Categorie

John R. R. Tolkien

Curatore: M. Respinti, C. Tolkien
Traduttore: F. Saba Sardi
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 682 p. , Brossura
  • EAN: 9788845272400

13° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Fantasy

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giulio

    06/03/2017 16.43.48

    Stupendo!

  • User Icon

    Il Cinefilo

    23/01/2014 16.11.16

    Iniziato nel 1917, e preso in mano da Tolkien per tutta la vita, "Il Silmarillion" può essere considerato la summa perfetta dell'opera tolkieniana, un monumento letterario unico nel suo genere di grandissimo impatto immaginifico e narrativo e una biblica cosmogonia del fantasy. Non è un libro di facile lettura, a causa di un linguaggio particolarmente ricercato e di un notevole numero di nomi di personaggi e luoghi che si intrecciano all'infinito nel corso di tutto il romanzo, ma uno dei motivi per cui bisogna leggere "Il Silmarillion" sta nella presenza di alcune delle immagini più impressionanti di tutta la letteratura di Tolkien (eserciti di uomini ed elfi in lotta contro sterminate armate di draghi e demoni; lo spietato ragno gigante Ungoliant che distrugge i Due Alberi Sacri?). Quest'opera, tuttavia, è importante perché narra le origini della Terra di Mezzo, ed è proprio qui che si comprendono nella propria essenza molti dei concetti e dei personaggi presenti nelle opere successive dell'autore come "Il Signore degli Anelli" e "Lo Hobbit". Alternate a sequenze dal sapore spettacolare, sono presenti anche digressioni di un lirismo emotivo inarrivabile (la struggente storia d'amore di Beren e Luthien) tutte narrate in un modo epico e superbo che scuote il cuore, apre la mente, e rimane marchiato a fuoco nella memoria del lettore. Fondamentale e immancabile.

  • User Icon

    werther83

    26/03/2013 18.35.58

    In effetti non è una lettura facile e scorrevole,questo è da dire, i nomi sono tanti, e non è un romanzo, ma ha veramente il pregio che se si riesce ad entrare nello spirito giusto ha un potere evocativo molto forte, come fosse un libro rivelativo di antiche leggende, della genesi, nel vero senso della parola, di come tutto quel mondo è venuto alla luce, partendo proprio da un consesso di divinità; non lo trovo molto dissimile (scusate il paragone improprio ma è da fare) al testo del "Corpus Hermeticum"!!! Se volete leggerlo vi sarà di aiuto la sinossi che c'è su wikipedia, così avete già un infarinatura di cosa accade nel libro!!! Io vi consiglio di leggerlo!!!!

Scrivi una recensione