Categorie

Isaac Asimov

Editore: Mondadori
Edizione: 7
Anno edizione: 1996
Formato: Tascabile
Pagine: 406 p.

9 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Fantascienza - Fantascienza classica

  • EAN: 9788804411505

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    camilletta85

    18/07/2014 16.02.12

    Finale all'altezza di quell'indiscutibile capolavoro di ingegno e buona scrittura che è il Ciclo dei robot di Asimov. Asimov ti riconcilia col genere sci-fi, perché smentisce quella legge spesso ricorrente per cui gli scrittori di fantascienza sono tanto bravi a immaginare gli spazi e le situazioni della storia quanto deludenti nella scrittura. I robot e l'Impero è congegnato alla perfezione, come, appunto, il finale di una saga: l'azione si distribuisce su tutti i pianeti delle opere precedenti, vengono puntualmente rievocati le situazioni e i personaggi "storici" (Baley, il prof. Fastolfe, l'origine della Galassia, la progressiva ascesa degli Spaziali) con l'aggiunta di nuovi esaltanti flashback (di cui forse il più importante è la storia della programmazione del robot Giskard), l'azione è ricca e il finale è bellissimo, con la "scoperta" di una nuova legge della robotica, che è davvero densa di significato filosofico e socio-politico. Assoluti protagonisti di questo ultimo capitolo sono gli androidi umanoidi Giskard e Daneel, sempre più potenti e sempre più complessi nei ragionamenti. Il punto di forza di questo romanzo ma, più in generale, della prosa di Asimov rimane a mio avviso la qualità e la "densità" di concetti, ragionamenti, dialoghi : i personaggi pensano e discutono al alta voce, coinvolgendo il lettore in ragionamenti, anche ipotetici..quasi degli esercizi di logica e dialettica, che contribuiscono a rendere l'universo di Asimov ancora più ricco ed arricchente.

  • User Icon

    Paolo Rigamonti

    20/01/2010 12.50.49

    Fondamentale. lettura necessaria per capire poi il ciclo delle fondazione.Permette di apprezzare nell'insieme il ciclo della robotica.

  • User Icon

    TEU

    04/03/2008 14.42.46

    Asimov stesso afferma nella prefazione di essere praticamente stato costretto dall'editore a scrivere questo libro, mentre lui avrebbe voluto dedicarsi ad altro...beh bisogna dire che lavorava benissimo sotto pressione ;-) A parte gli scherzi lo trovo il piu' riuscito dei romanzi del ciclo robotico, avvincente fino all'ultima pagina con un finale veramente drammatico ed imprevedibile. Eccellente!!!

  • User Icon

    Federico

    09/07/2007 21.33.43

    Il voto a questo libro non è altissimo perchè, sebbene la trama sia molto bella e avvincente fino all'ultima pagina, non ho trovato verosimile il comportamento dei robot Daneel e Giskard. Capisco che i due robot ideati da Asimov si debbano muovere su un terreno infido, essendo a tutti gli effetti dei robot (anche se "speciali") che però aspirano a comportarsi come gli esseri umani, ma in alcune parti questo difficile equilibrismo risulta, appunto, poco credibile: infatti Daneel e Gisard spesso risultano TROPPO umani ( per esempio quando Daneel afferma di essere in grado di autoprogrammarsi in base alla legge Zero da lui stesso ideata: mi sembra quantomeno improbabile!!). Detto questo la storia è bella, lo stile scorevole e rilassante...comunque da leggere. Ciao Fede

  • User Icon

    vrbe.org

    31/12/2004 18.14.17

    Il fondamentale anello di congiunzione tra i "robot" e la "fondazione", dove vengono gettate le basi della "psicostoria".

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione