Categorie

Norma Guerri

Editore: Jaca Book
Collana: I vagabondi
Anno edizione: 2001
Pagine: 96 p.
  • EAN: 9788816282254

Dopo la pubblicazione e il successo di "Quando ero contadina" Norma Guerri ha voluto raccontarci anche la sua vita di operaia. E bene ha fatto. Perché con le sue parole, essenziali, come essenziale è la sua vita, mai sprecate come sono quelle di chi non ha sprecato nemmeno una briciola, non ci racconta solo di sé ma della zona delle concerie tra Firenze e Pisa, dell'immediato dopoguerra e degli anni del boom, delle genti di lì e di quelle che arrivano dal sud in cerca di lavoro: Un racconto della memoria, fatto di quelle cose che molti vorrebbero nascondere sotto il tappeto, per farci credere in un'Italia così da sempre: ricca, egoista e grandefratellona. Norma Guerri invece ci parla di miseria, di condizioni di lavoro selvagge, di cantine e di garage che diventano case, dell'arrivo degli emigranti meridionali.. Di sofferenza. Ma ci parla anche di amori, di figli, di gite al mare in vespa, della televisione vista tutti insieme in qualche casa del popolo. Di speranza. Norma Guerri è nata a Balconevisi, piccola frazione del comune di san Miniato. Da molti anni vive a Santa Croce sull'Arno. Contadina prima e poi operaria, ha sempre avuto una grande passione per i libri, prima come lettrice , poi anche come scrittrice di poesie e di racconti, prevalentemente autobiografici. Nella collana "I senzastoria" ha pubblicato "Quando ero contadina".