Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Il signor Cardinaud - Georges Simenon - copertina

Il signor Cardinaud

Georges Simenon

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Sergio Arecco
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 20 febbraio 2020
Pagine: 136 p., Brossura
  • EAN: 9788845934568
Salvato in 208 liste dei desideri

€ 15,20

€ 16,00
(-5%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Il signor Cardinaud

Georges Simenon

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il signor Cardinaud

Georges Simenon

€ 16,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il signor Cardinaud

Georges Simenon

€ 16,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (18 offerte da 15,20 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Con la consueta acutezza psicologica, e una sorta di ammirata partecipazione, Simenon ci racconta di un amore eroico, capace di non indietreggiare di fronte al tradimento e alla vergogna.

«Lui non aveva ancora quindici anni e già l’amava. Non come si ama una donna ma come si ama un essere inaccessibile. Come, al tempo della prima comunione, aveva amato la Madonna». Alla fine Hubert Cardinaud è riuscito a sposarla, quella Marthe «di cui tutti dicevano che si dava delle arie». Così com’è riuscito, lui, il figlio del cestaio, a diventare un distinto impiegato: uno che la domenica, all’uscita della messa, scambia saluti compunti e soddisfatti con i conoscenti e poi, dopo essersi fermato in pasticceria a comprare un dolce, torna a casa dove la moglie sta cuocendo l’arrosto con le patate. Una domenica, però, trova l’arrosto bruciato e la casa vuota – e gli crolla il mondo addosso. Non gli ci vorrà molto per scoprire che Marthe se n’è andata con un poco di buono, e che tutti in città lo sanno, e lo compatiscono, e pensano che sia un uomo «finito, annientato». E invece no. Hubert decide di ritrovare Marthe, a ogni costo, di bere «il calice fino alla feccia». Simile a «una formica ostinata che segue ostinatamente la sua strada, il suo destino, e che, ogni volta che il carico le sfugge, lo afferra di nuovo, pur essendo quel carico più grosso di lei», andrà a cercare Marthe, perché il suo posto è lì, «accanto a lui e ai bambini», e perché confida «nel trionfo del bene sul male, nella supremazia dell’ordine sul disordine» – «nell’inevitabile, fatale armonia».
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,21
di 5
Totale 34
5
14
4
15
3
3
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Barbara

    15/03/2021 10:20:05

    L'autore riesce a descrivere i personaggi in maniera profonda. Il racconto è semplice ma originale...è sempre un piacere leggere i libri di Simenon.

  • User Icon

    Domenico

    31/01/2021 18:47:46

    Un Simenon d'annata, in splendida forma..... consueta fine analisi introspettiva dei personaggi e "sguardo" comprensivo e tollerante nei confronti della condizione umana ! COME SEMPRE IL VECCHIO GEORGES NON DELUDE !

  • User Icon

    cecilia

    14/08/2020 12:05:37

    I lettori che come me apprezzano Simenon collocheranno questo romanzo tra i migliori (o quasi), mentre per i lettori che cominciano solo ora a scoprire Simenon sarà una buona occasione per inaugurare la conoscenza di altre opere (e ne scopriranno di superlative).

  • User Icon

    Massimo F.

    26/07/2020 21:02:00

    Non so se "Il Signor Cardinaud" sia o meno uno dei migliori romanzi di Simenon. Quello che so di certo è che più ”invecchio”, più apprezzo l'autore francese, quella sua asciuttezza così ben amalgamata con la completezza delle descrizioni dei personaggi e delle situazioni. A mio avviso, uno degli autori che, con pochi tratti di penna, meglio riesce a coinvolgere il lettore e a renderlo presente e partecipe nello sviluppo delle storie narrate. Un grande.

  • User Icon

    Gaia

    23/07/2020 11:10:39

    “Il signor Cardinaud” o meglio “Le fils Cardinaud” scritto nel 1941 a Fontenay-le-Compte e pubblicato l’anno seguente arriva fino a noi grazie ad Adelphi che stampa e divulga in Italia le opere di Simenon a partire dal 1985. Se dovessi definirlo in qualche modo potrei dire di averlo percepito come un romanzo diverso, perché tale mi è apparso, grazie al protagonista. Hubert Cardinaud è l’esempio, l’incarnazione della testardaggine e della resilienza che lo contraddistingue in tutto. Lui, figlio di un cestaio, è riuscito a diventare impiegato ed a costruire, come “una formica ostinata”, una famiglia con moglie e due figli. Marthe ,sua moglie, è stata una conquista difficile; la donna che tutti descrivevano come presuntuosa, la ragazza che lui ama incondizionatamente dall’ età di quindici anni “non come si ama una donna ma come si ama un essere inaccessibile”, lei è il fulcro intorno al quale ruota il suo mondo. Un’esistenza che potrebbe sembrare normale, ordinaria e perfetta ma che s’incrina una domenica come tutte le altre quando, di ritorno dalla messa, la casa è vuota e Marthe è scomparsa senza lasciare traccia. Dopo un momento di sconforto Hubert si riorganizza proprio con l’ostinazione dell’amore ed inizia la ricerca. Non ti anticipo cosa scopre sin da subito ma niente lo distoglie dalla convinzione della “ supremazia dell’ordine sul disordine “, “del trionfo del bene sul male” . Cardinaud non fa pena al lettore, anzi la consapevolezza dei fatti te lo rende, a differenza, un esempio di cocciutaggine da imitare . È forte, sicuro, consapevole e queste sue caratteristiche unite ad una buona dose d’intelligenza ti convincono a vedere in lui un esempio da seguire. La trama è semplice ma la scrittura e la capacità di analisi del personaggio e anche, per certi versi, dei comprimari sono di notevole bellezza. Simenon indugia su immagini con movimenti quasi cinematografici e descrive situazioni attraverso profumi, odori, rumori e persino cambiamenti climatici... bello!!

  • User Icon

    Towandaaa

    18/07/2020 12:15:19

    Fin dall’inizio ho percepito che questo romanzo non mi avrebbe dato lo stesso grado di coinvolgimento, non avrebbe suscitato in me l’attenzione verso il lavoro di costruzione psicologica dei personaggi che aveva caratterizzato altri lavori di Simenon (ricordo in particolare “Il fondo della bottiglia”, “Le campane di Bicêtre”, “L’uomo che guardava passare i treni” e “Il piccolo libraio di Archangelsk”). Mi sono ritrovata mera spettatrice di una ricerca condotta da questo uomo abbandonato improvvisamente dalla moglie, e l’unico dato che mi faceva riconoscere la penna di Simenon era che l’affanno e la portata emotiva erano pervicacemente contenuti: dietro ad una facciata di apparente normalità (all’inizio) oppure (in un secondo momento) dietro una acritica accettazione ex ante, cioè prima ancora del confronto e del chiarimento sui motivi. Il protagonista cerca di porre rimedio alla situazione non in quanto intende perdonare e ricostruire il legame coniugale e familiare, ma in quanto intende ripristinare quella facciata di piccola borghesia a cui era con difficoltà pervenuto, fatta di abitudini, di pranzi domenicali cucinati in un certo modo, di rapporti di lavoro gestiti nell’ipocrisia bilaterale di promozioni destinate a non avverarsi mai. Ma il sentimento, sia esso di amore, dolore, gelosia, vendetta, dov’è ? È stato troppo (per i miei gusti) compresso, al limite dell’innaturale. Perfino il ruolo, i motivi, le ragioni dei coprotagonisti risultano oggetto di un trattamento “distratto”: superficiale per quanto riguarda l’amante, praticamente assente per quanto riguarda la moglie, che appare un burattino sia per l’uno che per l’altro, un bene più da possedere che da amare. L’arco temporale ristretto avrebbe potuto fungere da cassa di risonanza per sentimenti astrattamente forti e ancestrali, ma finisce invece per contribuire all’impressione di sbrigatività che, e mi dispiace dirlo, questo romanzo mi ha dato per tutta la durata della lettura, e con cui ora lo congedo.

  • User Icon

    Hadar

    09/07/2020 20:30:32

    Ben scritto e strutturato. Si legge in due o tre giorni. Mi aspettavo però di più, visti i precedenti commenti. Come dire, un libro al più gradevole

  • User Icon

    Henry il grigio

    06/07/2020 10:16:31

    Secondo libro che leggo di questo autore che conoscevo principalmente per essere il creatore del commissario Maigret. Ho scoperto un autore fantastico da leggere, che crea i suoi personaggi e ti fa partecipare alle loro situazioni immedesimandoti e vivendole con loro. Bello anche questo romanzo, in cui la provincia francese e le "miserie "umane si toccano con mano, ed è anche a mio parere una grande storia d'amore verso la vita e le persone che ne fanno parte, bello...da leggere.

  • User Icon

    Giulio

    18/06/2020 17:42:44

    Semplicemente perfetto, da leggere per recuperare fiducia nella forza di volontà di un uomo.

  • User Icon

    Alberto Gallucci

    13/06/2020 06:41:00

    Ogni romanzo di Simenon è una piccola opera d’arte e Il signor Cardinaud non fa eccezione. La provincia francese affacciata sull’Atlantico emerge cristallina, con le sue miserie, i suoi, pettegolezzi, la sua monotonia e i tentativi di spezzarla, di ambire a qualcosa di più grande ma illusorio. Gli aspetti psicologici dei personaggi necessitano di pochi tratti per arrivare a toccare le corde più intime e profonde. Il tutto con descrizioni di ambienti che sonoi acquerelli, evocazioni poetiche. Leggere Simeonon è un piacere dalla prima all’ultima pagina

  • User Icon

    Luigi

    07/06/2020 09:17:45

    Libro atipico per Simenon, anche se “cambiando l’ordine dei generi la tecnica narrativa non cambia”. Infatti pur non essendo uno dei suoi libri polizieschi, c’è comunque una scomparsa. La vita del signor Cardinaud, abituato alle sue “rotaie borghesi” che lo indirizzano verso consuetudini quotidiane e gesti ripetitivi e abitudinari, viene scossa fin nelle fondamenta da un evento imprevisto che gli serve anche per riconsiderare tutta la propria vita passando in rassegna i (finti) rapporti che intrattiene con parenti, colleghi e amici. Si trova di fronte ad un bivio: abbandonare il campo e rassegnarsi, lottare fino alla fine per riconquistare ciò che è suo. Un romanzo di formazione per un uomo adulto con tanto di tesi-antitesi e sintesi di hegeliana memoria, perché il protagonista che “nel frattempo si1 era dimenticato di vivere” nel ritornare alla sua vita (da vincitore o da sconfitto?) avrà acquisito una maggiore consapevolezza e una nuova forza provenienti paradossalmente dall’esperienza negativa. Un romanzo che mette in luce anche i limiti del perbenismo borghese sotto cui si nasconde ipocrisia e meschinità. Sempre piacevole leggere Simenon.

  • User Icon

    walbo63

    17/05/2020 15:33:25

    La capacità di Simenon di descrivere lo stato umano, la dignità ma anche la vergogna consapevole e l’imbarazzo celato sono uniche e irrinunciabili. A me Poi colpisce sempre la descrizione degli ambienti e dei luoghi, che mi sembra di visitare e vivere. Insomma anche questo un libro da non perdere, tra i migliori che ho letto.

  • User Icon

    Mara

    17/05/2020 09:26:56

    Un romanzo che parla di ascesa sociale ed economica, ma è anche un assist alle solite riflessioni più ampie sulla vita in generale che lo scrittore introduce sempre, e con grande maestria, in tutte le sue opere letterarie. Un Simenon che non delude anche se non tocca, in questo romanzo, i suoi capolavori assoluti.

  • User Icon

    Mara

    17/05/2020 09:14:42

    Il grande scrittore Simenon è una garanzia di qualità, e il libro “Il signor Cardinaud” è sicuramente un ottimo romanzo per cominciare ad apprezzare questo scrittore. Si alterna una sfaccettatura puramente psicologica ad un travaglio amoroso che coinvolge e coinvolgerà il lettore fino all'ultima pagina.

  • User Icon

    nala

    16/05/2020 19:52:14

    Il celebre e prolifico autore belga, in questo straordinario romanzo d’atmosfera, racconta senza una parola di troppo e un aggettivo di meno, la consapevole discesa all’inferno di un uomo che si è fatto da solo e per questo si è meritato il rispetto dei suoi concittadini. Hubert Cardinaud, figlio di un cestaio, si è guadagnato la rispettabilità diventando un distinto impiegato che lavora con scrupolo e alacremente, passeggiando la domenica dopo la messa con suo figlio, comprando le paste e scambiando saluti e convenevoli non solo con le persone del quartiere, che lo avevano conosciuto bambino o giovanotto, ma anche con personaggi importanti della zona, come il notaio Bodet, il vicesindaco, il proprietario della fabbrica del ghiaccio.

  • User Icon

    Romina

    15/05/2020 16:21:14

    L’amore di una persona non ancora quindicenne e poi la ricerca del suo posto nel mondo. Sono gli elementi che mi hanno avvinta in questa lettura. Lo stile sobrio, dosato e mai banale fa di questo libro un piacevole diversivo in queste lunghe giornate casalinghe.

  • User Icon

    Mattia

    15/05/2020 13:14:04

    Sono i colpi di scena a caratterizzare questo romanzo cristallino in cui affiorano le debolezze del signor Cardinaud, un uomo come tutti noi. Quale sarà il motivo del malessere della moglie? Dopo un poco di tempo, l’ho capito anche io. Perfetta idea regalo.

  • User Icon

    Federica

    15/05/2020 06:40:21

    Tristemente, magistralmente Simenon. Un amore che non è amore, una ferita che resta ma che si tenta di ricucire in un mondo dove, come nel nostro, conta più l'apparire che l'essere. Simenon non delude mai, anche quando racconta il dolore, anche quando minore è la suspence, più forte la passione.

  • User Icon

    Anita

    14/05/2020 16:26:00

    Quando esce un nuovo "romanzo duro" di Simenon non leggo neanche la trama, lo acquisto e aspetto impaziente di poterlo leggere. Non delude mai, sempre consigliato

  • User Icon

    massimo rago

    14/05/2020 13:20:11

    SIM è una garanzia ed è sorprendente come riesca a raccontare storie all’apparenza banali con tanta capacità di coinvolgimento. Un personaggio anonimo o perfino antipatico riesce simpatico per la sua tenacia , guarda un po’...

  • User Icon

    parigi

    14/05/2020 12:05:55

    Forse non sono sereno perché amo alla follia George Simenon. E continuo a sostenere che Maigret (altro folle amore) gli ha dato la ricchezza e la fama immortale, ma l'ha privato del Nobel. Questo "ennesimo" affresco minimo di vita della provincia francese è perfetto manifesto per l'autore. Scritto mirabilmente, caratteri splendidamente delineati, ambiente descritto con realismo fotografico. Non sarà il suo capolavoro, ma conosco pochi scrittori che saprebbero far meglio.

  • User Icon

    antimo

    13/05/2020 20:19:16

    Mi aspettavo onestamente di più. non è male ma non mi ha fatto impazzire.

  • User Icon

    JUNIO

    13/05/2020 17:44:39

    Sicuramente non il miglior Simenon ma sempre piacevole. Il protagonista, un personaggio particolare che vive una realtà canonica, prestabilita, socialmente accettabile...... fino a quando tutto cambia e ció che era solido, sicuro, diventa incerto e fuggevole.

  • User Icon

    mus117

    13/05/2020 15:51:48

    un bel romanzo scritto con il suo tipico strepitoso stile , l'atmosfera e i personaggi sono i soliti di simenon, di cui non ci si stanca mai.

  • User Icon

    massimo

    12/05/2020 17:20:02

    Solito Sim senza raggiungere i vertici di La neve era sporca o Le finestre di fronte

  • User Icon

    Maro Brixianus

    12/05/2020 11:21:55

    Leggendo Simenon non si può non concordare sul fatto che fosse uno scrittore abile e consumato. Quel che imbastisce scorre sempre alla perfezione. Sa sempre come svolgere la matassa, come accelerare o rallentare la narrazione, gestire il colpo di scena e creare l'attesa per il successivo. E anche qui non si smentisce: una lettura appassionante e molto ben strutturata, che mi è piaciuta soprattutto per le atmosfere di tranquilla provincia francese nella quale si muove il protagonista, Hubert Cardinau. Costui vede la sua vita monotona, felicemente composta, ben organizzata saltare a gambe all'aria per un imprevisto inspiegabile. La cara e docile moglie forse covava un malessere di fondo?

  • User Icon

    ana95

    12/05/2020 10:41:44

    Un racconto lungo cristallino. I personaggi delineati con la consueta sapienza, il signor Cardinaud uno di noi, con le sue debolezze, la sua muta ostinazione nel voler portare a termine la propria discutibile missione. Contribuisce indubbiamente alla formulazione di questo giudizio entusiastico il fatto che abbia letto questo ebook perlopiù di notte, nei risvegli agitati di questa quarantena in cui il calendario segna 25 aprile ma nell'anima è novembre. Simenon indaga nella psiche più intima del protagonista, regalandoci verità e amarezza, lo consiglio davvero.

  • User Icon

    Alino

    11/05/2020 16:52:36

    Il signor Cardinaud non rappresenta uno dei capolavori di Simenon, però contiene tutti gli ingredienti dei non Maigret: una parvenza di empatia per il personaggio, una storia "minima" ma frequente ed universale, la prosa inarrivabile. Ovviamente non rapprenta un capolavoro se riferito a Simenon, anche se moltissimi autori si sognerebbero un libro simile!

  • User Icon

    Wilfred

    11/05/2020 15:45:41

    Consigliato

  • User Icon

    max

    29/03/2020 08:45:26

    Quest’uomo non ne sbaglia una!

Vedi tutte le 34 recensioni cliente
  • Georges Simenon Cover

    Romanziere francese di origine belga. La sua vastissima produzione (circa 500 romanzi) occupa un posto di primo piano nella narrativa europea. Grande importanza ha poi all'interno del genere poliziesco, grazie soprattutto al celebre personaggio del commissario Maigret. La tiratura complessiva delle sue opere, tradotte in oltre cinquanta lingue e pubblicate in più di quaranta paesi, supera i settecento milioni di copie. Secondo l'Index Translationum, un database curato dall'UNESCO, Georges Simenon è il quindicesimo autore più tradotto di sempre. Grande lettore fin da ragazzo in particolare di Dumas, Dickens, Balzac, Stendhal, Conrad e Stevenson, e dei classici. Nel 1919 entra come cronista alla «Gazette de Liège», dove rimane per oltre... Approfondisci
Note legali
Chiudi