Silver Voice

Direttore: Bramwell Tovey
Interpreti: Katherine Bryan
Supporto: SuperAudio CD
Numero dischi: 1
Etichetta: Chandos
Data di pubblicazione: 9 novembre 2017
  • EAN: 0095115521120
pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

€ 26,90

Venduto e spedito da IBS

27 punti Premium

Disponibile in 10 gg

Quantità:
Descrizione
Georges Bizet (1838-1875):
Fantasia da Carmen
Antonín Dvorák (1841-1904):
Canto alla luna (Rusalka)
Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791):
Dove sono i bei momenti (Le nozze di Figaro); Fantasia su Il flauto magico
Giacomo Puccini (1858-1924):
O mio babbino caro (Gianni Schicchi); Un bel dì vedremo (Madama Butterfly)
Charles Gounod (1818-1893):
Ah, je ris de me voir (Aria dei gioielli; Faust); Je veux vivre (Roméo et Juliette)
George Gershwin (1898-1937):
Summertime (Porgy and Bess)
Léo Delibes (1836-1891):
Duetto dei fiori (Lakmé)
Franz Lehár (1870-1948):
Canzone della Vilja (La vedova allegra)
Con il suo primo disco registrato per la Chandos, la straordinaria flautista Katherine Bryan conduce gli appassionati alla scoperta delle relazioni che legano il suo strumento alla voce umana, eseguendo una vasta antologia delle più famose arie del repertorio operistico, che spazia ecletticamente da Le nozze di Figaro di Mozart a Madama Butterfly di Puccini e a Porgy and Bess di Gershwin. Registrate in surround sound con la tecnologia più avanzata oggi disponibile, queste intense e brillanti interpretazioni vedono la Bryan accompagnata da Bramwell Tovey, direttore che si è aggiudicato di recente i prestigiosi Grammy e Juno Award, e dalla Orchestra of Opera North, la compagine operistica più importante dell’Inghilterra settentrionale, che si conferma perfettamente adatta a questo genere di repertorio. Come ha dichiarato la stessa Bryan: «Con questo disco ho voluto dimostrare quanto il suono del flauto e la voce umana siano vicini e come – per mezzo delle risorse del mio strumento – sia in grado di esprimere il carattere e il sentimento di arie diversissime tra loro, allargando i confini di quello che il flauto è in grado di fare come strumento solista».