Categorie

Xavier-Marie Bonnot

Traduttore: S. Gentili
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2007
Pagine: 370 p. , Brossura
  • EAN: 9788806187262

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    cantarstorie

    10/10/2016 12.41.43

    Una delusione, rispetto alle aspettative e alle premesse, leggendo il risvolto di copertina e alcune recensioni.... in realtà non ci troviamo di fronte a un autore come Grangé... e la vicenda, raffazzonata, non si eleva mai da una certa confusione, incapace di "spiccare il volo". Molta noia, e pochi brividi.

  • User Icon

    juri

    14/11/2007 00.04.17

    Carino, ma nulla più. A differenza di chi ha dato il proprio commento prima di me, non sono riuscito a nutrire particolare entusiasmo per un romanzo che promette molto e mantiene poco. Soprattutto promettono molto gli audaci paragoni che, per blandire il lettore, compaiono sulla quarta di copertina: spiacente, ma a mio avviso questo libro non ha speranza di competere con nulla di quanto abbia fin qui scritto Fred Vargas e, ancor meno, con i capolavori di quel fuoriclasse che è stato Jean-Claude Izzo. No, proprio non c'è partita. La Marsiglia che raccontava Izzo è unica e rara, come lo sono le storie che lui ci ha regalato. Quella Marsiglia meriterebbe di essere ritirata dal mercato, nessuno dovrebbe più ambientarvi storie. Come si fa con le maglie dei campioni dello sport, quando si ritira il loro numero, perché era il loro e non potrà essere di nessun altro. Ma questa è un'altra faccenda... Torniamo a noi. Insomma, alla fin della fiera, un libro che si può leggere ma che si può anche perdere, se non altro per la quantità di stereotipi che lo rendono fin troppo di genere. Basta, mi fermo, sennò finisce che gli tolgo un altro punto.

  • User Icon

    lhl

    24/10/2007 12.35.27

    sulla scorta del filone fred vargas, ho acquistato quest'opera, credo prima, di x.m. bonnot trovandolo davvero coinvolgente. aldilà del solito ispettore con mille problemi personali, di un drappello di suoi colleghi più o meno arruffoni, di un clima ostile nei suoi confronti, la storia è sicuramente molto originale, con molti, forse troppi, personaggi primari che hanno ognuno le proprie peculiarità. la trama fila via abbastanza liscia, lo stile è accattivante, sufficientemente neutro. ad un certo punto ti trovi a correre con la lettura, bruciandone a volte il sapore, per ingordigia di sapere; i minuti passano e non te ne accorgi, coinvolto dal susseguirsi degli eventi. questo significa, per lo scrittore, aver colto nel segno. Solo un appunto: a mio parere ci sono troppi personaggi (famiglia luccioni, lo psicologo, qualche malavitoso) che, sia pur aggiungendo qualche tassello alla vicenda, a volte la rendono inutilmente intricata.

  • User Icon

    claudia

    23/07/2007 20.51.26

    Un giallista di razza, che sa raccontare con maestria trama, luoghi e personaggi. Ho ritrovato una Marsiglia prepotente e nel contempo generosa, capace di annientare e incantare, la storia riesce a catturare il lettore, costringendolo a restare incollato alle pagine fino all'epilogo.

  • User Icon

    andrea

    02/07/2007 09.28.03

    Bellissimo!!!questo autore non ha niente da ividiare ai migliori giallisti europei e di oltre oceano. L'ambientazione ed i personaggi sono descritti in modo maestoso in particolare il capitano DePalma è veramente fantastico, un uomo con i suoi prolemi e le sue abitudini(che ricordano un pò il commissario Walander di Henkel) duro al momento appropiato e che fà del suo lavoro lo scopo principale della sua vita. Una storia veramente originale ricca di suspanse che inchioda il lettore alle pagine.Aspetto con ansia la pubblicazione di un nuovo libro di Xavier-Marie Bonnot.Imperdibile per gli amanti del genere.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione