Categorie

Jeffery Deaver

Collana: Narrativa
Anno edizione: 2004
Formato: Tascabile
Pagine:
  • EAN: 9788817022859

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    cri1405

    28/12/2015 16.56.30

    Torna in un'altra indagine il detective Lincoln Rhyme che questa volta deve riuscire a risolvere un caso che vede coinvolto uno strano ragazzo che si fa chiamare Insetto. Trama avvincente e interessante che l'autore fa terminare con un incredibile colpo di scena che vale, da solo, buona parte del gusto di leggere questo libro. Lo stile è, come sempre, agile e fluido invoglia il lettore a proseguire nella lettura per scoprire come andrà a finire la vicenda. L'analisi psicologica dei personaggi è sempre molto accurata e sottolinea la volontà di J.D. di rendere i propri personaggi "reali" e non semplici stereotipi del genere thriller: a questo proposito non si può non ricordare l'evolversi del rapporto tra Amelia e Lincoln che sarà costretto a confrontarsi proprio con la sua allieva più capace con la quale,come sappiamo, il rapporto non è solo professionale.Romanzo sicuramente buono,anche se non tra i migliori dell'autore.

  • User Icon

    elisa

    12/09/2015 19.01.37

    sinceramente ho letto di meglio di Deaver, ma direi che i colpi di scena del finale valgono da soli la pena di leggere questo libro

  • User Icon

    Luca

    10/07/2015 09.12.17

    Trama ben articolata, molto scorrevole e ricca di colpi di scena. Da rimanere a bocca aperta, brividi nel finale... un nido di vespe!

  • User Icon

    sara

    02/03/2015 18.44.33

    letto di meglio per quanto riguarda Deaver però rimane decisamente un buon libro da leggere

  • User Icon

    Raffosax

    01/12/2014 11.06.24

    Un buon libro, come tutti quelli di Deaver, soprattutto per l'esito finale, mai scontato. Tuttavia venendo dalla lettura di UNO SCHELETRO CHE BALLA (il romanzo pubblicato immediatamente prima e sempre con Rhyme),che ho trovato eccezionale, mi è mancato qualcosa

  • User Icon

    Alex

    21/06/2013 15.11.38

    Vado controcorrente... non è un libro che mi ha preso. L'ho cominciato e lasciato più volte, per me Deaver ha fatto di meglio in altri libri.

  • User Icon

    sara

    11/05/2013 16.07.07

    decisamente un buon romanzo...ne ho letti di migliori per quanto riguarda deaver ma comunque la sedia vuota è senz'altro da consigliare...

  • User Icon

    STELLASOLITARIA

    17/09/2012 12.27.01

    Letto un paio di anni fa, subito dopo aver divorato il collezionista di ossa. Mi ha coninvolto come tutti i libri che hanno per protagonista L.Ryme e A.Sach. Bello, ma non ai livelli del collezionista di ossa.

  • User Icon

    Roa Club

    06/09/2012 21.00.15

    non mi ha convinto.le due fughe nella foresta mi hanno un pò annoiato.interessante il finale.

  • User Icon

    Vittorio

    09/07/2012 09.35.13

    Quando si legge un libro di Jeffery Deaver si va quasi sempre sul sicuro, "La sedia vuota" non è tra i piu' belli da lui scritti, ma regala comunque azione, sorpresa finale e dei personaggi ben delineati. Per gli amanti del genere!!

  • User Icon

    giovanni

    16/04/2012 18.59.04

    bello davvero!!!

  • User Icon

    laura

    11/07/2011 13.53.12

    splendido.

  • User Icon

    Luana

    01/06/2011 14.55.11

    Un libro che ti cattura... pieno di colpi di scena... per niente scontato! Da leggere!

  • User Icon

    Vasco

    23/10/2010 14.46.10

    In assoluto il miglior della serie di Rhyme finore. Spettacoloso, con colpi di scena assolumente geniali e ben congeniati, mai banali ne forzati. Ti tiene incollato fino a 70 pagine dalla fine, dove poi inizia ad alzarsi di livello in maniera esponenziale, in un turbine di emozioni e capovolgimenti che ti tengono sveglio fino a notte inoltrata. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Pier

    01/09/2010 15.02.51

    Bel libro, alcune parti ottime. Da leggere anche se non tra i migliori. Il ritmo è buono e come spesso succede a 70 pagine dalla fine sembra tutto finito ma qualcosa accade.

  • User Icon

    Tonino

    11/10/2009 18.23.18

    E’ il terzo romanzo del ciclo di Lincoln Rhyme, ed e’ il terzo che leggo. Un racconto avvincente che si svolge in un ambiente selvaggio molto lontano da New York. Mi e’ piaciuto molto il doppio o triplo inseguimento tra boschi e paludi. Ma alla fine, dopo una sequenza frenetica di colpi di scena improbabili, mi e’ nato il dubbio che Deaver sia un ragazzaccio che si prende gioco del lettore.

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione