Categorie

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2004
Pagine: XIV-320 p. , Brossura
  • EAN: 9788806170004

Sono quattordici e giovani scrittrici italiane, alcune note, altre esordienti, altre ancora sotto pseudonimo che hanno deciso di scrivere ognuna una breve storia di sesso. Ora i loro racconti sono riuniti in questa antologia erotica tutta la femminile. Compongono la squadra di autrici (è doveroso elencare uno per uno i loro nomi): Simona Vinci, Deborah Gambetta, Letizia Muratori, Valentina Maran, Ljuba Gribojedowa, Evelina Santangelo, Caterina Bonvicini, Alessandra C, Carla D'Alessio, Vanessa Ambrosecchio, Giulia Blasi, Rosella Postorino, Teresa Ciabatti, Elena Stancanelli.
Le storie che narrano sono diverse sia per lo stile sia per l'arditezza della trama; alcune sono esplicite, altre piene di allusioni; alcune hanno il piglio diretto e concitato del racconto in prima persona, altre sono pacate rievocazioni del passato. Tutte sono però caratterizzate dal desiderio di esplorare la sessualità, di illuminarla con uno sguardo femminile attento alle sfumature, ai sentimenti, al dolore o alla felicità della vita. Raccontare di amori, di passioni, di amplessi, di tradimenti, significa allora raccontare la vita, vista attraverso lo specchio del desiderio, delle sensazioni tangibili dei corpi, del mistero dell'attrazione. Le invenzioni narrative, pervase da un tono lieve, a volte giocoso e scanzonato, altre volte più intenso e profondo sono varie: Simona Vinci ( La piú piccola cosa), per esempio, sceglie di raccontare la storia di una ragazza che ha la capacità di leggere nell'animo altrui e che usa la sessualità per dare loro una risposta, la protagonista di Espiazione di Deborah Gambetta, invece, usa il sesso per far espiare al marito una colpa incolmabile. In Daria di Valentina Maran il piacere ha i colori vivaci del gioco, della scoperta e della giovinezza, mentre in Piove di Vanessa Ambrosecchio si inserisce nel frenetico tran tran della vita quotidiana. Ogni autrice ha quale unico ispiratore il suo punto di vista personale, originale e disincantato, che la guida ad esplorare un terreno misterioso, e a considerare i valori e i sentimenti davvero fondamentale nella vita delle donne e degli uomini.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Massimo F.

    27/08/2012 11.09.33

    Tanti racconti, stranamente molto simili tra loro quasi da sembrare scritti da un'unica mano. Di erotico e sensuale molto poco: abbondano invece inquietudine, labirinti mentali, obesità, anoressie, perversioni varie inquadrate in situazioni improbabili e presentate con stili di scrittura tutt'altro che lineari. Ma soprattutto abbonda la noia del lettore: praticamente impossibile salvare anche solo qualche pagina.

  • User Icon

    Gianluca Olivetto

    21/06/2007 17.28.46

    Unici racconti validi quelli della Vinci, di Valentina Maran e Teresa Ciabatti. E il resto?? Lasciamo perdere...

  • User Icon

    la libraia

    14/10/2006 21.09.53

    cosa volevano sentirsi dire? che anche le donne sanno scrivere racconti erotici? ok... se lo dico il libro verrà tolto di mezzo? no? allora non lo dico! certi racconti sono più pesanti del mio prof di letteratura...ciao prof!

  • User Icon

    alessandro m.

    30/07/2005 16.34.19

    Illegibile: racconti noiosi che si leggono a fatica, anche squallidi. Non mi pare ci sia tanto erotismo, non che sia osceno, solo piatto, ha la pretesa di affrontare l'erotismo in chiave psicologica: di personaggi veri e interessanti nemmeno l'ombra.

  • User Icon

    Noemi

    20/07/2005 12.09.24

    bellissimo nel suo genere. mi attraeva da molto tempo e mi ha regalato tutte le emozioni che mi aspettavo.nessuna delusione.questo è saper scrivere in maniera passionale e veritiera, senza sfronzoli e mezze parole.perchè la sessualità non deve essere un tabù ma una felice convivenza con quel lato nascosto che ognuno ha ma che per alcuni è tanto difficile mostrare.bravissime tutte le autrici.ci vuole tatto ed esperienza per saper trattare certi argomenti con questa classe.Lo consiglio vivamente a chi crede di avere una mente abbastanza aperta da non gridare allo scandalo per una storia di vita quotidiana ma molto accattivante.

  • User Icon

    Gregorio

    03/06/2005 19.22.06

    Ho iniziato a leggerlo la settimana scorsa e non cel'ho fatta a continuare per motivi di repulsione, è un libro semplicemente osceno ma non per i contenuti erotici, anzi, queste scrittrici l'erotismo non lo sanno proprio raccontare, sono banali, e a tratti addirittura ridicole. Consiglieri a tutte loro di leggere qualcosa del grande Henry Miller, oggi l'erotismo è solo uno stratagemma per vendere, ma che cambiassero mestiere!!!

  • User Icon

    stefano

    31/01/2005 21.31.13

    Sono un "onnivoro" in quanto a libri e sono davvero pochi quelli che davvero considero scarsi ma questo è proprio una palla!! E non certo perchè agognavo storie particolarmente bollenti ma almeno una prosa interessante e scorrevole era lecito aspettarsela.

  • User Icon

    Alessandro Spaziani

    16/11/2004 20.52.04

    Rimango sorpreso del numero di lettori e dell'interesse che questa antologia ha saputo atrrarre e intuisco che ciò sia stato per quella certa pruderie che ha potuto scatenare sia il titolo che la copertina o- peggio - il battage pubblicitario che su quell'aspetto ha puntato. In realtà poi di così osceno non c'è nulla per chi voleva trovarvi della porno-ginecologia: c'è moltissimo per chi sa apprezzare su quale finezza superba può muoversi e spingersi la sensualità. Tutte queste autrici, certo qualcuna meglio altre meno, cari lettori "traditi" nelle vostre ero-aspettative, ci sono riuscite e sono state bravissime. Hanno una marcia in più. Richiedono una sensibilità che sappia reggerla.

  • User Icon

    piero

    03/11/2004 21.31.51

    ...Ragazze da ..evitare di conoscere... Basta con questi stupidi intimismi, ma che vi credete di essere, e poi invidiate melissa, e vi crogiolate nel vostro falso intimismo, con menate psudo letterarie ma inventatevi qualcosa di nuovo.l'unico episodio che si stacca è quello della suora, l'unico, ma non vale il prezzo del libro Einaudi dovrebbe spendere meglio i suoi soldi, con tutta la pubblicità che vi ha fatto. semplicemente brutto, e nei commenti che vedo, penso di essere i buona compagnia

  • User Icon

    Lara

    06/10/2004 11.46.54

    Penso anzi ormai sono convinta che ho buttato via i soldi per acquistare questo libro, mi aspettavo qualcosa di più allegro e disinibito. invece... la Muratori per me è diventata quasi illegibile.

  • User Icon

    massimo

    01/10/2004 11.08.57

    ...speravo di capire qualcosa di più sull'erotismo femminile, invece è solo qualcosa da leggere e mettere via...però il racconto di giulia blasi l'ho trovato decisamente divertente!...

  • User Icon

    dolcemale

    26/09/2004 16.18.13

    gabriella, senza offesa: ma quale Anais Nin hai letto??? ma quali autori francesi? ma che scrivi? Hai ragione, molte sedicenni conoscono l'erotismo. Ma tu forse ne hai una concezione ben strana. O sei anche tu "una ragazza che dovremmo conoscere", magari in una delle vostre noiose serate pseudo letterarie in cui vi incensate tra voi?

  • User Icon

    Massimo

    25/09/2004 17.10.33

    L'unica cosa oscena, in questo libro, è il modo in cui è scritto

  • User Icon

    gabriella

    23/09/2004 22.48.54

    Sono scandalizzata dai vostri commenti piuttosto che dal libro. Quel pruderie, che perbenismo il vostro. Un libro che denigra le donne? ma fatemi ridere! Le donne hanno pensieri erotici tanto quanto gli uomini. Mi fanno ridere i commenti delle donne qui postati, che ipocrite! Andate a leggere Anaïs Nïn allora... tutti a credere che ci sono degli uomini dietro i pseudomini femminili, come Melissa P. Guardate che al giorno d'oggi le sedicenni sanno che cos'è l'erotismo, e soprattutto sanno cosa vogliono gli uomini! Scandalizzati per Melissa P.! ma leggete un po' di letteratura francese, va là, che loro lo sanno che è l'erotismo!!!

  • User Icon

    Francesco R.

    19/09/2004 18.32.33

    Brutto brutto brutto. Ennesimo libercolo sul sesso fatto male e scritto peggio. E se le autrici cambiassero mestiere???

  • User Icon

    colette_72

    15/09/2004 09.48.21

    Ci ho dovuto pensare un po' per apprezzarlo...e' un po' sottile come stile e di certo se cercate un'insieme di racconti dichiarati e scritti solo per il sesso qui ne trovate uno solo. La donna, negli altri racconti, e' rappresentata nella sua quotidianita' e la sensualita' che ne nasce e' fozatamente catalogata come *erotismo*.. Io l'avrei messo fra la narrativa...pero' e' ben scritto e piacevole da leggere...

  • User Icon

    marica

    07/09/2004 00.35.31

    concordo con tutti riguardo all'operazione commerciale. ma mi fanno ridere quelli che si lamentano dell'operazione commerciale e poi si lamentano del fatto che dentro ci trovano poco erotismo. le autrici sono riuscite a beffarsi dell'operazione commerciale e a parlare invece di quello che volevano, in maniera tutt'altro che banale. si può parlare di erotismo senza nemmeno accennarvi. non credo che lo scopo di in una capsula fosse erotizzare. né parlare di una monaca. ma questo è troppo difficile da capire per chi critica le cose che invece va cercando. consiglio di leggere e rileggere la santangelo, non solo nell'antologia. sublime. e di commuoversi per la stancanelli. ragazze che si possono anche non conoscere, certo, ma che io avevo già letto prima di trovarle in questo libro. chi di voi lo aveva fatto?

  • User Icon

    libera

    02/09/2004 18.38.13

    banale squallido sin dalla copertina così scontata scusate ma una donna dalla pancia grossa e dalle vene larghe non fa sex? ma nascondetevi le solite donne stereotipate per donne stereotipate

  • User Icon

    Sara

    02/09/2004 17.00.05

    Si legge bene, non è banale, corre via liscio senza interruzioni, certo non che sia il massimo dell'allegria o della spensieratezza ma mi è sembrato uno splendito modo per conoscere giovani autrici italiane(alcune di talento) che altrimenti rimarrebbero nascoste...infondo anche tra le stesse scrittrici di questa "antologia" ci sono affinità e punti di contatto comuni alla maggior parte delle donne...sarebbe profiquo far leggere a qualche maschietto alcuni di questi racconti (magari leggendoglieli noi) alle volte basta poco per fargli aprire gli occhi sul mondo femminile! buona lettura!

  • User Icon

    Allegra

    01/09/2004 11.51.44

    L'ho comprato perché ne ho scritto qualcuno anche io e volevo confrontarmi con quello che c'era in giro. Alcuni racconti sono scritti bene, piacevoli e anche con intrecci accattivanti ma... l'erotismo? In questi racconti praticamente il sesso è solo sfiorato, tanto che mi viene da pensare che titolo e sottotitolo siano la solita, maledetta operazione di marketing. E consiglierei di fare attenzione a definirsi grandi lettori con culture superiori e poi sgrammaticare un commento... ehm...

Vedi tutte le 34 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione