Categorie

Ferzan Ozpetek

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2015
Pagine: 218 p. , Brossura

11 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Cinema, musica, tv, spettacolo - Cinema, televisione e radio - Cinema, film - Singoli registi e produttori

  • EAN: 9788804653011

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mariella

    07/03/2016 13.06.58

    Avendo visto tutti i suoi film, dei quali alcuni molto apprezzati, questo romanzo non aggiunge nulla. E' una storia conosciuta, troppo romantica e anche un po' melensa.

  • User Icon

    angelo

    08/11/2015 23.08.56

    Ingredienti: una fata ignorante alla scoperta della Roma gaudente e spensierata degli anni '70-'80, una finestra di fronte su un mondo di artisti, amici, gay e trans, varie mine vaganti dalla sessualità incerta ma dai sentimenti nitidi, una magnifica presenza destinata a spegnersi pian piano. Consigliato: a chi vuol conoscere il lato più intimo e romantico di un regista di successo, a chi vuole scoprire un amore intenso, profondo e inevitabile come il dolore.

  • User Icon

    Belfy

    16/10/2015 18.27.40

    Molto lirico in alcune parti am senza dubbio un pastone dei suoi soliti film ... Peraltro tutti uguali La solita storia ... Amici cene terrazze trans .... Trito e ritrito Non lo trovo piu un regista interessante, a parte le fate ignoranti, il resto completamente inutile Non e stato Mai fresco e originale Un riipetersi continuo di CIO Che abbiamo visto e rivisto Non e piu originale nemmeno con un libro Basta con via ostiense, basta con cene domenicali, etc etc

  • User Icon

    Paola Malpeli

    13/10/2015 16.25.43

    È la sua vita. Descritta in maniera intensa, dolce e terrena. Ho ritrovato le fate ignoranti che è uno dei pochi film che riguardo ogni volta ne ho l occasione . La sua scelta finale è un atto d amore indiscutibile.

  • User Icon

    Stefi

    02/10/2015 09.18.15

    Non so che voto dare a questo libro... direi per certo che preferisco l'Ozpetek regista. Vorrei trovare in un libro una storia fresca, e invece qui non è accaduto: tutto ha il sapore del "già visto". Il libro mi ha annoiato perchè è il pastone dei suoi film: i personaggi, le storie, le situazioni. Mi spiace dover dire che il libro è il risultato di una strategia di marketing del tipo "il registra è conosciuto, quindi il libro venderà". Per non parlare del finale: ultra scontato. E la tecnica del flash back, piuttosto ovvia. Si salva per lo stile narrativo.

  • User Icon

    Viola

    19/08/2015 14.18.07

    Un libro ben scritto, intenso, vero. L'amore raccontato in modo magistrale. Una storia dove riconoscersi, un sentimento dove rispecchiarsi. Un plauso a Ozpetek.

  • User Icon

    PAOLO ARIGOTTI

    08/08/2015 18.08.04

    E' senza esitazioni uno dei più bei libri che abbia mai letto, denso di emozioni, storie e personaggi resi familiari al lettore dalla maestria dell'autore; numerosi i riferimenti a tanti dei meravigliosi film diretti dal regista, dei quali vengono svelati alcuni lati umani e personali poco noti allo spettatore (che sarei io, che non me ne sono mai perso uno), ma soprattutto un'esaltazione dell'amore ed una fondamentale lezione di vita che sarebbe utile per tutti comprendere, sul reale significato dell'esistenza, troppo spesso dedicata a traguardi effimeri ed illusori, che contano così poco.....

  • User Icon

    donatella

    29/07/2015 18.09.17

    libro splendido, commovente fino alle lacrime, profondamente emozionante. Avevo già letto "rosso istambul"ma questo mi ha coinvolta più ancora. Adoro Ozpetek come regista e come scrittore.Assolutamente da leggere

  • User Icon

    Donatella

    06/07/2015 10.30.33

    Costruito come un film, con un presente e molti flashback mai noiosi, questo racconto cattura il lettore. Si vivono assieme al protagonista amori, amicizie, storie divertenti e tragedie. Il pathos aumenta con lo scorrere delle pagine: il dramma si delinea poco a poco. In questo romanzo dove predominano i sentimenti veri l'autore non manca di sottolineare, in maniera molto garbata nella forma, le difficoltà che non solo nel corso degli anni ma purtroppo anche oggi devono essere affrontate da chi viene (in base a cosa?) identificato come "diverso" (dal poter avere un bambino al poter far visita in ospedale al proprio compagno). "Sei la mia vita" è uno dei pochi libri che rileggerò, per scolpirmi nella mente alcune frasi dove le parole che raccontano del vivere sono pura poesia.

  • User Icon

    zocca giuliano

    02/07/2015 15.00.07

    bellissimo ritrovare i personaggi dei suoi film, un libro che ti trasmette la passione di una storia d'amore al di fuori di schemi e luoghi comuni. Splendido.

  • User Icon

    Roberta

    14/06/2015 17.33.37

    Come per "Rosso Istanbul " mi devo ripetere, e definire questo romanzo semplicemente stupendo! Sono pagine di poesia, attraverso le quali Ozpetek racconta l'amore vero, quello che non si arrende di fronte a niente, capace di resistere a qualsiasi prova, a qualsiasi pregiudizio. La Roma degli anni settanta-ottanta fa da sfondo a storie di solitudine, di amicizie, di passioni travolgenti, di trasgressione, ma soprattutto alla presa di coscienza di se'. Nel romanzo convivono magistralmente lacrime e risate, finzione e realta' . Toccante, profondo, un capolavoro introspettivo!

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione