I Puritani

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Vincenzo Bellini
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: Naxos
Data di pubblicazione: 6 febbraio 2004
  • EAN: 0636943125922

€ 13,50

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Registrazione del 1953

Disco 1
1
Act 1, Scene 1-Sinfonia
2
All'erta! All'erta
3
O di Cromvell guerrieri
4
A festa!
5
Or dove fuggo io mai
6
Ah! per sempre io ti perdei
7
T'appelan le schiere. Bel sogno beato
8
Scene 2-O amato zio, o mio secondo padre
9
Sai com'arde in petto mio
10
Odi. Qual suon si desta
11
Ad Arturo onore
12
A te, o cara
13
Il rito augusto, si compia senza me
14
Cavalier! Se ti h d'uopo di consiglio
15
Son vergin vezzosa
16
Sulla virginea testa
17
Ferma. Invan rapir pretendi
18
Dov'e' Arturo
19
Oh vieni al tempio-fedele Arturo
20
Ma tu gia' mi fuggi
Disco 2
1
Act 2-Ah, dolor! Ah, terror
2
Qual novella
3
Cinta di fiori e col bel crin disciolto
4
E di morte lo stral non sara' lento
5
O rendetemi la speme
6
Qui la voce sua soave
7
Vien, diletto, e' in ciel la luna
8
Il rival salvar tu dei
9
Se tra il buio un fantasma vedrai
10
Riccardo! Riccardo!
11
Suoni la tromba
12
Act 3-Son salvo, alfin son salvo
13
A una fonte afflito e solo
14
Qual suon! Alcun s'appressa
15
Son gia' lontani
16
Fini. me lessa
17
Ch'ei provo' lontan da me
18
Vieni fra queste braccia
19
Alto la'! Fedel drapello
20
Credeasi misera!
21
Suon d'araldi
  • Vincenzo Bellini Cover

    Compositore. Q la precoce formazione e i primi lavori. Figlio di Rosario B., organista, maestro di cappella e compositore di musica sacra, e di Agata Ferlito, dimostrò una precocissima attitudine alla musica, tanto che a sei anni scrisse la sua prima composizione. Prese le prime lezioni dal nonno Vincenzo Tobia, organista e compositore, e dal padre; presto si fece conoscere come organista e compositore di musica sacra e di canzoni nelle chiese e nei salotti della città, e nel 1819 il comune di Catania gli offrì i mezzi per recarsi a studiare al conservatorio di Napoli. Qui ebbe per maestri G. Furno, G. Tritto e N. Zingarelli; quest'ultimo lo indirizzò allo studio del melodramma napoletano e delle opere strumentali di Haydn e Mozart. Durante gli anni di conservatorio B. continuò a comporre... Approfondisci
Note legali