Romanticus dei - Ivano Petrucci - copertina

Romanticus dei

Ivano Petrucci

Scrivi una recensione
Editore: Montag
Collana: Le Fenici
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 23 novembre 2016
Pagine: 187 p., Brossura
  • EAN: 9788868921590
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 17,10

€ 18,00
(-5%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Davide Schiavi, avvocato in crisi, è disposto a tutto pur di aiutare la moglie pittrice, Marianne Camille De Monner, vittima di una grave psicosi. Anche di accettare gli ambigui compromessi del terapeuta Martin Dei, tanto da ospitarlo nella Tuscia Viterbese dove hanno una villa. Dei definisce il male di Marianne “Parapsicopatologia”, un disturbo così grave da manifestarsi attraverso sindromi extrasensoriali capaci anche di distorcere la realtà. Davide viene affiancato dal dottor Benjamin Stane, collaboratore di Martin, per supervisionare il monitoraggio della terapia tramite telecamere installate in ogni zona della villa, e giorno dopo giorno diventa testimone di incredibili fenomeni paranormali, nonché di una perversa intimità tra Martin e Marianne. I protagonisti, rinchiusi nella villa, scopriranno come il passato sia macchiato da traumi ed eventi tragici, e che chiudere i conti non sarà affatto semplice.
4,83
di 5
Totale 6
5
5
4
1
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Alessandro C.

    18/04/2017 10:43:17

    Una boccata d'aria fresca, o forse sarebbe meglio dire, una boccata di thriller davvero originale! Scrivere Thriller al giorno d'oggi non è impresa facile senza ricadere nei soliti schemi narrativi. Beh sarà anche l'esordio di questo Petrucci, ma per me Romanticus Dei rappresenta un Thriller davvero originale e fuori dal coro. C'è la suspence, c'è un pizzico di horror, c'è il mistero, ma c'è anche la componente scientifica legata alla psicologia e al paranormale. Sono un amante del genere, lo devo riconoscere, ma proprio per questo trovare così avvincente un romanzo di un autore esordiente che si cimenta in un terreno altamente inflazionato, fa capire il valore di questo romanzo. Lo consiglio agli amanti del genere ma anche a tutti coloro che vogliono provare una "terapia d'urto narrativa", qualcosa in grado di farli uscire dal torpore dei best seller da classifica! Bravo Ivano!

  • User Icon

    Ottimo esordio

    30/03/2017 13:32:22

    La storia è quella di uno psicologo fuori dal comune, Martin Dei. Un giovane scienziato che tratta i casi più difficili della psicologia, quelli in cui questa scienza di per sé già molto complicata si sposa col paranormale. L'ambientazione è claustrofobica, la follia che passa da un personaggio all'altro è inquietante, il libro trascende l'idea per farsi denso davanti a noi. Sembra di vedere il sangue, gli occhi vitrei, l'amore struggente di un uomo che fa di tutto per salvare la donna che ama dalla follia/possessione da cui è afflitta mettendosi nelle mani di questo parapsicologo dal passato pieno di ombre e il futuro incerto. La storia incuriosisce molto e il finale non tradisce le aspettative. Bel romanzo di un bravo esordiente. Lo consiglio.

  • User Icon

    Andrea B

    06/03/2017 20:46:28

    Thriller che fonde i temi della psicologia e del paranormale in modo del tutto originale. La scrittura rivela che l'autore si è ben documentato sui temi trattati. Nulla è lasciato al caso e ogni argomento trattato ha un preciso riferimento scientifico. Il contenuto è forte e l'idea è audace. La narrazione scorrevole e per niente pretenziosa. Non è facilissimo per la complessità di ciò di cui l'autore ha voluto parlare, personalmente lo ho apprezzato parecchio.

  • User Icon

    isola

    13/02/2017 22:26:04

    “ROMANTICUS DEI” di Ivano Petrucci “Se l'inconscio è affollato dai fantasmi, questi, imprigionati dalle difese, continuano a infastidire il paziente nell'oscurità delle sue difese e dei suoi sintomi.” (H. Loewald, L'azione terapeutica della psicoanalisi in Riflessioni psicoanalitiche) È questa la citazione che più rende l’idea del contenuto di questo libro, opera prima di un giovane scrittore viterbese, Ivano Petrucci. Effettivamente già dalle prime righe si intuisce che sarà una storia coinvolgente, piena di colpi di scena e di sorprese da assaporare, pagina dopo pagina, fino alla fine… inaspettata. Il ritmo incalzante, cresce man mano che ci si addentra nella vicenda, tortuosa e intricatissima, tra ricordi e considerazioni psicologiche al limite della schizofrenia. Momenti che seguono una intensità sempre crescente, come in un sogno che, emozione dopo emozione, dipana le sue nubi e lascia lo spazio agli incubi sottostanti. Forse mai riemersi dall’inconscio. Un mondo popolato da fantasmi arrivati da un passato dimenticato, non troppo lontano, con sfacciate e dolorose incursioni nella quotidianità. Le barriere che un tempo si alzarono, timidamente si riempiono di brecce che fanno intravedere una luce nuova. Un romanzo al limite dello psycothriller, molto ben architettato. Ogni capitolo è introdotto da una citazione letteraria che suggerisce intelligentemente la sfumatura che prenderà di volta in volta il romanzo. Come una tela su cui il pittore ricama il suo disegno, pennellata dopo pennellata, tra sfumature che finiranno per sovrapporsi. Buon finale, non scontato. Il dettaglio più apprezzato è proprio la commistione tra psicologia, paranormale, arte e mistero. Lunghezza ideale per un thriller. Libro molto consigliato perché è dinamico, accattivante e tiene alta l’attenzione del lettore dalla prima all’ultima pagina. Decisamente colte le introduzioni ai capitoli, il che non è poco per uno scrittore emergente. La casa editrice Montag si rivela sempre più grande.

  • User Icon

    Thriller insolito.

    13/02/2017 11:44:40

    Parte come un ingranaggio che lentamente si avvia, ma già dalle prime pagine ci si accorge che non è il solito thriller. La sensazione è quella di essere trascinati nelle vicende di personaggi che appaiono con ruoli ben definiti, ma che il corso delle vicende provvederà a mescolare. Un thriller, dicevo, ma davvero fuori dalle righe. L’autore ci introduce, con la teoria sulla patologia psicologica, in un universo costellato da poteri extrasensoriali, tesi a raggiungere le percezioni umane più nascoste. Il medico che cura la paziente entra in una spirale che lo imprigionerà, e il crescendo degli eventi svelerà retroscena che erano celati nella sua mente. Intendiamoci, il tutto risulta verosimile e l’interesse cresce di pari passo con il pathos abilmente creato. Tutte le circostanze sono integrate in sprazzi di vita reale, con tanto di giudice e ispettore di polizia, e citazioni di famosi psicoterapeuti impreziosiscono un testo scritto bene e popolato da personaggi dotati di caratteri ben registrati. Il ultima analisi, lo consiglio per il suo tratto di specialità, mai banale, e per il climax raggiunto dopo una attenta preparazione.

  • User Icon

    piacevole sorpresa

    08/02/2017 16:07:54

    Tiene abbastanza col fiato sospeso,fino all'ultima riga,un tentativo non male per essere un romanzo d'esordio.Buona l'idea di una terapia fuori dal comune e con conseguenze di "degenerazione psicologica", e di un personaggio insolito come Martin Dei, protagonista che tiene ben salda la linearità della narrazione.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
Note legali