La rosa tatuata

The Rose Tattoo

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Rose Tattoo
Regia: Daniel Mann
Paese: Stati Uniti
Anno: 1955
Supporto: DVD
Salvato in 21 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 12,50 €)

Serafina Delle Rose, una siciliana emigrata in America, vive in Florida insieme a suo marito Rosario, un camionista, e la loro figlia Rosa. Quando il marito muore in un incidente d'auto, la vita sembra avere perduto ogni senso, anche quando scopre che Rosario aveva da alcuni anni una relazione con un'altra donna. Per la figlia Rosa l'esistenza diviene sempre più insopportabile, finché non conosce un marinaio e se ne innamora. Serafina dovrà imparare di nuovo a vivere e l'incontro con Alvaro, un rude camionista la cambierà profondamente.
5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    FrancescoSantoli

    04/08/2020 13:46:57

    Un film che tutti dovrebbero vedere almeno una volta nella vita. La storia è avvincente, passionale, il soggetto e la sceneggiatura fantastici. Non riesci mai a distrarti perché l'interpretazione degli attori,e della Magnani in particolare ti legano e ipnotizzano per tutta la durata del film. Secondo me meritatissimo l'Oscar dato alla grande Anna Magnani. Un ruolo perfetto per lei e cucitole addosso dal grande genio del teatro che era Tennessee Williams. Un film totale, eterno, in cui tutti gli elementi, compresa la colonna sonora si armonizzano alla perfezione!

  • User Icon

    Maria

    22/07/2019 18:27:07

    E' un film da vedere, grande Anna Magnani ma non di meno Burt Lancaster.Oscar meritatissimo.

1955 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attrice - Magnani Anna

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2012
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 117 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Anna Magnani Cover

    "Attrice italiana. Frequentata la Scuola di recitazione Eleonora Duse con S. D’Amico, entra giovanissima nel mondo dello spettacolo e tra il 1929 e il 1932 fa parte della compagnia Vergani-Cimara, diretta da D. Niccodemi; nel 1934 passa alla rivista accanto ai fratelli De Rege, lavorando poi, a partire dal 1941, in una fortunatissima serie di spettacoli con Totò (Orlando curioso; Volumineide; Che ti sei messo in testa?), poi con G. Cervi e C. Ninchi (Cantachiaro, 1944; Soffia, so’, 1946), infine con L. Cimara (Chi è di scena, 1954). Torna al teatro di prosa solo nel 1965, dopo rare presenze (Anna Christie, 1945, di ­O’Neill), con una meditata e sofferta interpretazione di La lupa da G. Verga, per la regia di F. Zeffirelli, e l’anno dopo come protagonista di Medea di G. Menotti (da J. Anouilh).... Approfondisci
  • Burt Lancaster Cover

    Attore statunitense. È uno dei «grandi di Hollywood» per la lunga e gloriosa carriera, quasi cento film, cominciata con ruoli d'azione e passata attraverso l'epica della frontiera, del gangster-movie e di alcuni fra i più celebri drammi di scuola statunitense fino alla profondità di un autore come L. Visconti. Acrobata e girovago per circhi assieme al fratello, forgia in gioventù una muscolatura possente e prende confidenza con la mimica e le posture sceniche prima di andare a combattere nella seconda guerra mondiale. Nel 1946 compare in I gangsters di R. Siodmak e già l'anno dopo giganteggia da protagonista in Forza bruta, capolavoro del film carcerario diretto da J. Dassin. I lavori seguenti sono praticamente tutti dei «classici» nei quali L. sfaccetta e sempre meglio padroneggia le intenzioni... Approfondisci
  • Virginia Grey Cover

    "Attrice statunitense. Giovanissima esordiente (La capanna dello zio Tom, 1927, di H.A. Pollard) diviene caratterista per la Metro, spesso non accreditata, nei serial degli anni '30 e '40 (Si riparla dell'uomo ombra, 1939, di V.S. Van Dyke ii; Tarzan a New York, 1942, di R. Thorpe). Efficace spalla nella comicità travolgente di Il bazar delle follie (1941) di C.F. Riesner e Corrida messicana (1948) di C.T. Barton, è coprotagonista della mediocre avventura orrorifica L'isola sconosciuta (1948) di J. Bernhard, ma anche dell'originale gangster-movie La banda dei tre Stati (1950) di A.L. Stone. In ruoli di contorno nei western Alamo (1955) di F. Loyd e La pallottola senza nome (1959) di J. Arnold, si impone nel melodramma Un solo grande amore (1957) di G. Sidney e in Il bacio perverso (1964) di... Approfondisci
Note legali