Le rughe del sorriso - Carmine Abate - copertina

Le rughe del sorriso

Carmine Abate

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 16 ottobre 2018
Pagine: 258 p., Rilegato
  • EAN: 9788804702207
Salvato in 28 liste dei desideri

€ 18,05

€ 19,00
(-5%)

Punti Premium: 18

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Le rughe del sorriso

Carmine Abate

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Le rughe del sorriso

Carmine Abate

€ 19,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Le rughe del sorriso

Carmine Abate

€ 19,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 19,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Candidato al Premio Strega 2019
Con naturalezza e autorevolezza, come accade solo con i grandi scrittori, Carmine Abate sa portarci nel cuore della Storia dei nostri giorni, là dove si decide il destino di tutti.

Tutte le verità di questa storia, di cui ancora ignoravo il finale, tutte le sofferenze e le gioie dei protagonisti, il loro passato e il sogno del futuro, persino le crudeltà dei nostri mondi, parevano custoditi nelle rughe del sorriso di Sahra, come in uno scrigno segreto

Sahra si muove nel mondo con eleganza e fierezza ed è accesa, sotto il velo, da un sorriso enigmatico, luminoso. È una giovane somala che vive con la cognata Faaduma e la nipotina Maryan nel centro di seconda accoglienza di un paese in Calabria. Finché un giorno sparisce, lasciando tutti sgomenti e increduli. A mettersi sulle sue tracce, "come un investigatore innamorato", è il suo insegnante di italiano, Antonio Cerasa, che mentre la cerca ne ricostruisce la storia segreta e avvincente, drammatica e attualissima: da un villaggio di orfani alla violenza di Mogadiscio, dall'inferno del deserto e delle carceri libiche fino all'accoglienza in Calabria. Anche quando tutti, amici compresi, sembrano voltargli le spalle, Antonio continua con una determinazione incrollabile la sua ricerca di Sahra e di Hassan, il fratello di lei, geologo misteriosamente scomparso. Dopo aver raccontato l'emigrazione italiana in Europa e nel mondo, Carmine Abate affronta di petto la drammatica migrazione dall'Africa verso l'Italia e lo fa con un romanzo corale e potente. Sahra, la giovane somala che anima il romanzo con la sua presenza (non meno che con la sua assenza), è un personaggio memorabile, destinato a rimanere definitivamente nella galleria dei grandi personaggi letterari femminili. Con naturalezza e autorevolezza, come accade solo con i grandi scrittori, Carmine Abate sa portarci nel cuore della Storia dei nostri giorni, là dove si decide il destino di tutti. E sa coinvolgerci senza artifici ideologici, moralismi o compiacimenti letterari, restituendoci un sentimento del mondo che – malgrado tutto – si apre alla meraviglia di esistere.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,67
di 5
Totale 9
5
3
4
1
3
4
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Maria Chiara

    19/09/2019 15:50:22

    Bel libro, nello stile di Carmine Abate. Personalmente mi aspettavo qualcosa in più, non mi è scattato "l'amore" ma resta ben scritto e coinvolgente.

  • User Icon

    2019

    08/06/2019 17:03:24

    Un racconto di attualità, un'attualità che non rimane sulle pagine di giornale ma che narra storie di vita vissuta da persone che si spostano per cambiare la vita. La propria e quella degli altri. Una scrittura intima e profonda che permette di conoscersi e, quindi, di superare il pregiudizio.

