Quartet

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Gran Bretagna
Anno: 2012
Supporto: DVD
Salvato in 16 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 7,10 €)

Beecham House è animata da una voce che gira tra i suoi ospiti: la casa di riposo per musicisti accoglierà presto una vera leggenda della musica. Per Reginald Paget, Wilfred Bond e Cecily Robson i pettegolezzi sono all'ordine del giorno nella "casa del gossip". Ma i tre vanno incontro a una sorpresa particolarmente scioccante quando scoprono che la nuova inquilina non è altri che la loro ex partner Jean Horton, la cui carriera da solista e l'ego che la ha accompagnata ha creato non pochi problemi alla lunga amicizia del quartetto.
5
di 5
Totale 4
5
4
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Capolavoro

    30/12/2018 12:03:53

    Film da vedere e ri-vedere. Le interpretazioni sono eccellenti. Per chi ama lo spettacolo visto da chi lo crea, è un vero 'must'

  • User Icon

    Elia

    20/09/2018 08:40:19

    Il film, diretto da Dustin Hoffman, individua e gioca, in maniera sempre allegra e mai ridicola, con uno degli eventi chiave della carriera di un musicista: l'incontro fra il proprio declino fisico e il conseguente allontanamento graduale, ma costante, della pratica e dall'amore di una vita, la musica.

  • User Icon

    furetto60

    05/04/2016 08:51:31

    Carino e garbato, lieve ma non leggero, messo su con bravi attori e ottimi comprimari, veri artisti tutti rigorosamente assai in là con gli anni. È uno dei film che più mi ha fatto sorridere, un film che allieta l'animo per l'attaccamento alla vita che trasmette. Una bella sorpresa e senz'altro consigliato.

  • User Icon

    Morena

    12/09/2013 13:25:00

    Questo film è qualcosa di meraviglioso: fresco, pulito, molto diverso dalle banali (e, talvolta, volgari) commedie americane a cui siamo stati abituati. "Quartet", grazie alla location magica, al grande cast e a Dustin Offman, per la prima volta nei panni del regista, ci insegna che l'amore e l'amicizia sono valori irrinunciabili e che tutti ci meritiamo la nostra fetta di felicità, ad ogni età!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Produzione: BiM, 2013
  • Distribuzione: RAI Cinema
  • Durata: 98 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area0
  • Contenuti: scene inedite in lingua originale; errori; trailers
  • Dustin Hoffman Cover

    "Propr. D. Lee H., attore statunitense. Piccolo, nervoso, dall'inconfondibile voce nasale, il volto lontanissimo dalla classica bellezza hollywoodiana, già dal debutto cinematografico con il cult-movie Il laureato (1967) di M. Nichols inaugura il personaggio del «piccolo uomo» introverso e complessato con il quale attraversa più di trent'anni di cinema americano. Nel film interpreta un timido giovane di buona famiglia borghese che viene sessualmente svezzato da un'amica dei genitori, della cui figlia poi si innamora, con tutte le conseguenze del caso. Antidivo per eccellenza, raffinato interprete teatrale, sostenitore sfegatato del metodo di Strasberg, incarna alla perfezione il tipo attoriale della f New Hollywood: non si tira indietro di fronte ai ruoli sgradevoli (il barbone storpio Rizzo... Approfondisci
  • Maggie Smith Cover

    Propr. Margaret Natalie S., attrice inglese. Attrice teatrale di successo, esordisce sul grande schermo alla fine degli anni '50. Viso dai lineamenti irregolari, aria altera, fascino magnetico, sin dalle prime interpretazioni conquista un posto di rilievo nell'olimpo cinematografico, grazie a ruoli drammatici a lei ben congeniali. È la devota segretaria Miss Mead nel patinato International Hotel (1963) di A. Asquith, intensa Desdemona nello shakespeariano Otello di L. Olivier, intrigante infermiera nel cinico Masquerade (1967) di J.L. Mankiewicz, insegnante anticonformista nel letterario La strana voglia di Jean (1969, Oscar) di R. Neame. A partire dagli anni '80 diminuiscono i ruoli da protagonista, ma è comunque impegnata in parti secondarie di notevole spessore e, in qualche raro caso,... Approfondisci
  • Tom Courtenay Cover

    Propr. Thomas Daniel C., attore inglese. Dopo la laurea in lingue e letterature all'Università di Londra, studia arte drammatica all'Old Vic. Nei primi anni '60 segue il Free cinema nei cui film, grazie al suo viso scarno e all'aria innocente ma ribelle, incarna l'antieroe dubbioso e poco socievole. Debutta con Gioventù, amore e rabbia (1962) di T. Richardson, in cui rifiuta di appoggiare le mire del direttore del suo riformatorio. In Billy il bugiardo (1963) di J. Schlesinger ha invece un atteggiamento sognante, mentre in Per il re e per la patria (1964) di J. Losey è un disertore della Grande Guerra. Chiude la breve stagione del cinema arrabbiato con Qualcuno da odiare (1966) di B. Forbes, interpretando un tenente paranoico in un lager. Dal '71 si dedica esclusivamente al teatro e ritorna... Approfondisci
  • Billy Connolly Cover

    Attore scozzese. Nato e cresciuto a Glasgow, abbandona la scuola per diventare paracadutista. Presto si interessa alla musica folk, impara a suonare il banjo e comincia a calcare i palcoscenici come membro della band Humblebums. Nei primi anni ’70 esordisce nella recitazione, comparendo in molti film televisivi e, negli anni ’90, realizza due serie di documentari su Scozia e Australia per la bbc. Nel 1997 recita in La mia regina di J. Madden, nel 1998 in Still Crazy di B. Gibson, e nel 2000 in Beautiful Joe di S. Metcalfe. È quindi al fianco di T. Cruise in L’ultimo samurai (2003) di E.?Zwick, e di J.?Carrey in Lemony Snicket - Una serie di sfortunati eventi (2004) di B.?Silberling. Approfondisci
Note legali