Editore: Marsilio
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 3 settembre 2008
Pagine: 378 p., Rilegato
  • EAN: 9788831795715
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Per inseguire i suoi sogni e dare corpo al suo engagement, Niudd' emigra dopo il '68 da Bari a Roma per fare il giornalista politico, partecipando a quel clima in cui la liberazione veniva vissuta in prima persona. Le vicende del "giornalista democratico" si intrecciano con quelle dei colleghi borghesi e salottieri, del movimento, del femminismo, dei "compagni che sbagliano", del terrorismo, dell'inadeguatezza del sistema politico e delle sue ambiguità. In quel clima, dopo un paio d'anni dalla nascita di sua figlia Saverin', Niudd' sfascia, come da copione, il suo matrimonio con Iagatedd', la ragazza che per amore lo aveva seguito nella capitale. Doppiamente sconfitto e ferito - dal crollo del suo mondo di valori e di rapporti, e da una tragedia personale Niudd' torna ubriaco di scordanza nella sua città, a sopravvivere proprio nella casa in cui era vissuto da ragazzo, in attesa e con la speranza di poter rivedere sua figlia.

€ 16,58

€ 19,50

Risparmi € 2,92 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    berti silvia

    15/11/2008 17:04:53

    Nuovo romanzo di Beppe Lopez, bello nella prima parte, riflessivo e autobiografico nella seconda; una perfetta ,direi analitica, ricostruzione del periodo di quegli anni la quale a volte ne appesantisce la lettura. Non male, ma Capatosta dov'è finito ? Li' Beppe è stato formidabile. Grande maestro del linguaggio, stupendo idioletto pugliese prima di Camilleri , credo meglio....

  • User Icon

    alida

    20/10/2008 19:25:20

    libro diviso in due parti. "andata" e "ritorno". la prima parte è molto bella, poetica. la seconda a mio avviso è un po' ridondante, di maniera rispetto certi argomenti (il 68 etc) e ovvia. consiglio il romanzo precedente di beppe lopez: "capatosta", era edito da mondadori adesso non so se lo si può ancora trovare in libreria. (se così non fosse sarebbe davvero un delitto perchè quel romanzo è davvero bellissimo, molto più di questo).

  • User Icon

    giuseppe petralia

    14/10/2008 10:02:29

    E' un libro sulla perdita della memoria, dei valori che hanno caratterizzato la generazione che ha creduto in un mondo diverso, migliore. E' un libro anche privato, forse, a tratti, autobiografico, che sancisce il disagio esistenziale del protagonista. Dopo otto anni da Capatosta, Lopez ci regala un libro intenso,storiografico, diviso in due parti "Andata" e "Ritorno", un libro caratterizzato da uno stile narrativo infarcito di bellisssime citazioni pugliesi, terra d'origine dell'autore. Ma perhé se ne parla poco?

Scrivi una recensione