Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La seconda guerra mondiale - Raymond Cartier - copertina

La seconda guerra mondiale

Raymond Cartier

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Edmondo Aroldi
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 1 luglio 2014
Pagine: 1156 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788804643746
Salvato in 54 liste dei desideri

€ 9,13

€ 16,90

Punti Premium: 9

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Raymond Cartier ha pubblicato quest'opera trent'anni dopo la fine della Seconda guerra mondiale, quando l'immensa documentazione, diplomatica e militare, dei vari Paesi in conflitto era ormai diventata accessibile. Egli ha così potuto attingere tra l'altro agli archivi del Pentagono, prendere visione degli interrogatori dei criminali di guerra a Norimberga, consultare le memorie dei grandi protagonisti. Ne è risultata una sintesi storica che offre al lettore un quadro d'insieme degli avvenimenti, delle loro cause e delle conseguenze che ancora gravano sul presente. "Ma lo sforzo maggiore" scrive lo stesso autore "è stato compiuto nell'intento di presentare una tragedia, il cui ritorno è per noi oggi inconcepibile, attenendosi il più possibile alla verità ed evitando che qualsiasi altra considerazione potesse travisare i fatti."
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 4
5
1
4
2
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Roberto

    19/06/2019 09:12:06

    Se non fosse così datato, e quindi non avesse le grosse lacune dovute alla mancanza di fonti sovietiche, avrei dato una stella in più, ma il volume è del 1968 e quindi soffre di alcune mancanze storiografiche. L'autore poi scriveva durante il pieno della Guerra Fredda, dove l'occidente era decisamente molto viziato dall'anticomunismo anche in ambito accademico. Detto questo il libro è piacevole da leggere, alcuni giudizi sui vari leader sono molto calzanti con un filo di ironia, la guerra è trattata in modo coinvolgente anche se si limita troppo alle vicende belliche e tralascia troppo le vicende socio/economiche (ma sono gusti). Buona base di partenza insomma, a cui però andrebbero aggiunti libri più recenti, soprattutto sul fronte orientale.

  • User Icon

    Vinx

    16/02/2019 19:35:21

    Per chi ama la Storia e in particolar modo gli eventi del secondo conflitto mondiale, è certamente un testo da consigliare e quindi da leggere: non vi deluderà!

  • User Icon

    saturn

    30/08/2015 21:55:34

    Libro soprattutto scritto benissimo dall'autore e tradotto in modo esemplare; il testo è veramente piacevole da leggere e descrive in modo brillante e minuzioso tutte le campagne della guerra. Cartier comprende perfettamente l'andamento del conflitto e l'importanza relativa dei vari eventi e dei fronti di guerra; egli quindi presta particolare attenzione al fronte occidentale del 1940, al fronte orientale 1941-45, allo sbarco in Normandia, alla battaglia di Berlino; l'autore tuttavia non trascura anche le altre campagne e il fronte del Pacifico, fornendo un affresco storico completo e ricco di particolari. E' sorprendente come questo testo, di oltre 30 anni fa, non risulti affatto superato e come le analisi e i giudizi di Cartier, soprattutto riguardo l'operato di Hitler, rimangano sostanzialmente validi. La pecca principale è naturalmente l'eccessivo anticomunismo dell'autore; egli inoltre non dispoenva delle fonti sovietiche e russe e quindi la sua analisi dell'operato di Stalin e dell'azione dell'Armata Rossa presenta delle evidenti lacune oltre ad essere in parte viziata dalla sua ostilità ideologica; l'autore peraltro non sminuisce l'apporto essenziale dei russi alla vittoria sul nazismo. In conclusione un libro da leggere soprattutto per il piacere della lettura che scorre rapida e avvincente pagina dopo pagina.

  • User Icon

    Franco

    16/07/2015 14:30:40

    Si tratta di un libro scritto benissimo, molto dettagliato e preciso nel riportare eventi e vicende, facile da leggere e molto completo nonostante l'ampiezza del periodo storico e delle vicende trattate. Unica pecca: la mancanza di cartine geografiche che consentirebbero una più agevole fruizione di alcune sequenze di informazioni. MOLTO consigliato sia per chi è appassionato sia per chi vuole accostarsi all'argomento.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
Note legali