Topone PDP Libri
Salvato in 18 liste dei desideri
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
La romana
13,00 €
LIBRO
13,00 €
disp. in 3 gg lavorativi disp. in 3 gg lavorativi (Solo una copia)
+ 4,90 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
CARTOLIBRERIA GIORGIO LIETO
13,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
CARTOLIBRERIA GIORGIO LIETO
13,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
La romana - Alberto Moravia - copertina
La romana - Alberto Moravia - 2
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

Pubblicato nel 1947, "La romana" segna una tappa importante nello sviluppo della narrativa di Moravia. Protagonista del romanzo, ambientato a Roma al tempo della guerra d’Etiopia, è una straordinaria figura femminile profondamente viva e moderna.
«Con "La romana"» ha scritto Moravia «ho voluto creare la figura di una donna piena di contraddizioni e di errori e, ciò nonostante, capace per forza ingenua di vitalità e slancio di affetto di superare queste contraddizioni e rimediare a questi errori, e giungere a una chiaroveggenza e a un equilibrio che ai più intelligenti e ai più dotati spesso sono negati.»
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2001
Tascabile
512 p.
9788845249105

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(5)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(5)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Federico
Recensioni: 5/5

Il romanzo è molto bello. Appartiene al periodo più felice di Moravia, quello del neo-realismo comprendente anche: "Agostino", "Racconti romani", "Il conformista" e "La Ciociara". Eppure è più noto il periodo successivo con "Gli indifferenti", "La noia" etc. E' un errore partire da questi perché credo che si finisca per identificare l'autore italiano, più famoso all'estero, con categorie che rasentano la "morbosità" o la "lentezza", essendo le medesime assolutamente assenti proprio nel "La Romana" oppure in "Racconti romani". Infine una nota sul registro utilizzato da "Adriana", ragazza popolana che utilizza, però, modalità espressive spesso troppo colte per la sua classe sociale. E questo danneggia un pochino la bellezza che caratterizza questa giovane donna, bellezza sia corporea che interiore. A questo proposito c'è un esempio mirabile di ricerca di registro "basso", ottenuto con anni ed anni di lavoro, in quell'opera epica prodotta nel secolo precedente daL MAESTRO del realismo/verismo: Giovanni Verga con " I Malavoglia". Ma questa è un'altra storia .....

Leggi di più Leggi di meno
Fabrizio Porro
Recensioni: 5/5

Magistrale interprete della donna, Moravia ci consegna, in questo romanzo del 1947, uno straordinario carattere femminile. Ambientato a Roma al tempo della guerra d'Etiopia, il libro è la storia di una modernissima Moll Flanders, ed è felicissimo per rigore e tenerezza, per impasto di passione, d'amore e di aspra consapevolezza storica. Scrive Moravia: "Con la romana, ho voluto creare la figura di una donna piena di contraddizioni e di errori e, ciononostante, capace per forza ingenua di vitalità e slancio di affetto, di superare queste contraddizioni e rimediare a questi errori, e giungere ad una chiaroveggenza e ad un equilibrio che ai più intelligenti e ai più dotati spesso sono negati".

Leggi di più Leggi di meno
francesco
Recensioni: 5/5

L'unico interrogativo che mi assilla e' come mai non sia stato conferito il Nobel per la letteratura ad uno scrittore cosi' versatile,abile nella costruzione di opere ingegnose narrate con sagace maestria ed ammirevole leggerezza.Forse perche' e'stato abile nel confondere le idee ai critici,i quali devono aver scambiato per fotoromanzi scritti di narrativa di alta classe.Romanzo esemplare ,quale che sia l'angolo di visuale da cui lo si voglia analizzare.C'e' posto per tutto,nella epica metropolitana di Adriana,anche per aneliti di pieta' cristiana e nobili afflati di speranza universale. Eclettico,ecumenico,esistenzialista.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(5)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Alberto Moravia

1907, Roma

Alberto Moravia esordì giovanissimo pubblicando, a sue spese, il primo romanzo, Gli indifferenti (1929). Penetrante e spietato ritratto della borghesia italiana agli inizi del fascismo, l’opera rivelò immediatamente, nella incisività di una prosa secca e analitica, la maturità di uno scrittore capace fin da allora di far tesoro delle diverse lezioni dei grandi modelli europei, dalla oggettività di De Foe alla problematicità dei romanzieri russi (specie Dostoevskij), al realismo tipologico dei francesi dell’Ottocento. Il romanzo, accolto con ostilità dalla cultura fascista che ne proibì la diffusione, fu salutato con entusiasmo solo da pochi critici accorti (Borgese, Pancrazi, Solmi).M. cominciò poi a collaborare a riviste...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore