Le rivoluzioni scientifiche

Thomas S. Kuhn

Traduttore: B. Lotti
Editore: Il Mulino
Collana: Voci
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 25 settembre 2008
Pagine: 74 p., Brossura
  • EAN: 9788815126559
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Dopo la pubblicazione della sua opera più celebre, "La struttura delle rivoluzioni scientifiche" (1962), Thonias Ruhn ribadì i principi fondamentali della sua teoria in una serie di interventi. È ciò che fa anche in questo piccolo libro, destinato all'ampio pubblico dei non specialisti e tuttora inedito in italiano. L'autore vi sostiene che il cammino della scienza verso la verità non procede per gradi, ma è soggetto periodicamente a rivoluzioni che comportano un mutamento del paradigma di riferimento, cioè dell'insieme di teorie, leggi e strumenti universalmente accettati. Il cuore del volume è dedicato alla presentazione di tre esempi di cambiamento scientifico rivoluzionario: il passaggio dalla concezione aristotelica del moto a quella newtoniana; il passaggio dalla teoria delle forze di contatto a quella chimica per spiegare la pila di Volta; infine il passaggio dalla derivazione di Planck della legge sulla radiazione di corpo nero a quella comunemente adottata oggi. Tre momenti cruciali nella storia della scienza, che Ruhn illustra con grande chiarezza e semplicità, per poi definire su questa base i tratti comuni che individuano la categoria di "rivoluzione scientifica".

€ 6,80

€ 8,00

Risparmi € 1,20 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 4,32

€ 8,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    don gralizoner

    22/09/2009 18:24:35

    Si tratta della traduzione di un breve saggio pubblicato nel 1987 (quindi 25 anni dopo l'uscita del classico "The Structure of Scientific Revolutions", non quasi venti anni dopo, come si dice nell'introduzione al volume). Il numero di pagine (74) non inganni, sono piccole e ariose, com'è tipico di questa graziosa collana della casa editrice e think tank bolognese. Il Mulino offre al pubblico questo volumetto come se si trattasse di un'introduzione facilitata alla celebre teoria di Kuhn; non lo è (v. gli esempi sulla pila di Volta e la radiazione da corpo nero) ed il rappresentante medio del "grande pubblico" se ne accorgerà. Si tratta in realtà di un saggio che, pur essendo scritto in modo trasparente - Kuhn è un autore complesso ma non impervio - segna una tappa non trascurabile nello sviluppo del suo pensiero; di tutto ciò si dice nell'introduzione snella ed efficace di Paola Dessì.

Scrivi una recensione