Il settimo sigillo

(Det Sjunde Inseglet)

Titolo originale: Det Sjunde Inseglet
Paese: Svezia
Anno: 1957
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni

68° nella classifica Bestseller di IBS Film - Drammatico

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 7,99

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 4 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    PapaHet

    12/10/2017 12:15:35

    Impossibile, a mio parere, recensirlo. Siamo dinnanzi ad un opera d'arte. Una Stanza di Raffaello o una Scultura di Michelangelo. Bisogna solo viverlo il film più che vederlo.

  • User Icon

    Il Cinefilo

    29/11/2013 23:11:32

    Ambientato durante gli anni più bui del medioevo nella Scandinavia devastata dalla peste e dalle crociate, Il settimo sigillo è uno dei capolavori assoluti del maestro Bergman, uno dei migliori film mai realizzati, un'assoluta antologia di recitazione, temi e regia impeccabili, e una delle più struggenti, tragicomiche e intense rappresentazioni dell'uomo che indaga su Dio della storia del cinema. Gunnar Bjornstrand è strepitoso, Bengt Ekerot è memorabile e Max von Sydow primeggia nel primo suo ruolo importante.

  • User Icon

    Davide

    13/03/2013 13:43:47

    Un autentico classico del cinema mondiale, degno di comparire nella cineteca di qualsiasi appassionato : benché girato con mezzi limitati, il film è esteticamente godibilissimo in virtù della grazia conferita dal genio di Bergman, che restituisce appieno l'autentica atmosfera del Medioevo; il Medioevo di luci e ombre di LeGoffe, non certo quello idealizzato dai Romantici o stigmatizzato dai saccenti Illuministi. Nella rappresentazione convivono- come nei Carmina Burana, che ispirarono il regista - sacro e profano, commedia e tragedia,idealismo e opportunismo, senza dimenticare la tematica della sessualità (guardatevi, nei contenuti extra di questa versione, le scene originali censurate dal doppiaggio italiano e ve ne farete un'idea). Ma il motivo trainante di questa pellicola è la riflessione sulle tematiche della morte (che qui trova la più celebre ed eccellente personificazione della storia del cinema, magistralmente interpretata da un androgino Bengt Ekerot), di Dio e del senso della vita umana, che il regista dipana dando voce alle varie posizioni , da quella della religione (che Bergman distingue dal fanatismo, dimostrando di essere più lucido e aperto di molti presunti intellettuali di tempi recenti, come Cristopher Hitchens), rappresentata dal cavaliere Antonius Block (con tutti i dubbi e gli interrogativi tipici della vera ricerca spirituale) a quella dell'epicureismo, di cui si fa portavoce l'istrionico scudiero Jons. Un capolavoro del cinema mondiale, che nell'edizione italiana vanta un'eccellente doppiaggio da parte di tre maestri del calibro di Emilio Cigoli, Pino Locchi e Gianfranco Bellini, che incarnano, rispettivamente, la solennità di Block, la scanzonatezza di Jons e l'istrionismo dell'artista circense Jof.

Scrivi una recensione
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: BiM, 2012
  • Distribuzione: Rai Cinema - 01 Distribution
  • Durata: 95 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Svedese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,37:1
  • Area2
  • Contenuti: ebook; dietro le quinte (making of); speciale: "Bergman e la censura"