Categorie

Bernard Cornwell

Traduttore: G. L. Staffilano, R. Valla
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 392 p.
  • EAN: 9788804528746

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Hyeronimus52

    27/09/2014 16.03.38

    Bernard Cornwell è, tra gli scrittori di libri ambientati nel medioevo, quello che più mi affascina sia per l'inesauribile capacità inventiva che per la realistica descrizione dell'epoca, dei personaggi e dell'ambientazione; dopo aver letto molti suoi romanzi più recenti, solo adesso ho cominciato a leggere la saga di Artù ambientata nel V secolo D.C. ai tempi dell'invasione sassone dell'Inghilterra. Questo primo volume comincia lentamente, ma poi, quando finalmente decolla, si legge tutto d'un fiato fino all'ultima pagina: un primo capitolo avvincente e indimenticabile

  • User Icon

    Roberto

    23/11/2013 23.43.41

    Dico solo che l'ho abbandonato a 100 pagine dalla fine. Non l'ho trovato per niente coinvolgente ma piuttosto lento. Peccato perché ho letto parecchi pareri positivi riguardo all'autore e a questa saga.

  • User Icon

    Ruggero

    10/06/2013 14.23.17

    Non male ma assolutamente non all'altezza delle avventure di Richard Sharpe, che consiglio caldamente agli appassionati di romanzi storici. Per quanto riguarda invece la storia di Artù Cornwell non vale gran che, decisamente meglio il ciclo di Camelot di Jack Whyte, per fare un esempio

  • User Icon

    laura

    17/04/2013 22.02.29

    è un libro meraviglioso,geniale e scorrevole. mi ha tenuto incollata dalla prima pagina all'ultima. artù è un guerriero umano, fatto di debolezze e doti, lancillotto è diverso dal solito, derfel è magnifico e nimue... è un personaggio misterioso. le battaglie sembrano vere e non c'è il solito amor cortese che, lasciatemelo dire, ti fa venire il latte alle ginocchia! saga meravigliosa e umana!! ti fa emozionare, ridere e piangere. da laggere assolutamente!

  • User Icon

    Cristina

    08/04/2013 14.44.16

    Il mio voto va a tutta la saga. Se ci fosse stato un 6, avrei dato 6! Una rivisitazione originalissima della storia di Re Artù, che ti tiene incollato al libro fino alla fine... Appena finito di leggere il quinto e ultimo libro, ti viene voglia di riprendere la storia dall'inizio! Vivamente consigliato!

  • User Icon

    Alice

    30/07/2012 12.34.47

    Il primo libro è stata una grande sorpresa, narrazzione gradevole, finalmente con un tocco di originalità sul carattere e le caratteristiche dei personaggi, che li rendono più umani, e mille volte più reali. Ho apprezzato l'inizio di questa versione della saga, confrontandola con quella di un'altro ottimo autore Jack Whyte, entrambi bravissimi. Ambientazione realistica e ho apprezzato soprattutto il conflitto che alla fine accompagna tutto il libro sulle due religioni, veramente al centro di quel periodo storico.

  • User Icon

    Cristina

    13/01/2012 17.36.48

    Lettura davvero godibile. Per ora ho letto solo questo libro della saga, ed ho iniziato da poco il secondo. Scorre davvero bene, e non è la solita storiella che siamo abituati a sentire su Artù e i suoi Cavalieri... Anzi! E' realistico in tutti i sensi, e per niente scontato! Assolutamente consigliato!

  • User Icon

    Principessa

    05/06/2009 13.25.59

    favolosi tutti e cinque i volumi di excalibur...favolosi!

  • User Icon

    Tinto

    03/10/2008 21.06.35

    Il mio vuole essere un commento dell'intero ciclo, non del singolo libro che da solo non dice niente. Ho trovato la serie per caso in un angolo della libreria, vagando in cerca di una lettura rilassante e mi sono trovato in mano una BOMBA. L'inizio con questo tipo di libri è sempre molto scettico: l'ennesima storia di re Artù e i cavalieri della tavola rotonda, Merlino con le sue stregonerie e Lancillotto campione senza macchia e senza paura... e invece no. Passata la parte iniziale ti si presenta davanti tutta un altra storia, vengono stravolti i canoni classici dei racconti su Camelot, niente magie ma colpi d'astuzia, niente amor cortese ma passione, niente duelli cavallereschi ma battaglie con tattica, sangue e sudore. L'originalità della narrazione di questa leggenda non è però l'unico punto di forza: il libro è scritto molto bene, in modo incalzante e molto dettagliato. In sintesi la serie che mi ha fatto amare Cornwell. Gli dò 5 perchè è il massimo che posso dare, nella mia scala da 1 a 5 questa serie è da 6

  • User Icon

    ALES

    12/03/2008 10.19.00

    non mi sono neanche accorto di averlo finito, bellissimo libro, la nuova tipologia di storia su artù è davvero bella, lancillotto stavolta è chiaro da che parte sta fin dall'inizio e ginevra...bè leggere per giudicare. derfel è fantastico, ora via con gli altri!

  • User Icon

    stefano

    07/12/2007 20.48.04

    Buon libro anche se un pò difficile da capire all'inizio(forse perchè conosciamo la leggenda di re Artù in modo differente).La simpatia per Derfel è assoluta quella per il grande Artù un po meno e non parliamo delle figure di Ginevra e Lancillotto.Nimue è un personaggio affascinante e credo che negli altri volumi del ciclo lo sarà ancor di più.Merlino lo vedo tale e quale a Gandalf potente ,misterioso e briccone. Vale la pena di leggerlo questo libro anche se da solo non sa di niente lascia tutta la storia in sospeso,ma non c'è problema ho già comprato tutti gli altri libri del ciclo EXCALIBUR.

  • User Icon

    Morgan

    27/08/2007 19.32.44

    Inizialmente ero molto scettico a leggere l'ennesima saga sulla leggenda arturiana ma in seguito mi sono dovuto ricredere fin dalle prime battute. Rispetto alla storia originale c'è ben poco, forse soltanto i nomi, e questa rielaborazione presenta molti spunti davvero interessanti. Bernard Cornwell ha fatto un lavoro straordinario realizzando una storia più razionale dove non mancano certamente l'epicità delle battaglie (davvero descritte in maniera encomiabile), i valori di amicizia e giustizia, e i sentimenti e le emozioni di Derfel e di altri personaggi descritti in modo lodevole. Forse l'unico punto negativo è il finale brusco, privo di conclusione, che lascia un pò di domande senza risposte ma comunque, a mio giudizio, una storia ricca di pathos che consiglio a chiunque sia appassionato di romanzi storici (o anche fantasy).

  • User Icon

    giorgio

    22/02/2007 16.48.18

    Mi è piaciuto tantissimo,primo perchè diverso dagli altri racconti da me letti su Artù,secondo perchè ogni qualvolta che descrive un personaggio non ho potuto fare a meno di immedesimarmi in questo,terzo la ricostruzione storica mi sembra alquanto curata.

  • User Icon

    ADO66

    12/01/2007 22.12.47

    Ho letto questo libro dopo aver conosciuto sia Sharpe che Thomas (i due personaggi che dominano le altre due saghe di Cornwell) e devo dire che Derfel non è inferiore a nessuno dei due. Grande libro per, spero, una grandissima saga. Comunque, Bernard Cornwell non delude mai.

  • User Icon

    Stonekey

    19/09/2006 21.34.13

    questo libro è il primo di quella che reputo in assoluto la miglior saga incentrata su Excalibur, Re artù e Camelot. La trasposizione storicamente verosimile della storia ne toglie forse un pizzico di magia, ma la rende viva e reale come mai è stata fino ad ora. Uno dei capolavori di Cornwell che ritengo il miglior scrittore di romanzi storici esistente.

  • User Icon

    naitsirc

    02/09/2006 18.13.29

    Uno dei migliori romanzi storici scritti da un autore contemporaneo , al pari degli altri quattro del ciclo di Excalibur. Di Cornwell consiglio anche le avventure di Sharpe e il ciclo del Graal , anche se secondo me sono al di sotto del ciclo di Excalibur , sopratutto il secondo .

  • User Icon

    berserk

    08/03/2006 11.10.53

    Scritto molto bene, coinvolgente e avvincente, appena lo finisci, corri in a comprare il secondo volume! Nel libro sono descritti molto bene dei personaggi, non solo dal punto di vista dell'aspetto bensì del carattere ed è quello, a mio avviso, che coinvolge il lettore, in quanto persone del genere si trovano anche ai giorni nostri; quindi il lettore si identifica in un personaggio, ne ama e odia altri. Personalmente ho odiato Ginevra, Lancilotto, Merlino, Sansum ecc.. Mi sono piaciuti i seguaci di Mithra, Artù, Derfel, e mi è piaciuto molto i campione dei regni: Owain e Agricola. Ma mi identificherei in...! e voi?

  • User Icon

    Lord Derfel Cadarn

    02/12/2005 11.42.45

    Assolutamente stupendi! è la saga che mi è piaciuta di più in assoluto! Lo raccomando a che piacciono i romanzi storici ed anche a chi non li ha mai letti! Fatto veramente bene GRANDE BERNARD CORNWELL!

  • User Icon

    Resiak

    09/11/2005 16.38.24

    Ho letto l'intera saga (5 volumi), è assolutamente STREPITOSO! Appena finito di leggere il quinto libro avevo già voglia di rileggere il primo. La storia, i personaggi e i combattimenti coinvolgono in prima persona il lettore che si sente come al centro della scena. Si finirà con amare certi personaggi e odiarne altri come se fosse una storia vera. Imperdibile!

  • User Icon

    Walter il mago

    21/04/2005 16.52.38

    Libro scritto benissimo che ti proietta nel tempo e nei luoghi descritti dall' autore. E' il primo romanzo che leggo di Bernard Cornwell e credo che non sara' l' ultimo. Merlino, Morgana, Lancillotto, Artu'...visti sotto una luce diversa da quella a cui ci si abitua dall' infanzia. Lo consiglio.

Vedi tutte le 32 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione