Categorie

Galvano Della Volpe

Editore: Editori Riuniti
Anno edizione: 1997
Pagine: 216 p.
  • EAN: 9788835942238
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Michela

    06/10/2016 20.40.43

    Rousseau porta a maturazione parecchi filoni già impliciti o espliciti dell'Illuminismo (in quello francese in particolare), ma nello stesso tempo mette a nudo alcune contraddizioni fondamentali: la ragione dell'uomo non è onnipotente a gestire nel modo migliore il rapporto con la natura e con la comunità, ma deve tenere conto di alcune ineguaglianze implicite nella stassa società moderna, che Marx analizzò in seguito in maniera approfondita. Galvano Della Volpe pone in questo suo saggio in evidenza che la ragione, le leggi e la diffusione di una nuova ideologia come tali, non riescono- né forse vogliono- a mutare le condizioni sociali nemmeno per quanto riguarda i destini educativi. Quando si diceva che tutti gli uomini nascono o addirittura sono sempre uguali, uguali in tutto e per tutto, era ormai sempre più chiaro che non si voleva dire che questa uguaglianza di natura implicasse un'eguaglianza de facto nella vita reale, nei destini sociali di ognuno. Nel "Discorso sull'origine della diseguaglianza tra gli uomini" il pensiero di Rousseau su questo tema si manifesta in maniera compiuta come bene pone in evidenza il saggio di Galvano Della Volpe mettendolo in comparazione con il pensiero marxista.

Scrivi una recensione