Sesso e lucertole a Melancholy Cove - Christopher Moore - copertina

Sesso e lucertole a Melancholy Cove

Christopher Moore

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: L. Fusari
Editore: Elliot
Collana: Scatti
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 26 aprile 2010
Pagine: 309 p., Brossura
  • EAN: 9788861921375
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,45

€ 17,50

Punti Premium: 9

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

A Pine Cove, California, regna e spadroneggia il Prozac, ma se la psichiatra locale, in preda a un improvviso rigurgito etico, decide di sostituirlo con un placebo, come se la caverà la popolazione? Semplice: tutti al bar avvinghiati in scintillanti festini! Mentre lo spasso (o quasi) è d'obbligo, la falla di una vicina centrale nucleare risveglia Steve, un lucertolone preistorico con un debole per le autocisterne (che cosa ci combini lo lasciamo alla turpe immaginazione dei lettori), per il blues caldo e avvolgente e per i miseri cittadini in astinenza da antidepressivi. Se a tutto questo aggiungete uno sceriffo che spaccia metamfetamine, un vice dallo spinello facile, un crimine da risolvere e un buon numero di bollenti love story, potrebbe cominciare a sorgervi il sospetto di trovarvi in un romanzo di Christopher Moore.
3
di 5
Totale 6
5
0
4
3
3
1
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giulia

    29/08/2012 14:39:13

    Sarà che è il primo libro che leggo di Moore e quindi non posso sentire il calo di tono rispetto ai precedenti romanzi pubblicati, sarà che venivo da libri impegnati, classici della letteratura, ma "Sesso e lucertole a Melancholy Cove" è stata una ventata di umorismo, talvolta ai limiti del demenziale e del grottesco, eppure mai scialbo. Concordo con chi dice che Moore a volte sembra smarrirsi nella scrittura, quasi fosse anche lui uno dei pazienti a cui vengono sottratti all'improvviso gli psicofarmaci. Una storia che sembra un delirio di massa: degli abitanti di Pine Cove, dello scrittore e, perché no, degli stessi lettori.

  • User Icon

    Kaonashi

    28/06/2011 12:32:39

    Portare in Italia uno dei primi libri di uno scrittore dopo che questi è stato portagonista di un successo letterario, non è sempre una buona idea. Accade qui con Christopher Moore, alle prese con una vicenda assai strampalata, inconcludente, priva di organicità e mordente. Tutto dovrebbe essere orientato alla goliardia delle situazioni, ma tolte Mavis, il mostro Steve e Molly, non rimane davvero molto altro da segnalare. Potrebbe piacere e coinvolgere per la solita vena comica caustica di Moore, ma se cercate una buona storia, allora è meglio se recuperate di questo autore titoli più recenti e coinvolgenti.

  • User Icon

    Libetta

    03/01/2011 01:19:26

    Nostalgia dei romanzi di Tom Robbins ma qui c'è più modernità. Notevole, le immagini romantico/surreali dell'ambientazione divertono con struggimento.

  • User Icon

    Claudio

    04/11/2010 17:53:56

    Prendiamo dei personaggi piuttosto “particolari” (e anche caratterizzati ottimamente) quali un “poliziotto” che coltiva marijuana, un farmacista con un’insana passione per gli animali marini, una barista bionica, un’ex stella del cinema diventata ufficialmente la pazza del villaggio, e molti altri decisamente poco comuni, abitanti di un paese sperduto, per la maggioranza depressi e in balia di una psicologa con troppi scrupoli morali, aggiungiamogli un mostro marino attratto sessualmente dalle autocisterne, intrecciamo il tutto con una storia di spaccio di droga, inseguimenti, sparatorie, mafia messicana, poliziotti corrotti… ed otteniamo il nuovo romanzo di Moore, pazzo delirante ed incredibilmente divertente come già il titolo promette. Davvero una lettura piacevole, una vicenda simile, per quanto riguarda l’assurdità dei personaggi e degli avvenimenti, a quella di Un Lavoro Sporco, ma a mio parere molto più scorrevole, mai noiosa e più esilarante. E poi il farmacista scopa balene… Da leggere!!!

  • User Icon

    Domenico

    20/10/2010 23:57:37

    Stando ad alcune recenzioni lette su vari siti di libri mi sarei aspettato di meglio. Non è che il racconto sia brutto,anzi in alcuni momenti è anche parecchio divertente ,ma nel complesso mi sarei aspettato qualcosina di più. Il finale poi è davvero un po moscio.

  • User Icon

    STYLE

    19/10/2010 17:53:28

    Non sarà il capolavoro del secolo (e nemmeno del decennio...) ma si legge piacevolmente e tutto d'un fiato. Dati però il ritmo e l'energia del resto del libro, speravo in un finale più coinvolgente

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Christopher Moore Cover

    Ha lavorato come commesso in un supermercato, portiere di notte, lattoniere, cameriere, aiuto fotografo di nera, assicuratore, piastrellista, vice cuoco e deejay prima di dedicarsi completamente alla scrittura. I suoi romanzi sono best seller da primi posti della classifica in Stati Uniti, Inghilterra, Francia, Germania e Giappone. Ha vinto numerosi premi, tra cui il prestigioso Quill Award per ben due volte consecutive (di cui una per Un lavoro sporco).Ultimo libro pubblicato dalle edizioni Elliot è Demoni. Istruzioni per l'uso, che precede Sesso e lucertole a Melancholy Cove. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali