Le Roi s'amuse

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Channel Classics
Data di pubblicazione: 29 aprile 1997
  • EAN: 0723385759522

€ 17,90

Punti Premium: 18

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Joseph Bodin de Boismortier Cover

    Compositore francese. Visse dal 1700 a Metz e dal 1724 ca a Parigi. Compositore di fecondità proverbiale, pubblicò, fra il 1724 e il 1747, 102 opere a stampa in un'ampia varietà di generi e di combinazioni vocali e strumentali, su cui predomina in assoluto il flauto. Nello stile semplice ed elegante, alquanto convenzionale e senza grandi pretese tecniche, si riflette la destinazione amatoriale della sua musica, vero prodotto di consumo per l'aristocrazia dell'Ancien régime, della quale B. assecondò le mode e i vezzi (ad esempio con l'uso di curiosità rustiche come la ghironda e la musette), ma contribuì anche a svecchiare i gusti divulgando, tra i primi in Francia, i modelli italiani della sonata e del concerto tripartito e solistico. Fu inoltre autore di 3 opere teatrali. Approfondisci
  • Michel Corrette Cover

    Organista, compositore ed editore francese. Organista in varie chiese parigine, compose molti pezzi per organo, cembalo e concerti, ma si distinse nel campo della didattica musicale, scrivendo metodi per il violino, la viola, il violoncello, la chitarra ecc., più volte ristampati. Approfondisci
  • Jean Marie Leclair Cover

    Compositore e violinista francese. Detto anche «l'aîné» per distinguerlo dal fratello minore jean-marie le cadet (1703-77), compositore di musiche strumentali. Fu attivo dal 1722 a Torino come ballerino e coreografo; nella città piemontese studiò violino con Somis e nel 1728 si stabilì a Parigi, affermandosi come uno dei maggiori concertisti del suo tempo. Oltre a una tragedia lirica (Scylla et Glaucus, 1746) e a vari balletti e divertimenti, scrisse numerosissime composizioni per violino (sonate, concerti ecc.). Considerato l'iniziatore della scuola violinistica francese, L. seppe fondere scrittura virtuosistica e contenuti musicali, conciliando influssi italiani e tradizione francese. Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali