Categorie

Richard N. Patterson

Traduttore: A. Biavasco, V. Guani
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2004
Pagine: 640 p. , Rilegato
  • EAN: 9788830421615

Continua la saga dei Kilcannon iniziata con Nessun luogo è sicuro e Chiamato a difendere. Maestro della suspense e del thriller a sfondo politico, Richard N. Patterson regala ai lettori un romanzo appassionante che coniuga sapientemente fantasia e realtà. La vicenda, che ha per protagonista Kerry Kilcannon, immaginario Presidente degli Stati Uniti, si svolge infatti in un contesto di situazioni e personaggi verisimili, che contiene chiari riferimenti all'America d'oggi.
Deciso a continuare la sua lotta a favore del bene comune, Kerry Kilcannon, ormai conquistata la Casa Bianca, si impegna a combattere un commercio che crea ogni anno milioni di vittime nel suo Paese: quello delle armi. Interessi economici e una visione reazionaria del potere si alleano sostenendo il diritto dei cittadini americani di possedere un'arma da fuoco, a tutto vantaggio di una ristretta cerchia di potentissimi produttori affiliata a un'associazione chiamata Sons of the Second Amendment. Per porre fine a questa situazione, il neopresidente dovrà affrontare le insidiose trappole di pericolosi nemici, che non esitano a sconvolgere la sua vita privata e a colpirlo negli affetti più cari.
Ottenuto l'annullamento del precedente matrimonio dalla Sacra Rota, all'indomani della nomina, Kilcannon può finalmente sposare, in una fastosa cerimonia alla Casa Bianca, Lara, l'affascinante giornalista che lo ama da sempre e che lo ha sempre sostenuto nella sua carriera politica. La sua felicità ha però breve durata. Proprio il giorno dopo le nozze, suo cognato, uno squilibrato, già pregiudicato per atti di violenza, commette un'orrenda strage all'aeroporto di San Francisco, in cui rimangono vittima anche la moglie e la figlia. L'arma utilizzata dal folle è una pistola che impiega micidiali pallottole definite «artiglio d'aquila», in grado di lacerare gli organi vitali, quadruplicando la mortalità rispetto ai comuni proiettili. La lobby delle armi, che aspettava da tempo un'occasione per screditare Kilcannon, non perde tempo e cerca di pilotare gli eventi per eliminare il suo nemico più pericoloso. Riuscirà il Presidente a trovare la forza di difendere l'onore suo e della sua famiglia e a vincere la battaglia contro i costruttori d'armi?
Lotta per la presidenza, lobby dell'industria delle armi, scandali familiari: questi ingredienti fanno di Scelta obbligata non solo un thriller coinvolgente e di forte impatto emotivo, ma anche un ritratto impietoso dei vertici del potere americano e una storia di scottante attualità.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giuseppe Florio

    19/05/2013 15.51.30

    Ottimo legal thriller, ilterzo di una trilogia che ha come protagonista Kerry Kilcannon, il presidente degli Stati Uniti dell'ala democratica, impegnato a lottare sul tema dell'industria delle armi. Egli vi è legato personalmente per via dell'omicidio di suo fratello, sua cognata, la suocera e sua nipote. Un'aspra e intrigante guerra politica tra repubblicani, seguiti dai difensori del possesso di armi da fuoco per i cittadini americani(in base al secondo emendamento della costituzione)e i democratici, sostenitori di Kerry per l'attuazione delle riforme sul controllo dei precedenti penali degli acquirenti. Principale antagonista della storia, la SSA,lobby del settore armieristico che tiene i fili dei partiti facendosi fare leggi a pro suo. L'autore ha prestato particolare attenzione allo svolgimento dei fatti nel suo paese riguardo a tale settore creando un romanzo del tutto realistico ispirato da fatti accaduti nel periodo compreso tra il 2000 e il 2003 negli Stati Uniti. Da buon ex avvocato ha saputo trattare con rigorosità i procedimenti processuali. Ottimo romanzo molto istruttivo con un'importante morale di fondo da impiantare nella narrativa scolastica di tutto il mondo.

  • User Icon

    TITTI

    19/04/2010 20.36.37

    Superlativo Patterson! Questo è un legal-thriller tecnico dove politica, lobbies e avvocati la fanno da padroni. Ma la maestria di Patterson sta proprio nel raccontare una storia intricata in maniera semplice adatta a tutti. Bellisssimo, veramente una gran bella lettura....!

  • User Icon

    geko

    09/01/2010 18.32.27

    romanzo strepitoso! il dibattito sulle armi da fuoco e sul secondo emendamento negli Stati Uniti è appassionante! imperdibile! grande Patterson.

  • User Icon

    ipnosi

    30/08/2008 11.27.54

    Altro ottimo romanzo di questo autore che conclude la trilogia sul personaggio di Kerry Kilcannon trattando un tema di notevole impatto sociale negli USA. Sempre gradevole la lettura di PRN, senza inutili fronzoli: e questo malgrado il numero di pagine fosse di gran lunga superiore al format medio di questo genere di libri.

  • User Icon

    mauro mauri

    22/11/2004 16.44.27

    E' un libro molto interessante e quantomai attuale. Ha per oggetto la smodata diffusione in America delle armi ma il libro in realtà affascina per altri motivi. Offre, infatti, uno spaccato della società americana assolutamente lucido e spesso originale con una descrizione implacabile dei vari protagonisti di quel paese: presidente e first lady, il senato, le grandi industrie con le loro lobbies, i mass-media, il sistema legale e giudiziario...insomma, niente escluso ed eccettuato. Insomma, l'opera è senz'altro godibile anche se ritengo che possa interessare , visti gli argomenti trattati, solo ad un circoscritto numero di lettori.

  • User Icon

    Ines

    04/11/2004 11.08.15

    GRANDE, davvero GRANDE. Ho letto tutti i libri di RNP, e questo è sicuramente uno dei migliori. Anche se un genere particolare le vicende Kilcannon son da leggere.

  • User Icon

    kerry

    30/08/2004 15.20.03

    bellissimo, drammatico ed impegnato politicamente, questo romanzo fa pensare non solo x la parte legata al controllo delle armi, ma soprattutto al reale atteggiamento dei politici, di qualunque nazione, legati solo ad atteggiamente utilitarisitici davvero aberranti. i repubblicani americani sono taaaaanti simili a parecchi politici nostrani. resta comunque un bellissimo romanzo pieno di tensione. da leggere

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione