Categorie
Editore: Giunti Editore
Anno edizione: 2009
Pagine: 128 p. , ill. , Brossura
  • EAN: 9788809742024

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gianmarco

    30/07/2011 08.36.47

    Acquistato nella convinzione fosse un documento sulla nascita del genere che ha stravolto un'epoca, e non solamente in ambito musicale, rimango comunque soddisfatto di un economicissimo acquisto che si rivela essere una compatta raccolta di gemme (nella fattispecie "album", come specificato dall'autore del libro) sbocciate dalle più rilevanti (e talvolta semisconosciute) bands dell'epoca. Muovo per puro spirito di discussione, delle personalissime critiche: 1) Perchè non riempire il vuoto a p.6 spendendo due parole in più sulla nascita del fenomeno (mantenendo peraltro inalterato il formato di 130 pagine?) 2) Incomprensibile la citazione dei nostrani e validissimi CCCP (unica band "straniera" tra le non inglesi o americane) senza neppure menzionare gruppi storici come GBH o Dead Kennedys (tanto per fare due eclatanti esempi) 3) "...il punk dà vita ad un'illusione collettiva cui abbandonarsi" (n.d.a.) mi fà riflettere, perchè se ci si fosse abbandonati alle sole illusioni non sarebbero esistite band come i Crass ed avrebbe significato abbracciare il movimento unicamente per seguire una nuova moda tralasciandone gli ideali sociali e politici 4) Evitare di inserire Adicts, 4Skins, ANWL e Business nella sezione "figli" nonostante siano giunti successivamente alla prima ondata 5) Varie ed eventuali, perchè il punk è e rimane un punto di vista estremamente personale. Ma al di là di queste mie considerazioni, trovo che la guida sia un ottimo punto di partenza per chi si avvicina al fenomeno ex-novo, voglia cozzare con nuove (vecchie) conoscenze o più semplicemente avere tra le mani pagine che rievocano ricordi.

Scrivi una recensione