Stripe PDP
Salvato in 40 liste dei desideri
disponibile in 30 gg lavorativi disponibile in 30 gg lavorativi
Info
Riabitare l'Italia. Le aree interne tra abbandoni e riconquiste
44,00 €
;
LIBRO
Venditore: Multiservices
44,00 €
disp. in 30 gg lavorativi disp. in 30 gg lavorativi (Solo 2 copie)
+ 9,90 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Multiservices
44,00 € + 9,90 € Spedizione
Disponibile in 30 gg lavorativi Disponibile in 30 gg lavorativi
Info
Nuovo
ibs
37,40 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Multiservices
44,00 € + 9,90 € Spedizione
Disponibile in 30 gg lavorativi Disponibile in 30 gg lavorativi
Info
Nuovo
ibs
37,40 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Riabitare l'Italia. Le aree interne tra abbandoni e riconquiste - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

Si scopre così un’altra Italia, che partecipa pienamente alle sorti comuni del paese, ma che soffre di più; e che sta provando a riorganizzarsi, a ripopolarsi grazie ai giovani e agli immigrati, a inventare nuove imprenditorialità, a esprimere una nuova consapevolezza ecologica.

«E se analizzassimo l'Italia da una prospettiva meno scontata? Un pool di studiosi è partito da questa domanda per tracciare una geografia che metta da parte, per una volta, le metropoli» - Robinson

A dispetto dell'immagine che la vuole strettamente legata a una dimensione urbana, l'Italia è disseminata di «territori del margine»: dal complesso sistema delle valli e delle montagne alpine ai variegati territori della dorsale appenninica, e via via scendendo per la penisola, fino a incontrare tutte quelle zone che il meridionalismo classico aveva indicato come «l'osso» da contrapporre alla «polpa», e a giungere alle aree arroccate delle due grandi isole mediterranee. Sono gli spazi in cui l'insediamento umano ha conosciuto vecchie e nuove contrazioni; dove il patrimonio abitativo è affetto da crescenti fenomeni di abbandono; dove l'esercizio della cittadinanza si mostra più difficile; dove più si concentrano le diseguaglianze, i disagi. Sommandole tutte, queste aree - «interne», «fragili», «in contrazione», «del margine» -, ammontano a quasi un quarto della popolazione totale, e a più dei due terzi del l'intero territorio italiano. Abbastanza per farne l'oggetto di una grande «questione nazionale». Se non fosse che hanno prevalso altre rappresentazioni: il Sud in perenne «ritardo di sviluppo»; il «triangolo industriale» della modernizzazione fordista; la «terza Italia» dei distretti.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2018
7 dicembre 2018
9788868438494
Chiudi

Indice

INDICE SOMMARIO DEL VOLUME Introduzione. Per una nuova rappresentazione del paese Italia di Antonio De Rossi

Parte prima. Verso nuovi atlanti 1. L’Italia dei pieni e dei vuoti 2. Le mappe della cittadinanza nelle aree interne 3. Le Italie in contrazione

Parte seconda. Storia e rappresentazioni 1. L’Italia dell’«osso». Uno sguardo di lungo periodo 2. L’urbanizzazione diffusa 3. Il secondo Novecento: rappresentazioni dell’Italia dei margini 4. Prove di strategia urbana e territoriale di fine secolo 5. Il sentimento dei luoghi, tra nostalgia e futuro

Parte terza. Persone e trasformazioni 1. Il costruito, tra abbandoni e riusi 2. Accessibilità, mobilità e reti di servizi 3. Gli imprenditori e i luoghi 4. Periferie resilienti 5. Montagna e città: verso nuovi equilibri? 6. Cooperative di comunità: fare economia nelle aree interne 7. Gli innovatori sociali e le aree del margine 8. Le migrazioni interne 9. Immigrazione straniera e neo-popolamento nelle terre alte 10. I nuovi montanari sognano anche nuove montagne? 11.Indigeni del XXI secolo 12. I cittadini del margine al voto

Parte quarta. Progetti e politiche 1. La Strategia nazionale aree interne 2. Scuola, comunità, innovazione sociale 3. Cittadinanza attiva e partecipazione 4. Enti e risorse territoriali: lo scenario normativo 5. Boschi e green economy 6. La questione energetica vista dalle aree interne 7. Progetto e pratiche di rigenerazione 8. L’innovazione sociale a base culturale

Conclusioni. Immagini, sentimenti e strumenti eterodossi per una svolta radicale di Fabrizio Barca

Con 36 mappe originali a colori

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore