Categorie

Henry Roth

Traduttore: M. Papi
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 1999
Formato: Tascabile
Pagine: 453 p. , Brossura
  • EAN: 9788811668930

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    IG

    11/09/2009 16.47.47

    Poesia pura. Dopo quasi dieci anni dalla scoperta del bellissimo "Chiamalo sonno" ho deciso di leggere la quadrilogia di H. Roth. Temevo una delusione dopo l'eccellente (e, per molti anni, isolata) prova giovanile e invece mi sono ritrovato immerso (è il termine più giusto, letteralmente immerso come nelle acque del fiume Hudson) in pagine di impareggiabile lirismo, in una prosa che ha la capacità di avvolgere e di penetrare nella pelle, nelle ossa, nel cuore. Per quanto il racconto sia quello di un ragazzo di una famiglia ebrea quindi inserito in una realtà ben definita e con i suoi tratti peculiari, il percorso di crescita di Ira, i suoi dubbi, il confronto con gli altri, la ricerca di una strada da intraprendere sono quelli di qualunque adolescente. P.S. Complimenti all'editore per la scelta dell'immagine in copertina.

  • User Icon

    Giovanna

    26/11/2008 10.34.26

    E' il lobro piu' brutto che io abbia mai letto. Mi sono sforzata per arrivare alla fine per vedere se si poteva salvare qualcosa (ma niente si salva). E' scritto male e la storia non ha nulla di interessante. Sconsigliatissimo

  • User Icon

    vanni

    11/04/2003 09.47.57

    Un pò un punto di rottura rispetto alla "stella sul parco di Monte Morris"; Roth tira fuori i suoi scheletri dall'armadio, ci rivela i lati oscuri del proprio passata, ma anche il suo approccio, quasi casuale, con la letteratura. Molto bello (c'era già nel primo libro del ciclo, d'altra parte) l'intervallarsi continuo tra narrazione e riflessioni del vecchio Roth, che dialoga-monologa con il proprio computer.

Scrivi una recensione