Rituals

(Limited Edition)

Artisti: Rotting Christ
Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 2
Etichetta: Season of Mist
Data di pubblicazione: 12 febbraio 2016
  • EAN: 0822603137415
Disponibile anche in altri formati:

€ 29,90

Venduto e spedito da IBS

30 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello
Descrizione

Rotting Christ è stata una delle prime band della scena europea black metal ed autrice dei devastanti “Thy Mighty Contract” e “Non Serviam”, con i quali il gruppo greco ha stabilito uno stile personale dove la furia omicida del black metal è alternata ad atmosfere oscure e morbose. La musica dei Rotting Christ non può però ormai essere relegata solo nell’ambito del black metal, poiché con gli ultimi album la band ha unito l’estremismo del black metal e melodie mediterranee, con l’uso di strumenti folkloristici, voci femminili, cori roboanti, tastiere ed una generale atmosfera dark oscura e molto epica. Rotting Christ hanno ormai superato la prova del tempo. "Rituals" è un album che è stato ovviamente scritto da veterani. I greci sono infatti riusciti ad iniettare nelle loro canzoni tutta l’esperienza di 27 anni di carriera, 12 album, e più di 1.200 spettacoli. Il chitarrista / vocalist Sakis Tolis ed il fratello Themis alla batteria raggiungono un perfetto equilibrio tra il loro stile classico con nuovi interessanti elementi, creando un vero e proprio rituale oscuro e satanico! L’ album vede inoltre alcuni ospiti eccellenti: Nick Holmes dei Paradise Lost su "For A Voice Like Thunder" e Vorph dei Samael che cita "Les Fleurs Du Mal" di Charles Baudelaire durante la canzone "Les Litanie de Satan", Magus (Necromantia) e Kathir (Rudra). Il lavoro è stato prodotto da Jens Bogren ai Fascination Street Studios (Amorphis, Borknagar, Moonspell, Devin Townsend, e molti altri).

Disco 1
  • 1 In Nomine Dei Nostri
  • 2 Ze Nigmar
  • 3 Elthe Kyrie
  • 4 Apage Satana
  • 5 Les Litanies De Satan
  • 6 For A Voice Like Thunder
  • 7 Konx Om Pax
  • 8 Devadevam
  • 9 Tou Thanatou
  • 10 The Four Horsemen