Praga magica

Angelo M. Ripellino

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
In commercio dal: 1 giugno 2005
  • EAN: 9788806173517
Salvato in 20 liste dei desideri

€ 7,02

€ 13,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Con un gusto ardimentoso ed enciclopedico Ripellino passa in rassegna una folla di persone, luoghi, libri, ombre, edifici, relitti, echi e bagliori della civiltà praghese: sepolcrali ossessioni alchemiche di Rodolfo II e passeggiate notturne di Kafka, taverne picaresche del soldato S'vejk e antri del Golem, caffè letterari e chiese spettrali, tutti travolti dalla continua sopraffazione politica-etnica-religiosa che ha visto il calvario boemo sotto il tallone della Controriforma, di Hitler, di Stalin e dei suoi successori." Claudio Magris. Il libro, a metà tra saggio e romanzo, è stato pubblicato per la prima volta nel 1973.
4,54
di 5
Totale 9
5
7
4
1
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Primino Ardemagni

    26/09/2012 17:29:37

    Un erudito polpettone assai indigesto, ricco di citazioni di sconosciuti libri cechi degli inizi del 900. Va bene la cultura, ma qual'è il senso di citazioni non tradotte dal tedesco, dal cecoslovacco e dal francese? Il tutto è poi condito con una prosa ricca di neologismi che rendono la lettura ancora più faticosa.

  • User Icon

    Salvatore Ruggiero

    16/02/2011 09:50:31

    "Praga magica" è il mio libro di culto. Il libro che mi porterei su un'isola deserta. Lo consiglio a tutti. A chi ha amato Praga dalla prima volta che ci è andato e da allora se la porta sempre nel cuore. Ma anche a chi non ha mai coltivato il sogno di andarci e di visitarla. Perchè, dopo aver letto il libro ci andrà di sicuro. Saggio storico-politico e socio-economico, romanzo, baedeker, semplice guida di viaggio, accumulo di piccole-grandi curiosità. Racconta, con rara precisione ed in modo circostanziato quasi tutto quello che c'è da sapere sulla caliginosa Praga: la città più arcana, fascinosa e misteriosa del mondo. La capitale dell'alchimia, dell'esoterismo e della magia. Ma, al contempo, svela al lettore molto anche della personalità curiosa, arguta e brillante del suo autore: Angelo Maria Ripellino, una delle personalità italiane più fulgide del '900. Un uomo schietto, essenziale e modesto, come solo i veri grandi sanno essere; una persona sensibile e profonda; uno studioso serio, acuto e dalla vena inesauribile; una personalità dal retroterra culturale enciclopedico. Un autore insostituibile: un libro perfetto. Uno dei cento libri da salvare della letteratura italiana di ogni epoca.

  • User Icon

    Rosetta Savelli

    13/03/2010 11:55:44

    Rosetta Savelli rosettasavelli@alice.it (09-03-2010) Angelo Maria Ripellino fa innamorare e la sua eccelsa Opera Letteraria pure!" Praga Magica" è di una bellezza avvincente, dove lo spessore letterario ed il sapere accademico, uniti ad un profondo amore per la città, la storia e la cultura portano veramente " lontano dal tedio". Assolvendo in pieno ad uno dei principali obbiettivi letterari di Ripellino stesso!Ho visitato la città di Praga per amore di questo autore e grazie ai suoi occhi l' ho vista più bella ancora. Mille volte più bella ancora.E' per Lui che ho scritto il mio Racconto " Maticka' Praha", più volte premiato e pubblicato! Grazie Angelo Maria! Voto: 5 / 5

  • User Icon

    Rosetta Savelli

    09/03/2010 12:14:44

    Angelo Maria Ripellino fa innamorare e la sua eccelsa Opera Letteraria pure!" Praga Magica" è di una bellezza avvincente, dove lo spessore letterario ed il sapere accademico, uniti ad un profondo amore per la città, la storia e la cultura portano veramente " lontano dal tedio". Assolvendo in pieno ad uno dei principali obbiettivi letterari di Ripellino stesso!Ho visitato la città di Praga per amore di questo autore e grazie ai suoi occhi l' ho vista più bella ancora. Mille volte più bella ancora.E' per Lui che ho scritto il mio Racconto " Maticka' Praha", più volte premiato e pubblicato! Grazie Angelo Maria!

  • User Icon

    cristina boggian

    03/03/2009 11:22:50

    la commovente storia d'amore di ripellino nei confronti di praga attraverso le montagne russe della sua scrittura. vi porterà in un mondo nuovo, baroccamente adagiati nella vostra poltrona leggerete pagine appassionanti ricche di dettagli e vi sentirete ogni volta dentro le pagine anche solo travestiti da semplice "š". il cuore palpiterà, volerà attraverso vicoli e lanterne, odori di birra e fumi di carbone, palazzi e stamberghe, leggende e dolorose verità. e vi farà tornare, sempre

  • User Icon

    Walter Giuntini

    04/09/2008 17:09:03

    Affascinante viaggio nella storia di Praga e dei suoi figli più illustri, scritto con un linguaggio barocco e immaginoso, che ben si adatta a descrivere un luogo così ricco di mistero e di suggestioni. Chissà, però, che cosa direbbe oggi Ripellino di questa povera città ormai sfigurata da un turismo di massa invasivo e da una orribile metastasi di negozi di souvenir dove si smercia ogni sorta di paccottiglia e ciarpame da globalizzazione galoppante....

  • User Icon

    Daniele

    03/09/2008 19:12:07

    Penso che accanto a "Il trucco e l'anima", saggio che tratta del teatro sovietico d'avanguardia negli anni Venti, questo sia la più bella monografia del Novecento italiano. Angelo Maria Ripellino, slavista acuto e profondamente innamorato della sua materia ripercorre i lati più fascinosi della città, andando molto al di fuori del cliché turistico, proponendo un vertiginoso intreccio fra storia, letteratura, scienza alchimistica, e altri fenomeni che assieme costituiscono l'unicità di Praga. Lo stile della scrittura è semplicemente straordinario. Brillante e spumeggiante, non conosce pause o cali di tensione, e alla fine tutta l'opera, ben lontana da pedanterie da cariatidi accademiche, risulta una vera propria poesia in prosa. Lo consiglio assolutamente a chiunque abbia interesse per la slavistica e soprattutto a chi voglia assaporare fino in fondo la bellezza e la ricchezza della nostra lingua italiana

  • User Icon

    Dott. Gian Carlo TORCELLI

    16/09/2005 00:01:35

    Ho letto (e riletto) il prezioso libro di Angelo Maria Ripellino. Anche a detta degli stessi cechi,si tratta del miglior saggio scritto, con amore e profonda conoscenza della storia e della cultura ceca, dall'acuto slavista. Si legge come un romanzo, lascia profondamente colpiti per l'avvincente e cupa atmosfera in cui l'autore, con frequenti ed eruditi richiami storici,riesce a coinvolgere il lettore. Mi ha procurato intense emozioni. Indispensabile lettura prima del viaggio, per comprendere e gustare la splendida città, utile al rientro per apprezzare e ricordare la sua magia. Lo consiglio vivamente. Voto: 5 / 5

  • User Icon

    Dott. Gian Carlo TORCELLI

    29/04/2003 19:00:52

    Ho letto (e riletto) il prezioso libro di Angelo Maria Ripellino. Anche a detta degli stessi cechi,si tratta del miglior saggio scritto, con amore e profonda conoscenza della storia e della cultura ceca, dall'acuto slavista. Si legge come un romanzo, lascia profondamente colpiti per l'avvincente e cupa atmosfera in cui l'autore, con frequenti ed eruditi richiami storici,riesce a coinvolgere il lettore. Mi ha procurato intense emozioni. Indispensabile lettura prima del viaggio, per comprendere e gustare la splendida città, utile al rientro per apprezzare e ricordare la sua magia. Lo consiglio vivamente.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente
  • Angelo M. Ripellino Cover

    Angelo Maria Ripellino (Palermo 1923 - Roma 1978) è stato professore di Letteratura russa e di Letteratura ceca all'Università di Roma e critico drammatico dell'«Espresso». Ha presentato per primo in Italia le poesie di Borís Pasternàk (Einaudi, Torino 1957) e la prosa di Andrej Belyj (ivi 1961), oltre a un gran numero di altri scrittori slavi, tra i quali i poeti boemi Holan e Halas. La sua antologia di Pasternak, riproposta da Einaudi con il titolo Poesie (2009), è stata pubblicata per la prima volta nel 1957, poi ampliata nel 1959 e molte volte ristampata. Tra le sue opere ricordiamo: Storia della poesia ceca contemporanea (1950), Poesia russa del Novecento (1954), Majakovskij e il teatro russo d'avanguardia (Einaudi, Torino 1959), Poesie di... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali