Categorie

Norbert Davis

Curatore: O. De Zordo
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine: XIV-181 p. , Brossura
  • EAN: 9788806188016

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Maurizio Crispi

    12/10/2007 14.00.22

    Veramente di piacevole lettura!!! Un romanzo dimenticato, assieme ad altri, di un Autore che, dopo la morte prematura avvenuta in circostanze drammatiche (per suicidio) nel 1949, è stato totalmente trascurato dalla critica e dall'editoria per oltre quarant'anni. L'intreccio sembra quello di un film nello stile della commedia holywoodiana anni '60, con le venature del thriller e della detective story che tuttavia, non appena sono tirate in ballo, vengono contraddette nelle loro stesse premesse con l'ironia e l'auto-ironia con cui l'autore gestisce il plot e tratta i suoi personaggi. La narrazione è tutta centrata su dialoghi leggeri e divertenti ed è collocata sullo sfondo d'una vicenda di delitti che potrebbe anche essere cupa, se non fosse alleggerita dal tocco lieve dello scrittore, e d'un terremoto improvviso che crea le premesse per un repentino scombussolamento delle traiettorie di vita dei singoli personaggi e dei loro piani. Il titolo della nuova edizione italiana riprende quello della prima edizione inglese del '43, alludendo all'incontro tra i personaggi e questo evento naturale catastrofico che crea il punto di svolta e velocizza le cose. I personaggi entrano ed escono di scena, dialogando tra loro e raccontandosi gli eventi, aggiornando i comprimari ed il lettore su quanto è appena accaduto fuori campo. Per questo motivo, con estrema facilità, il romanzo lo si potrebbe vedere nella forma di un'opera teatrale (commedia) o anche di un film. Molto curata l'edizione che ci è ora offerta da Einaudi, sia perchè riprende la prefazione scritta per quella del 1989, sia per l'interessante commento linguistico e di stile, elaborato dalla traduttrice dell'attuale edizione. Per la cronaca - e anche perchè questo dettaglio fa parte delle "soglie" del testo - l'autore Norbert Davis - e questo romanzo in particolare - era molto piaciuto al filosofo Ludwig Witgenstein che, accanito lettore di riviste americane "pulp", vi aveva ravvisato quel "granello di verità", mancante alla maggior parte delle opere filosofiche.

Scrivi una recensione