Collana: Superbur
Anno edizione: 1988
Formato: Tascabile
Pagine: 336 p.
  • EAN: 9788817113489

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Vincenza Pellegrino

    25/01/2015 15.41.14

    Comprato per caso, in un piccolo negozio di un piccolo paese, per "ammazzare" il tempo (già) morto, è diventato, invece, battesimo di un'idea che prima vagava nelle viscere, senza trovare confini. Il fulcro è lì, in quella lettera del "mercoledì sera, 21/12", che comincia con "Carissimo Richard??". Lì Bach è riuscito a riassumere, credo, un'esperienza che ho vissuto anch'io, dolorosa come non mai: quella di tentare di mettere insieme, nella coppia, uno che ha paura di impegnarsi e l'altro che ha bisogno d'impegno. Tutto il resto in comune: la fantasia, la gioia, i voli, il tempo riempito di significato, non servono a costruire una strada, che non sia fatta solo di ciottoli aridi, che fanno inciampare. Nessuno può, vuole o deve capitolare del tutto, nella costruzione del percorso. Difficile trovare la "terza via", che non conosce ciottoli né paludi. Forse, l'unica, è che ognuno la trovi da sé, per poi verificare che si possa incontrarsi quanto più spesso possibile, accettando che il rischio di rovinare sia sempre dietro l'angolo. Come anche la possibilità di costruzione altissima.

  • User Icon

    Beykan

    21/01/2015 16.00.52

    Non capisco una votazione media così alta. Solo i primi due capitoli sono scorrevoli e interessanti, poi una noia devastante. Mai più Bach!

  • User Icon

    mariapaola

    04/02/2013 18.32.26

    i primi tredici capitoli sono stati faticosissimi ma dopo mi si è aperto un mondo. Da quel momento non ho mai lasciato un libro a metà e il mondo dei libri mi ha detto Sì. Stupendo, lo consiglio a tutti.

  • User Icon

    CARMINE

    14/09/2012 12.36.43

    Il libro inizialmente è veramente bello tra romanticismo ed idealismo..poi però si perde in una strana spirale che definirei noiosa, meno interessante con troppi blablabla

  • User Icon

    iver

    18/01/2011 20.45.03

    Romanzo da leggere, da rileggere, da regalare e consigliare. Il sottotitolo recita "una storia d'amore" ma potrebbe esserci scritto "vi racconto la vita". Forse il migliore scritto da Bach, sicuramente tra i migliori che io abbia letto.

  • User Icon

    andrea

    10/07/2010 16.54.36

    bellissimo.....l'ho riletto diverse volte negli anni e solo ora scrivo questo commento perchè ne vale la pena.... per me è un libro molto prezioso...

  • User Icon

    lorenzo di lorenzo

    06/05/2009 23.53.57

    A me non sembra questo gran capolavoro: a tratti è noioso e l'analisi della psiche umana non è poi così profonda, anzi mi sembra che vada un po' per luoghi comuni...poi de gustibus

  • User Icon

    MArtina

    06/04/2009 21.12.55

    Questa storia mi ha riempito di emozioni e ho cominciato a credere nei sogni che trasportano la vita e accompagnano gli eventi. Questo libro mi ha fatto amare!!

  • User Icon

    antonio

    05/10/2008 20.44.41

    questo libro mi ha fatto aprire gli occhi su chi amavo veramente...è un libro stupendo, che fa pensare e fa capire com'è bello amare

  • User Icon

    patrizia

    03/05/2008 16.00.51

    Ho conosciuto una persona speciale. Mi ha indicato Bach e il suo splendido trattato sulla solitudine e la voglia di amare.Credo veramente che leggere le pagine di questo libro significhi guarire da incertezze,sentirsi coccolati da frasi,pensieri che ognuno di noi sente propri e cominciare come d'incanto un nuovo cammino verso l'amore che tutti cerchiamo ma con maggiore fiducia e audacia.Ringrazio Emanuele per avermi fatto conoscere un po' di lui,un po' di me,la futura Leslie di qualcuno attraverso la lettura di questo capolavoro pieno di coraggio capace di affascinare anche chi,come me, non credeva piu' ai cavalieri e alla principesse...

  • User Icon

    Valerio

    10/11/2006 15.31.17

    Ciao a tutti..Piccola premessa doverosa; Il buon Richard ci ha da sempre abituati e persuasi ad un approccio libero e "solitario" della felicità, esplosa poi nell'immaginario del famoso gabbiano Livingstone, ma qui supera se stesso in un saggio autobiografico sulla psiche. Si,perchè si tratta secondo me, di un testo unico, irripetibile, sconvolgente e terribilmente introspettivo. Riesce ad entrare dentro la tua anima, dentro il tuo cuore con una serie incalzante di eventi, di sensazioni nelle quali ti rivedi, ti rispecchi, li senti tuoi. Raccontando se stesso, la sua vita "sentimentale e sessuale" finalizzata alla continua ricerca della donna ideale, riesce pian piano a rendersi consapevole della "pochezza", del vuoto che lo opprime, attraversando così solo dei momenti, senza nessuna condivisione con le partner. E così' - passando di donna in donna - di avventura in avventura, inizia consapelvomente a percepira la totale assenza nella sua vita di una persona vera, viva, e sopratutto "piena", che riesca ad avvolgere questo corpo oramai esausto da tanta superficialità. Da libertino accanito si ritrova sposo - secondo un rito orientale - con una donna speciale, tale Leslie. Una donna unica, per esperienza maturata nei vari contesti del cammino vitale, per cultura, per hobby, perle passioni che coltiva. E cosa puo essere più inebriante, piu scintillante di un incontro fra un gabbiano libertino, ed una donna dall'animo "ricco" di valori ?? una conciliabilità unica, vincente, appagante che li renderà consapevoli del proprio passato e attratti da questa nuova avventura...senza fine. Questo saggio di psicologia - come lo chiamo io -DEVE essere letto e riletto piu volte, da maschi e femmine, in modo tale che i primi si rendano sempre più conto della totale assenza di emozioni in una vita "dissoluta", alle seconde per dargli quelle certezze proprie che ogni donna dovrebbe avere, e non cercare indirettamente in un uomo. Ragazze, riempitevi la vita di passioni, di hobby, di libri proprio come Leslie, e sarete felici.

  • User Icon

    lullabi

    10/09/2006 16.59.49

    "MAI TI E' DATO UN DESIDERIO SENZA CHE TI SIA DATO ANCHE IL POTERE DI REALIZZARLO" Bach, credeva così tanto nel suo sogno, che attraverso le difficoltà, rischiando di compiere azioni sbagliate, è riuscito a realizzarlo.credo di averlo odiato ogni tanto, quando testardo non si sforzava neanche un pò di capire Leslie, con le sue regole assurde, inseguendo una falsa libertà che lo teneva incatenato alle sue idee.è un libro che da speranza, che ti chiede di staccarti da quel filo argentato che ti tiene legato ad una vita triste, ti chiede di aprire il cuore e di amare.non capivo il perchè di questo titolo,come possiamo essere ponti sull'eternità? Ma Bach risponde anche a questa domanda"ECCO PERCHE' LE STORIE D'AMORE NON HANNO EPILOGHI.NON HANNO FINE POICHE' L'AMORE NON FINISCE" noi siamo dei semplici strumenti, dei ponti, dei ponti a metà...abbiamo bisogno di un'altra persona che completi il nostro ponte e insieme a noi ami...ami fino all'enernità.

  • User Icon

    azzurrina

    08/07/2006 14.02.57

    sarebbe stato un libro tra i più belli mai letti, se fosse finito a pag 234.........le ultime pagine non sono molto coerenti con il resto, troppo autobiografiche e poco romanzate.... per il resto è stupendo, peccato solo che nella realtà dopo tanti anni i due protagonisti si siano separati.....sarebbe stato bello sapere che la storia avesse sfiorato l'eternità. le parti più belle sono sicuramente la lettera di leslie, e la conversazione telefonica che ne segue, e la lettera che l'autore ricorda a vent'anni di aver scritto indirizzandola alla sua ipotetica donna ideale: "non so dove sei, ma tu vivi, in questo momento, da qualche parte su questa terra, e verrà il giorno in cui tu e io poseremo una mano su questo cancello, dove io la poso adesso. la tua mano toccherà questo legno, qui! poi tu e io entreremo, e saremo pieni di futuro e di passato, e saremo, l'uno per l'altra, quel che mai nessuno è stato. non possiamo incontrarci adesso, non so perchè. ma un giorno le nostre doomande troveranno risposta, e noi saremo presi dentro da qualcosa di così luminoso....e ogni passo che io muovo è un passo che più mi avvicina a quel ponte che dovremo varcare per incontrarci. e magari fosse presto!"

  • User Icon

    bb

    21/03/2006 15.50.19

    Credo che sia il libro che più rappresenta la generazione odierna, alla continua ricerca della "donna ideale", incapace di vivere e ripeto "vivere" la vita reale. Bellissimo poichè consente riflessioni su più fronti, e perchè descrive con estremo rigore la capacità di Leslie di amare in modo incondizionato.

  • User Icon

    Marco

    01/09/2005 17.07.39

    E' la storia di un uomo che supera le proprie paure, abbatte le proprie corazze di difesa e si lascia attraversare con consapevole e piacevole abbandono dapprima dall'amore di Leslie per poi capire quanto sia meraviglioso amare se stesso. Non c'è pagina di questo libro che mi abbia annoiato e che non mi abbia arricchito. Parla d'amore e non si limita all'amore romantico, la cui intensità sembra essere la profonda intimità, ma prosegue in un viaggio metafisico, oltre i confini della percezione. Un viaggio alla scoperta e alla ricerca dell'amore, l'unica cosa che ci rende vivi per l'eternità.

  • User Icon

    Prue

    07/03/2005 14.55.29

    Una delicatissima storia d'amore, che conduce il lettore in un mondo mentale fatto di pensieri profondi, legati tra loro con un sottilissimo filo di filosofia... Dedicato a tutti coloro che hanno smesso già da tempo di credere nell'anima gemella, e che, alle prese con una nuova storia d'amore, calcolano già il tempo che li separa dall'abisso della noia, della routine, della quotidianità... Una prova letteraria che ciò che vogliamo è semplicemente ad un soffio da noi, e che il nostro percorso non a caso si intreccia con migliaia di altri... per donarci il futuro che desideriamo.

  • User Icon

    Alberto Parisio

    27/08/2004 19.45.07

    sono anche io un pilota per hobby,e quindi almeno in parte condivido le esperienze dell'autore.uno dei suoi libri piu belli,forse anche perche ho la fortuna di vivere anche io una storia d'AMORE simile alla sua e quindi condivido in pieno quello che scrive.... MAGNIFICO!!!!!!!!!!

  • User Icon

    lucia marchetta

    22/10/2003 22.50.52

    un libro dedicato a chi ancora crede nell'AMORE vero, eterno!!!!!Una delicata, e forse per certi versi anche new age, storia di un uomo alla ricerca dell'equilibrio, equilibrio che forse ognuno di noi cerca. Libro che potrebbe essere stato scritto anche da una donna per la sua estrema sensibilità.

  • User Icon

    Ele

    19/09/2001 12.02.00

    un libro dolce, delicato, che racconta in prima persona di un pilota d'aerei (tipico di Bach) alla ricerca della Donna Ideale e della propria Libertà . E' ricco di suoi pensieri personali di incisi; forse nell'ultima parte è un po'sfumato ma complessivamente è affascinante.

Vedi tutte le 19 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione