Ready player one. Edizione speciale limitata

Ernest Cline

Traduttore: L. Spini
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 6 marzo 2018
Pagine: 448 p., Rilegato
  • EAN: 9788851152321

Età di lettura: Young Adult

41° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Fantascienza - Fantascienza

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 14,45

€ 17,00

Risparmi € 2,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Dario D'Ignoti

    16/10/2018 13:35:41

    Versione davvero splendida del libro di Ernest Cline. Una copertina che ricalca in pieno l'atmosfera che si respira nella storia, con un gusto retrò che si proietta però ai nostri tempi. Avvincente la storia (recentemente portata al cinema da Steven Spielberg, seppur con dei cambiamenti importanti alla trama). Un gran bel pezzo da collezione!

  • User Icon

    Antonio

    23/09/2018 18:54:51

    Ottima l'idea peccato che non sia stata sfruttata adeguatamente da Cline che risulta essere uno scrittore un po superficiale e banale.

  • User Icon

    Francesca

    22/09/2018 18:39:29

    Tornano tutte insieme le memorie degli anni '80 e '90, i ricordi di infanzia si trasformano in chiavi di lettura e cavalcano l'onda della rivincita nerd - sicuramente aiutato dalla trasposizione cinematografica, il libro è già da solo un accattivante narratore: gli ambienti, gli scenari e i riferimenti sono più vividi che mai attraverso le descrizioni.

  • User Icon

    michela

    21/09/2018 21:27:51

    Galeotto fu il mio amore per gli anni '80: quando ho saputo che in questo romanzo le vecchie canzoni, le belle serie tv e i film dei miei tempi avrebbero avuto una parte importante non ho resistito ed ho dovuto leggerlo. Non mi ha deluso, sono stata letteralmente trascinata nel mondo, anche virtuale, in cui la storia si svolge. Ho giocato con i protagonisti e risolto enigmi, ho corso contro il tempo con loro. Dopo la lettura-molto scorrevole-ho deciso di vedere il film al conema: come prevedibile, la delusione è stata tanta perchè la storia viene in parte stravolta. Consiglio la lettura di questo romanzo ad una utenza giovane...o a lettori nostalgici e videogiocatori come me.

  • User Icon

    Valentina

    21/09/2018 09:21:06

    Libro molto bello, con una storia super interessante. L'autore ha ambiento il libro nel 2045, ma fa riferimento agli anni 80, infatti prende in considerazione film, serie tv, musiche e libri, di quegli anni. L'idea di base è originale e ben riuscita.

  • User Icon

    roby

    21/09/2018 06:29:56

    L’impianto del romanzo è una “mise en abîme” (OASIS non è altro che un enorme videogioco in cui i Gunter affrontano altri videogiochi), complesso e ottimamente congegnato: non è semplicemente un romanzo distopico, ma è anche un’enciclopedia di un aspetto particolare della cultura degli anni Ottanta, quella legata ai video giochi, ai film di fantascienza e ai robot delle anime giapponesi. Purtroppo, pur essendo stata un’adolescente proprio in quel decennio, le mie conoscenze su questi aspetti culturali, sono pari a zero, per questo motivo le tante descrizioni di questi giochi o i richiami colti a certi film o anche a certi complessi musicali elettronici (musica che proprio non riuscivo ad ascoltare), alla fine mi hanno profondamente annoiato e in alcuni momenti ho fatto davvero fatica a proseguire nella lettura. Il romanzo è bello, questo è innegabile, è scritto bene con uno stile fluido e diretto, la storia è comunque avvincente, Wade è un ragazzo intelligentissimo, un vero e proprio nerd, ma nella realtà vera è uno “sfigato” e cosciente di esserlo: la ricerca dell’Easter Egg è anche una ricerca di se stesso, un modo per crescere e maturare, per cui “Ready one player” è anche un romanzo di formazione; tuttavia penso che sia un libro solo per pochi eletti conoscitori del mondo dei videogiochi e della loro storia ed evoluzione, oppure lo consiglierei a coloro che vogliono conoscere questo mondo, utilizzando il romanzo come una vera e propria fonte di informazioni da andare poi ad approfondire su altri testi o su Internet. Scendendo ad un livello interpretativo più profondoquesto romanzo è anche una chiara denuncia dell’abuso tecnologico nella nostra società, soprattutto dei più giovani che rischiano di perdere aderenza con la realtà per rifugiarsi in un mondo virtuale fatto di “mi piace”, dove si può essere qualsiasi persona, dove si può dire tutto ciò che si vuole, dove non ci sono ostacoli né difficoltà

  • User Icon

    Matteo

    11/08/2018 07:37:32

    La storia coinvolge e viene voglia di arrivare fino alla fine. Lo spunto è interessante, però lo stile traballa: il protagonista è un adolescente che ad un certo punto si trasforma in astuto e geniale hacker? Mi devo essere perso un passaggio. Tanto "tell", ben poco "show": il libro è molto descrittivo, il che non guasta, perché l'universo creato da Cline è affascinante. Il grosso problema è la narrazione in prima persona: il protagonista sta spiegando come funziona la società.. a chi? E perché? Questo è il classico esempio di storia che, se analizzata per più di venti secondi, ci si accorge che non funziona e non può funzionare. Godibile come lettura leggera, a patto di non pensarci più una volta finito. Assolutamente improponibile il paragone con Dick.

  • User Icon

    daniele

    25/04/2018 10:09:44

    Forse dare una recensione di due stelle su cinque è un po' severo, ma - per i miei gusti - a tre non arriva. Vorrei chiarire innanzitutto che gli accostamenti che sono stati fatti fra "Ready player one" e opere visionarie quali i romanzi di Dick sono secondo me assurdi e ingannevoli: questo romanzo non ha nè l'originalità nè la qualità di scrittura paragonabile a grandi autori del genere quali Dick o Gibson. "Ready player one" secondo me è un onesto romanzo per ragazzi, in alcuni passaggi un po' banale, ma con una trama complessiva che riesce a catturare l'attenzione del lettore. L'operazione-nostalgia delle citazioni che rimandano alla "cultura anni 80" (sempre fugaci e quasi fine a se stesse) non aggiunge nulla alla trama, che avrebbe retto anche senza. Romanzo sopravvalutato

  • User Icon

    Nobazius

    27/01/2018 14:03:01

    Grande, grande idea, ma non basta. l'universo perfettamente congegnato da Cline è perfetto e incredibilmente allettante. Non gli stanno dietro però, snodi della storia, alle volti un po' banali e prevedibili, e lo stile: scrittura e dialoghi a volte rasentano l'infantilità. peccato perché lo spunto è davvero niente male. speriamo che questi "bug" vengano corretti nel film di Spielberg

  • User Icon

    Enza

    15/12/2017 13:32:08

    Un libro notevole, una storia originale, un romanzo "tecnologico" anche inteso come struttura letteraria.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione