Qualcosa di nuovo - Pelham G. Wodehouse - copertina

Qualcosa di nuovo

Pelham G. Wodehouse

Scrivi una recensione
Traduttore: M. Bodoman
Editore: Guanda
Anno edizione: 2011
Pagine: 249 p., Brossura
  • EAN: 9788882469894
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 14,02

€ 16,50
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 16,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un filo sottile unisce il numero 7/a di Arundell Street, Leicester Square, zona "depressa e fatiscente" di Londra, al sontuoso castello di Blandings. L'aria frizzante della primavera è infatti foriera di cambiamenti: per Ashe Marson, annoiato scrittore di gialli, ma anche per la sua vicina, Joan Valentine, che è stufa di tirare a campare fra le catapecchie del 7/a. I due si ritroveranno a partecipare, nell'improbabile ruolo di investigatori, al ricevimento indetto da Lord Emsworth nel castello di Blandings per festeggiare le nozze imminenti fra il suo figlio cadetto, l'onorevole Freddie Threepwood, e la bella Aline Peters, figlia di un milionario americano. I futuri consuoceri non potrebbero essere più diversi. Lord Emsworth è lo stereotipo di una certa nobiltà britannica: imperturbabile e svagato, ha come unico interesse i fiori e le piante della sua tenuta, affidata alle cure maniacali del segretario, l'efficiente Baxter. Il signor Peters è invece un uomo d'affari che, costretto da una fastidiosa dispepsia a rallentare i ritmi, si rilassa solo quando parla della sua collezione di scarabei. E proprio la scomparsa del pezzo forte della serie, il prezioso Cheope della Quarta Dinastia, mette a repentaglio la pace del castello. Mentre Ashe e Joan cercano di recuperare l'oggetto tra loro nasce del tenero, e al tempo stesso l'idillio tra Freddie e Aline è insidiato dallo spudorato corteggiamento di George Emerson, poliziotto di servizio a Hong Kong invaghito della promessa sposa.
4,17
di 5
Totale 6
5
3
4
1
3
2
2
0
1
0
  • User Icon

    luciano

    17/08/2015 23:52:43

    La vicenda si svolge in un castello tra i più belli e importanti di Inghilterra. C'è un imminente matrimonio tra una ricca ereditiera " sui vent'anni piccolina, graziosa, dall'aria simpatica" e un nobile nullafacente, pigro e ozioso. Ci sono un conte, Pari d'Inghilterra, proprietario del castello, vecchio e smemorato che " non si ricorda niente per più di pochi minuti" e un milionario americano collerico, sanguigno, un tizzone schiopettante che soffre di dispepsia e che collezione scarabei egiziani. Ci sono due giovani squattrinati, attratti l'uno dall'altra. Lui per vivere scrive gialli ed è un maniaco dello sport; lei è bella e dai " lucenti occhi azzurri"...C'è, poi, uno scarabeo di grande valore, un Cheope Della Quarta Dinastia, su cui si appunta l'attenzione di molti e che passa da una tasca all'altra. L'autore è bravissimo, divertente e anche profondo in alcune sue considerazioni.

  • User Icon

    Anna

    29/09/2013 18:27:36

    Lo stile e le ambientazioni un po' agé non inficiano minimamente il piacere di questa elegante e divertente lettura, non priva di arguzia, ironia e sapiente acume britannico.

  • User Icon

    Sonya

    20/11/2012 14:38:34

    A me non è piaciuto molto, ho fatto fatica a leggerlo e dovrebbe essere divertente. Riesce ad essere interessante solo all'ultimo il resto è prevedibile e non appassionante.

  • User Icon

    Valentina

    04/10/2011 21:04:14

    Amo Wodehouse come amo pochi altri scrittori, ma questo libro secondo me non è dei suoi migliori. Forse sentivo la mancanza di Jeeves... la 'saga' di Jeeves è insuperabile. Comunque, 'Qualcosa di nuovo' si riscatta nel finale. E, come sempre, non mancano umorismo e bella scrittura.

  • User Icon

    Giosuè

    03/09/2011 11:23:45

    E' il solito Wodehouse! Hai continuamente il desiderio si sapere come va a finire...imprevedibile, mai scontato e mostruosamente esilarante. Leggete Wodehouse e vi migliorerà le giornate. Questo libro comunque è il solito susseguirsi di intrighi, intrecci, amori e sospetti...come dicevo...sempre da leggere

  • User Icon

    francesca

    16/07/2011 21:28:37

    wodehoouse è uno degli autori più esilaranti che io abbia mai letto con una capacità descrittiva fenomenale e una fantasia inarrivabile e spregiudicata.Sono felice che i suoi libri siano in ristampa.Non perdetene uno....Risate assicurate da uno humor inglese impareggiabile!

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Pelham G. Wodehouse Cover

    (Guildford, Surrey, 1881 - Southampton, New York, 1975) scrittore inglese. Dal 1909 soggiornò con frequenza in Francia e negli Stati Uniti. Nel secondo dopoguerra, accusato di collaborazionismo coi tedeschi, lasciò l’Inghilterra per gli USA, diventando cittadino americano nel 1955; in seguito venne dimostrata la falsità dell’accusa. Scrittore prolifico (circa novanta romanzi, oltre a commedie e soggetti per film) e uno dei più popolari del nostro secolo, Wodehouse ha creato una figura ormai proverbiale, quella di Jeeves, cameriere personale del giovane aristocratico svampito Bertie Wooster. La perizia linguistica di Wodehouse gli consente la resa quasi mimetica del linguaggio «alto» e «basso» di signori, mercanti, stallieri,... Approfondisci
Note legali