  • User Icon

    Erica

    08/03/2019 06:33:16

    Nonostante io non sia un appassionato di letteratura italiana, questo libro è stato una piacevole scoperta. Racconta le vicissitudini dei migranti che ormai in massa raggiungono le coste italiane in cerca di una nuova vita, i soprusi subiti durante il lungo e pericoloso viaggio attraverso l'Africa. La narrazione si svolge su due piani: nel presente le vicende del protagonista che indaga sulla scomparsa della bella e misteriosa Sahra, nel passato i terribili ricordi di Faaduma. La conclusione non mi è piaciuta particolarmente, e neanche la trama nel suo complesso, ma il tema trattato è estremamente attuale e permette al lettore di avere un punto di vista diverso riguardo alla questione migranti

  • User Icon

    Laura

    11/02/2019 13:08:06

    Carmine Abate, che ci ha abituati alle sue storie di emigrazione e ritorni, ha sentito forte stavolta la spinta a narrare una storia d'immigrazione, sottolineando le poche differenze tra "noi" e "loro", uniti sempre e soltanto nella ricerca di un futuro migliore.

  • User Icon

    Marisa

    25/01/2019 20:02:23

    Romanzo che tratta un tema molto attuale e dibattuto, ma secondo me non decolla per via di una trama scolorita che poco si avvicina ad altre ben piu' colorite dei precedenti romanzi di Abate.

  • User Icon

    Pino

    04/12/2018 17:38:44

    un romanzo bellissimo che si legge tutto di un fiato.. "Per tanto tempo vi ho cercato e ora che la vita si assottiglia mia sorella mi ha ritrovato riportandomi dalla mia famiglia troppe volte ho subito violenza che ha scavato la pietra del viso mia sorella nasconde la sofferenza nelle rughe del suo sorriso"

  • User Icon

    Dino

    20/11/2018 16:52:36

    Un bel romanzo di urgente attualità. Una storia di migrazione raccontata dagli stessi protagonisti in modo avvincente e corale. La scrittura è ricca e movimentata, non annoia mai. L'autore riesce ad affrontare una tematica spinosa e complessa con una naturalezza e una maestria che sorprende, anche quando si racconta l'inenarrabile (la storia del viaggio attraverso il deserto, le carceri libiche e la traversata del Mediterraneo), o la vita in Somalia delle donne protagoniste. La cosa che ho più apprezzato è che non insegue mai la cronaca giornalistica, ma approfondisce sentimenti e rapporti tra i migranti e chi li accoglie, puntando semplicemente sull'arte del narrare, posta ad epigrafe del romanzo: "Raccontare, raccontare, finché non muore più nessuno. Mille e una notte, un milione e una notte" (Elias Canetti). Un libro da far leggere in tutte le scuole italiane.

  • User Icon

    moreno63

    19/11/2018 14:58:39

    Libro che lascia intravvedere possibilità di approfondimento di storie e personaggi ma che, tuttavia, si ferma allo stadio superficiale. A tratti sembra quasi una semplicistico estratto giornalistico sul tema. Libro sicuramente meno riusciuto di altri. Peccato.

  • User Icon

    Ciro D'Onofrio

    07/11/2018 18:55:09

    Le rughe del sorriso è un romanzo di grande attualità che affronta il tema della migrazione ambientandolo anzitutto in un contesto italiano, la Calabria della Sila e del mare, luogo che è stato e continua ad essere teatro di migrazione italiana. E si parte dalla frustrazione e dall'amarezza di un terra italiana splendida e matrigna che costringe a migrare, ieri come tutt’oggi, per spingersi poi oltre il mediterraneo, l’Africa profonda, insanguinata e martoriata da feroci guerre fratricide ma anche capace di grandissima dignità e di una resistenza stoica. La ricerca del sorriso enigmatico di una donna scomparsa sarà il filo conduttore del libro, un sorriso oscurato dalle rughe della sofferenza, le privazioni, i lutti che però non ne faranno mai una donna rassegnata. Sahra sarà sempre una leonessa coraggiosa che combatte in Africa come in Italia alla ricerca della dignità morale prima e materiale poi per se e per la sua famiglia. Un racconto corale, autorevole e drammatico, lontano da ogni tentazione buonista e terzomondista,da cui si evince forte l’esigenza dello scrittore di raccontare attraverso questa sua storia una delle grandi emergenze umane e sociali dei nostri giorni.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente

Veronesi e Albinati provano a raccontare contraddizioni e bassezze dei nostri anni in chiave saggistica, Cavalli e Carmine Abate hanno scelto la strada della narrativa per spiegare il clima meschino che si respira in certa Italia: odio, discriminazione e razzismo – malamente camuffati da voglia di sicurezza, ordine e rispetto delle regole – non appartengono a questi scrittori. In particolare l’autore calabrese, già premio Campiello, scrive di un sorriso, quello di Sahra, somala costretta a fuggire dalla sua terra per non farsi travolgere dalla violenza e dalla guerra che dilagano. Finisce in un centro di seconda accoglienza a Spillace, in Calabria, con la cognata Faaduma e la nipotina Maryan, figlia di suo fratello Hassan. A raccontare la sua storia è un insegnante d’italiano, Antonio Cerasa, che lavora in quel centro.

Ne Le rughe del sorriso (258 pagine, 19 euro), edito da Mondadori, Carmine Abate si sofferma incantato su Sahra, «i suoi occhi non cambiavano espressione, inseguivano traiettorie enigmatiche, che nessuno di noi poteva intercettare perché nessuno aveva vissuto il suo dolore»; «non si dava tante arie, sembrava una di noi, solo più nivura, più alta e più bella». La giovane donna, però, scompare, e Antonio, che se n’è innamorato, fa di tutto per rintracciarla. Riesce a conoscerla – lei era evasiva e riservata – meglio attraverso i racconti della cognata, ne scopre l’odissea, iniziata nel villaggio di Ayuub, dalla morte dei genitori al deserto, alla Libia, dove finisce in carcere, dal Trentino alla Calabria. Lei è andata via, senza dare spiegazioni, solo promettendo che sarebbe tornata. Antonio, con determinazione, prova a indagare, andando a Riace, Rosarno, Crotone e perfino a Lampedusa. La ricerca, in realtà, è doppia, Antonio è sulle tracce di Sahra, che a sua volta cerca il fratello Hassan, irrintracciabile.

Fra le righe della trama e della scrittura (in cui calabresi e stranieri storpiano l’italiano) di Abate, prive di pietismi e toni melodrammatici, c’è la consapevolezza che i migranti, come quelli che li accolgono e come quelli che vorrebbero respingerli, sono solo alla ricerca della felicità, dell’amore, di una casa, di pace e stabilità; c’è la consapevolezza che i meridionali che emigravano in Germania non erano affatto diversi dai disperati che cercano di raggiungere l’Europa dall’Africa. Antonio ascolta profughi con l’orrore negli occhi e le loro storie, come tutti dovremmo imparare a fare, specie quelli che fra di noi, a parole, sono i più progressisti e illuminati. Sapere che Abate – che ha raccontato l’emigrazione degli italiani all’estero, che è stato insegnante – ha girato e sta girando l’Italia, in particolar modo le scuole, per presentare questo suo romanzo, rincuora. Ha scritto una lezione sul dialogo contro ogni razzismo. Ne servono ancora.

Recensione di Arturo Bollino

  • Carmine Abate Cover

    Carmine Abate è di origine albanese ma è nato in un paese calabrese  Ora vive tra la Germania, il Trentino e la regione d'origine. Ha esordito come narratore nel 1991 con II ballo tondo, che è stato tradotto anche in Germania e in Albania. Ripubblicato nel 2000 da Fazi, ha vinto il premio Arge-Alp. Nel 1999 con La moto di Scanderbeg ha avuto un grande successo di critica e di pubblico, al quale sono seguiti altri romanzi, Tra due mari (Mondadori, 2002), La festa del ritorno, (Mondadori, 2004, finalista al Premio Campiello), II mosaico del tempo grande (Mondadori, 2005), Vivere per addizione e altri viaggi (Mondadori, 2008), Gli anni veloci (Mondadori, 2009), La collina del vento (Mondadori, 2012), Il bacio del pane (Mondadori, 2013), Il banchetto di... Approfondisci
Note legali