Senso '45

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Tinto Brass
Paese: Italia
Anno: 2002
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 18 anni
Salvato in 11 liste dei desideri

€ 3,74

€ 4,99
(-25%)

Punti Premium: 4

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 4,99 €)

Asolo, marzo 1945. Livia Mazzoni, moglie di un dirigente del Minculpop, deve raggiungere a Venezia il suo amante, un tenente delle SS. Durante il viaggio la donna ripensa al suo progressivo abbandono alla passione sessuale e al gorgo di perdizione che ha travolto Venezia nei giorni della Repubblica di Salò. Giunta a Venezia dovrà aprire gli occhi sull'amara e dolorosa realtà, compiendo un gesto disperato.
3,33
di 5
Totale 9
5
3
4
2
3
1
2
1
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    CyberDracula

    23/09/2018 20:04:16

    Da vedere. Leggermente meno di Saloon Kitty.

  • User Icon

    Giovanna

    05/12/2010 16:43:08

    Un belissimo film, straordinari i due attori protagonisti (garko gabriel e la galiena), poi naturalmente deve piacere il genere erotico! lo consiglio!

  • User Icon

    Giovanna

    21/10/2010 12:27:04

    Film molto bello straordinari i due protagonisti sanno recitare in maniera sublime permettendo così allo spettatore " di trovarsi catapultato nella scena" , si trova un sensuale e sconvolgente Gabriel garko e una dolcissima e innamorata Galiena. bella anche l'ambientazione della seconda guerra mondiale! lo consiglio ai maggiori di anni 18! buona visione!^_^

  • User Icon

    neroclaudius

    20/01/2007 11:41:23

    Assolutmente ridicoli ! Non saprei se in misura maggiore il Brass finto impegnato, gli interpreti (?) o chi tenta di dare una valutazione positiva a questo noiosissimo oltraggio a Boito.

  • User Icon

    Nathanael

    16/12/2006 01:30:48

    Voglioso di un minimo di considerazione nell'asfittico panorama cinematografico italiano di inizio millennio (della serie: "Se ce la fa Muccino, perché io no?"), il buon Brass si impegna più del solito nel confezionare un film: invece della solita serie di chiappone al vento e pisellini finti, ricicla l'ammuffito Boito, incasta un divetto da soap opera da terza serata, recupera un'eterna debuttante bollita da un pezzo, mette assieme delle scografie da naziporno anni '70 e strilla ai quattro venti che "è il mio miglior film da anni". Contento lui... Nel frattempo, il provolone d'oro va al primo che azzarda un paragone con Visconti.

  • User Icon

    Vittorio

    28/04/2005 22:02:02

    Per me,Salon kitty e piu Stupendo, Ma Questa Volta Tinto Brass del Voyerismo ha Fallito...

  • User Icon

    dylan128

    13/06/2004 15:51:57

    uno dei pochi capolavori del maestro dell'eros. Rilettura del capolavoro di Visconti, stupendi i due protagonisti.

  • User Icon

    carlo signore

    28/12/2003 21:05:13

    bello anque ,,,

  • User Icon

    Roberto

    05/04/2003 16:48:28

    Un gran bel film. Fine ed elegante. Fa parte di quella serie di film di Brass che hanno una forte trama, come ad esempio "La chiave". Stupenda Anna Galiena, ed anche Gabriel Garko. E' un film erotico, ma è anche un film con la F maiuscola. Penso che Brass intendesse fare uno dei suoi capolavori. Dal racconto "Senso" di Camillo Boito, riportato nella Venezia dell'anno '45.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente
  • Produzione: Eagle Pictures, 2002
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 128 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: dietro le quinte (making of)
  • Tinto Brass Cover

    "Propr. Giovanni T. B. (Milano 1933) regista italiano. Si segnala nel 1963 con Chi lavora è perduto, provocatorio film su un giovane anarchico che gli crea problemi di censura, che si accentuano con il successivo L’urlo, altra decisa provocazione antiborghese, realizzato nel 1968 ma dissequestrato solo nel 1974. Seguono Dropout (1970) e La vacanza (1971), in cui dirige la coppia F. Nero e V. Redgrave, in due vitali e ispirate storie di antieroi matti ed emarginati. Cineasta fino a quel momento atipico e «impegnato», dalla metà degli anni ’70 si lascia gradualmente trasportare dal suo gusto per la dissacrazione e lo sconvolgimento delle regole precostituite verso il filone erotico. All’inizio, con Salon Kitty (1975) e con il rinnegato Io, Caligola (1979), in forme non sguaiate e «tutelato»... Approfondisci
  • Anna Galiena Cover

    Attrice italiana. A diciotto anni lascia la famiglia per intraprendere la carriera artistica. Dopo aver viaggiato attraverso Europa, Canada e Stati Uniti, si stabilisce a New York dove frequenta l’Actors’ Studio e debutta sul palcoscenico. Tornata in Italia, nel 1984 si lascia tentare dal teatro e dalla televisione poiché il cinema le offre poche possibilità. Nel 1987, dopo il matrimonio con un distributore cinematografico, si trasferisce a Parigi e inizia finalmente un’intensa attività cinematografica, che la rivela ottima interprete di film sia stranieri sia italiani: è la sensuale e malinconica protagonista di Il marito della parrucchiera (1990) di P. Leconte, prostituta in Prosciutto prosciutto (1992) di J.J. Bigas Luna, madre tormentata di una ragazza epilettica in Il grande cocomero... Approfondisci
  • Franco Branciaroli Cover

    "Attore italiano. Allievo della scuola del Piccolo Teatro di Milano, vive un percorso formativo caratterizzato da alcuni incontri fondamentali (da A. Trionfo e C. Bene a L. Ronconi e G. Testori), decisivi per la sua affermazione come apprezzato regista teatrale e come interprete capace di interiorizzare i personaggi fino a darne una lettura singolare e sentita. Senza rinunciare ad alcuni ruoli televisivi, debutta nel cinema con Vizi privati, pubbliche virtù (1976) di M. Jancsó, film che lega in un intreccio indissolubile pratiche sessuali e dimensione del potere, duramente perseguitato dalla censura. Dopo la collaborazione con M. Antonioni in Il mistero di Oberwald (1980), instaura un duraturo sodalizio con T. Brass, partecipando a diversi suoi film: La chiave (1983), in cui tornano a essere... Approfondisci
Note legali