Se la notte ha cuore

Matteo Corradini

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Bompiani
Collana: Ragazzi
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 15 aprile 2020
Pagine: 240 p., Rilegato
  • EAN: 9788830101463

Età di lettura: Da 12 anni

€ 14,25

In uscita da: 15 aprile 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Codini Donna è il nome con cui si presenta al mondo il protagonista del romanzo, che, vestito da chierichetto, decide di fuggire dal camposcuola estivo durante una grande festa a cui non vuole prendere parte. Sua complice e compagna è Andra, che non parla e porta un costume da majorette. La notte è lunga e popolata di bizzarri incontri: tra balli notturni e inseguimenti nel buio i due andranno alla ricerca di una serie di messia, che sono semplicemente le persone che sanno mostrare la bontà del domani tanto da far venir voglia di cambiare l'oggi. Le persone che possono salvarci. Ma nella notte non è facile distinguere l'amico dal nemico: Rodento, Mazurka, l'inquietante Barbara Zagaglia, il cane Asmodeo, tozzo e rognoso, la delicata Ortenzia... chi sono? Da che parte stanno? È tutto un incubo, un delirio, forse. Ma il risultato è grandioso se alla fine Andra riesce ad affrontare l'uomo che le ha tolto la voce e i sogni, e Codini a parlare con suo padre. E il giorno dopo tutto non sarà per forza migliore, ma diverso sì. Età di lettura: da 12 anni.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Matteo Corradini Cover

    Matteo Corradini vive nelle campagne del piacentino. È scrittore ed ebraista. Autore di libri per ragazzi e per adulti, è curatore di Scrittorincittà e fa parte del team di lavoro del Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara. Come giornalista collabora a diverse testate, quali Avvenire, Popotus, Andersen.Ha insegnato per alcuni anni all'università Metodi e tecniche del gioco e dell'animazione come docente a contratto; prepara laboratori di espressione e didattica della Memoria in Italia e all'estero. Ha lavorato come regista teatrale e con alcuni musicisti organizza conferenze musicali. Nel 2001 ha conseguito il premio Benassi come miglior giovane giornalista dell'Emilia Romagna, e nel 2004 il premio nazionale Alberto Manzi per la migliore... Approfondisci
Note legali