Quartetti per archi - CD Audio di Vincenzo Manfredini

Quartetti per archi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Vincenzo Manfredini
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 22 maggio 2014
  • EAN: 5028421947860

€ 9,50

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Quartetto n.1 in Re maggiore, n.2 in Si bemolle maggiore, n.3 in La maggiore, n.4 in Do maggiore, n.5 in Sol maggiore, n.6 in Fa maggiore
Questo disco presenta in prima registrazione mondiale tutti i quartetti per archi di Vincenzo Manfredini, figlio del famoso compositore barocco Francesco Manfredini. Sotto l’aspetto stilistico, queste opere sono caratterizzate da una struttura saldamente ancorata all’impianto classico portato a verttiginosi livelli di perfezione da Franz Joseph Haydn e da uno spirito inconfondibilmente italiano, che trova la sua piena espressione in una scrittura affascinante, melodiosa, dotata di una solida base armonica e intrisa di quella particolarissima bellezza presente nei paesaggi del Belpaese. Queste opere ci vengono presentate nella magistrale interpretazione del Quartetto Delfico, un ensemble di strumenti originali che per la Brilliant Classics ha già realizzato uno splendido disco dedicato ai quartetti per archi di Pietro Nardini. Questo disco è corredato da autorevoli note di copertina in italiano e in inglese.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Vincenzo Manfredini Cover

    Compositore. Figlio di Francesco, nel 1758 si recò in Russia, dove fu al servizio di Caterina ii a Pietroburgo e si mise in luce come autore di musica teatrale e strumentale. Rientrato nel 1769 in Italia, prese dimora a Bologna, finché nel 1798 fu richiamato a Pietroburgo dallo zar Paolo i. Pubblicò le Regole armoniche (1775), importanti per la conoscenza della tecnica vocale e strumentale del tempo, e, in polemica con Arteaga, una Difesa della musica moderna (1788). Sia nel genere operistico sia in quelli sacro e strumentale (6 sonate per clavicembalo, 6 quartetti) fu autore estroso. Approfondisci
Note legali