Categorie

I sacerdoti, i guerrieri, i contadini

Ottavia Niccoli

Editore: Einaudi
Collana: Saggi
Anno edizione: 1979
Pagine: XXIII-145 p., ill.
  • EAN: 9788806119324
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 8,78

€ 10,33

Risparmi € 1,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

La società francese dal Medioevo alla Rivoluzione attraverso lo studio di un'immagine.
Nel 1789 apparve a Parigi una massa di stampe di poco prezzo e ad alta tiratura che si ispiravano alla situazione politica del momento, esprimendo una volontà di caricatura, di satira, talora di vera e propria propaganda. In esse colpisce molto spesso la presenza di una triade simbolica, composta da un prete, un nobile, un contadino, che intendono rappresentare i tre stati riuniti a Versailles in assemblea generale. Mentre il simbolo non presenta alcun problema per il prete e il nobile, è meno chiaro perché «le Tiers» debba essere raffigurato da un contadino e non dalla sua componente piu significativa, la borghesia. In realtà gli anonimi incisori di quelle stampe si adeguavano ad uno schema figurativo assai antico, di cui essi non conoscevano l'origine, vecchia di almeno novecento anni. Questa ricerca vuole appunto studiare la storia dell'immagine culturale e iconografica secondo la quale la società è divisa in tre grandi categorie, quelli che pregano, quelli che combattono e quelli che lavorano, un'immagine che si rivela una delle idee portanti della cultura europea dall'alto Medioevo alla presa della Bastiglia. Ripercorrerne il cammino significa cogliere, pur nelle sue variabili, un elemento di continuità che valica la tradizionale cesura tra Medioevo ed Età Moderna, seguire la diversa utilizzazione di uno strumento di polemica politica usato in forme sempre diverse e sempre efficaci e, ancora, tracciare l'evoluzione di un grande tema iconografico.Infine, le diversissime sedi in cui l'immagine appare - stampe popolari, testi agiografici, letteratura giullaresca, descrizioni di entrate trionfali dei re di Francia - riportano al problema dei rapporti tra cultura dotta e popolare, e il loro raffronto permette di coglierne attraverso un esempio concreto ed efficace l'influenza reciproca: risultato certo non ultimo di questa ricerca.