Categorie

Carl Gustav Jung

Anno edizione: 1994
Pagine: 220 p.
  • EAN: 9788833908496

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fausto Intilla (Inventore-divulgatore scientifico)

    23/07/2006 20.14.55

    Il volumetto, che abbraccia un'esperienza clinica durata più di mezzo secolo, si apre con una lettera a Freud dell'ottobre 1911, in cui Jung afferma l'importanza della fase intrauterina e dei ricordi precoci di infanzia, che sarebbero non individuali ma filogenetici. Dello sviluppo successivo della terapia junghiana vengono presentati testi storicamente molto rilevanti, quali "Conflitti dell'anima infantile", "Il complesso edipico", "Un caso di nevrosi in una bambina" e soprattutto il saggio sul tema paterno, che nella prima edizione segna il riconoscimento del metodo freudiano e nella terza il riferimento all'inconscio collettivo. Agli anni della maturità appartengono invece "Il bambino dotato" e "Simboli e interpretazione dei sogni", in cui le produzioni oniriche di una bambina di otto anni sono ricordate per la spontanea, straordinaria intensità. Dall'iniziale attenzione per l'analisi infantile all'accento sulla funzione anticipatoria dei più profondi sogni di bambini: un itinerario storico di indubbia importanza, che si offre alla considerazione dei lettori d'oggi.

Scrivi una recensione