Editore: Fazi
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 24 novembre 2011
Pagine: 270 p., Brossura
  • EAN: 9788864112732
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
È l'estate del Sessantanove. Rosa si aggira per le strade di una Torino deserta, nella notte in cui gli occhi di tutti sono puntati sulla diretta TV di Tito Stagno. È un senso di estraneità al mondo che la spinge a vagare sul filo dei suoi pensieri. È scappata da un piccolo paese del Sud per colpa di uno scandalo e sta lottando per costruirsi una nuova vita. La notte dello sbarco dell'uomo sulla Luna, incontra Corrado, un giovane di estrema destra che spera di consolidare le sue ambizioni di potere sposando Olimpia, la figlia di uno dei più potenti industriali piemontesi. La passione istantanea che lega Rosa e Corrado è frutto del contrasto: per il giovane dal "cuore nero", che vive ossessivamente il suo ideale di onore, quella ragazza ignorante e sbandata che è Rosa esercita un'attrazione irresistibile con cui sporcare voluttuosamente il suo rapporto con Olimpia. A quell'attrazione non si può resistere, ma solo voltarle le spalle, viverla senza guardarla in faccia. E allora, a letto come nella Storia, il sessantanove è sempre un nodo di forze opposte ma avvinte insieme. Dopo quell'anno, Rosa e Corrado non saranno più gli stessi, come non lo sarà più l'Italia: l'Autunno Caldo, il femminismo, la strage di piazza Fontana attraverseranno le loro vite scardinandole. Prefazione di Carlo Lucarelli.

€ 12,32

€ 14,50

Risparmi € 2,18 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Michele

    17/01/2016 10:09:11

    Notevol: equilibrato, efficce nei personaggi e nei passagi narrativi; non mi sembra cada in nessuna banalità, né contenutistica né psicologica né d'intreccio. Semmai qualche espressione che non si sarebbe udita nell'italiano di qualche decennio fa, ma proprio a cercare il pelo. Da seguire, questa Bomoll.

  • User Icon

    Federica84

    13/10/2012 11:14:37

    Il titolo e' geniale. Una volta letto si capisce perché. Di sesso c'è ben poco. 69 e' piuttosto la metafora dell impossibilità' di questa coppia ad amarsi... e di due mondi opposti di allacciarsi... I personaggi sono descritti benissimo. C'è un approfondimento psicologico minuzioso anche in quelli minori. Ci si innamora un po' di tutti, anche di quelli "negativi", per il fascino che hanno. Lo sfondo storico ben descritto, sembra di calarcisi dentro... È un ottimo libro. Questa scrittrice e' cresciuta rispetto all'altro suo romanzo che lessi anni fa, più "giovanilistico" anche se già bello. Da seguire anche in futuro, e' una scrittrice eclettica.

  • User Icon

    Gianluca Mariani

    20/01/2012 11:43:04

    Bello questo libro che io considero un racconto lungo più che un romanzo. Mi appassiona la storia del nostro paese negli anni del secondo dopoguerra. Quello descritto dalla Bomoll, è un periodo cruciale di maturazione di un popolo e di una nazione, peccato che lo si è vissuto soprattutto condizionati da "opposti estremismi", a danno di una consapevolezza che avrebbe rafforzato la democrazia.Accadde l'opposto con la stagione del terrorismo. Bene scrivere di quegli anni, ancora meglio leggerne in tanti.

Scrivi una recensione