Categorie

Sergej Dovlatov

Curatore: L. Salmon
Collana: La memoria
Anno edizione: 2002
Pagine: 292 p.
  • EAN: 9788838917769

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Samuele

    24/11/2014 18.57.57

    Sicuramente uno dei libri più belli di Dovlatov, ci racconta uno spaccato della sua vita in Russia, un'esperienza che ti segna per tutta la vita. Sarà pur vero che é meglio sopravvivere che vivere??

  • User Icon

    angelo

    12/09/2012 19.07.03

    Ingredienti: un binomio di ricordi (di un sorvegliante nell'Urss) e lettere (di uno scrittore emigrato negli Usa), detenuti in un campo di prigionia abituati a sopravvivere su ogni palcoscenico, guardie carcerarie più balorde e insoddisfatte delle loro stesse vittime, un'umanità divisa dal caso in ruoli contrapposti ma accomunata da vizi, bisogni e lati oscuri. Consigliato: a chi vuol scoprire una letteratura russa fuori dagli schemi classici, a chi vuol osservare un mondo buio e senza etica con gli occhi illuminati da un umorismo amaro.

  • User Icon

    Carlo M.

    21/11/2011 10.04.27

    Uno sguardo verso l'altra parte della barricata, ovvero sui con-fratelli di prigionia: i guardiani o sorveglianti o secondini. Che sono uomini anche loro, probabilmente altrettanto infelici di quelli rinchiusi da un filo spinato. Dovlatov ce li presenta con ironica malinconia e non condanna nessuno: siamo tutti brava gente, ma capacissimi di diventare delle carogne all'occorrenza... Non solo se si tratta di salvare la pelle, ma anche per motivi piu' futili, come la precedenza per un parcheggio. Triste ma realistica 'morale', che per fortuna lascia fuori i santi (ma loro hanno dovuto combattere SOLO col diavolo!).

  • User Icon

    lucio

    23/03/2009 14.12.48

    il miglior libro di Dovlatov, senz'altro. Naturalmente nessuno lo conosce, perchè è un capolavoro, come del resto vale per tutta l'arte: dal cinema alla pittura alla letteratura e alla musica. I più sconosciuti spesso meritano molto e sono sottovalutati! ci vorrebbe un po' di educazione culturale da parte dei media...

  • User Icon

    Jack Monte

    17/03/2007 19.32.05

    probabilmente il miglior libro del grande Dovlatov, ed è l'unico privo di commento! so strange! beh, con un 5 mi pare di aver rimediato..

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione