Categorie

Jane Austen

Traduttore: M. Luciano
Editore: Mondadori
Collana: Oscar classici
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine: XXVII-416 p. , Brossura
  • EAN: 9788804526001
Usato su Libraccio.it € 3,80

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    vale

    09/07/2015 10.01.35

    E' il primo romanzo che leggo della Austen e devo dire che non mi ha colpito più di tanto probabilmente perché non mi piace il genere. Il talento della scrittrice lo si nota già nelle prime pagine. La destrezza con cui tesse il rapporto tra Elinor e Marianne è ammirevole ma la storia in sé l'ho trovata un po' "banale". Non cattura, non coinvolge più di tanto. Ho come l'impressione che non emerga la vera Austen!

  • User Icon

    MARIA

    18/10/2014 20.02.25

    Trama banale e finale assai prevedibile Interessante solo l'affetto tra Elinor e Marianne in rapporto alla figura della madre e del fratello Personaggi minori privi di spessore Salvo solo la maestria linguistica della scrittrice

  • User Icon

    chiara

    16/06/2014 14.51.59

    Recensione Sebbene credo di essere l'unica persona a mettere un giudizio alto a questo capolavoro di Jane Austen, ormai troppo sottovalutato, penso che ne valga la pena. Sono convinta del fatto che molti, soprattutto ai nostri giorni, non si rendano conto della bravura di questa scrittice, una delle migliori di tutti i tempi. Questo libro mi ha semplicemente incantata, il rapporto tra le due sorelle, Elinor e Marianne, l'una dall'indole giudiziosa, l'altra dal carattere, se si può dire, poco assennato. Durante lo svolgimento del romanzo, la Austen, come se stesse giocando una partita a scacchi, decide le mosse dei personaggi, tendendo con il fiato sospeso i lettori. Si ha l'impressione di fare un salto nell'800, un romanzo indimenticabile!

  • User Icon

    marta

    13/02/2013 09.10.04

    Questo libro non mi è piaciuto molto, Jane Austen ha scritto romanzi bellissimi ma questo l'ho trovato un po' sciapo( come anche Mansfield park. Non sono riuscita a capire i personaggi che mi sono risultati noiosi e pesanti per non parlare del finale assolutamente scialbo

  • User Icon

    ILAria

    01/01/2012 15.10.43

    Noioso da morire, pesante da leggere, irritante e logorroico; personaggi senza spessore che vivono vite piccole e insignificanti i cui comportamenti sono spesso incomprensibili. E' un libro che risulta essere un eccellente metodo per indurre il sonno anche dopo litri di caffè. Sconsigliatissimo.

  • User Icon

    Sissi

    20/09/2009 13.30.59

    Molto bello, certo non come Orgoglio e Pregiudizio, ma credo che per capirlo bene bisogna vedere il film.

  • User Icon

    Isabella Gelardi

    15/06/2009 21.47.19

    A mano a mano che continuavo a scorrere le pagine di questo libro la mia delusione aumentava incredibilmente; non riuscivo a credere che fosse stato scritto da Jane Austen, quella stessa Jane Austen che ha scritto "Orgoglio e pregiudizio". E' assolutamente insignificante nel suo alternarsi di sentimenti vuoti e spenti. Inizialmente la persona di Marianne mi ha affascinata per il suo amore nei confronti della noncuranza delle formalità più che eccessive dell'Ottocento. Anche lei si è però rivelata una delusione con le sue stupidità, inconsapevolezza della verità ed esagerata considerazione delle proprie sofferenze che la mostra a dir poco egocentrica. Sono rimasta veramente scontenta dalla lettura del libro che mi aspettavo un capolavoro. Non credo che lo rileggerò mai. Il mio voto è evidentemente basso ma si limita ad essere un 2 per rispetto nei confronti dell'autrice da me generalmente amata.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione