Categorie

Marta Pastorino

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2013
Pagine: 185 p. , Rilegato
  • EAN: 9788804624660

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    micky

    09/09/2013 12.51.41

    Scarno, piatto, frettoloso. Si perde troppo nella discrezione della danza e troppo poco su altri aspetti della trama, a mio avviso più interessanti. Me lo aspettavo decisamente miglior.

  • User Icon

    Mariflo

    23/06/2013 19.08.20

    Il libro è indubbiamente scritto molto bene. Niente fronzoli, nessuna descrizione inutile, linguaggio semplice e diretto, personaggi semplici e reali. La contemporanea descrizione di momenti diversi della vita della protagonista può creare, all'inizio, un po' di confusione, ma con la lettura questo disagio scema, sostituito dal bisogno di continuare a leggere per sapere, per capire. Purtroppo quando sembra che si arrivi al dunque, il libro improvvisamente finisce lasciando, a mio modo di vedere, più di un aspetto in sospeso.

  • User Icon

    francesco

    16/05/2013 19.03.30

    Lingua e stile davvero originali. Ma soprattutto grande la capacità dell'autrice di creare una storia di colpa e redenzione toccando tematiche scottanti e non semplici da trattare.

  • User Icon

    Marcella De Pra

    21/04/2013 22.53.56

    Sto cercando cortesemente una mail di Marta pastorino per un contatto piú personale. E un libro molto caldo, reale e appassionato. Moderno e antico come le storie femminili, evoca e collega i significati della pietra paziente.

  • User Icon

    ROBERTA

    06/03/2013 15.57.24

    L'ho letto in due giorni; originale, molto moderno anche per lo stile, apparentemente così semplice e diretto, direi scarno.Il personaggio di Anna mi ha convinto, così giovane,inquieta, spaesata, incerta,rifiuta tutti i legami, soprattutto quelli di sangue, non vuole più essere figlia ( e ne ha tutti i motivi), non può essere madre ma non vuol essere nemmeno amica.. Eppure sa ascoltare e capire senza mai giudicare.. Lascia gli studi ma non sa cosa fare della sua vita, segue le tracce incerte di un uomo di cui ha solo sentito parlare. Poi è come se il romanzo, partito benissimo, finisse troppo presto, lasciando interdetti e la profondità intuita all'inizio rimane in gran parte inespressa. Soprattutto non mi ha convinto Giovanni, è il personaggio intorno a cui infondo ruota tutta la storia eppure troppe cose restano taciute o frettolosamente raccontate, è come se l'autrice lo sfiorasse soltanto ma non riuscisse poi a renderlo "vivo". Comunque nel complesso un romanzo interessante e una lettura piacevolissima.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione