Sin City di Robert Rodriguez,Frank Miller,Quentin Tarantino - DVD

Sin City

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 19,00

Venduto e spedito da ModenaCinema

Solo 1 prodotto disponibile

spedizione gratuita

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 4,99 €)

Nella violenta Sin City si intrecciano le storie di vari personaggi: Harrington, un poliziotto con un problema cardiaco, che ha giurato di proteggere la spogliarellista Nancy; Marv, un misantropo reietto la cui unica missione è vendicare la morte del suo amore Goldie; Dwight, l'amore clandestino di Shelley, che trascorre la notte a difendere Gail e le sue ragazze di Old Town da Jackie, un duro con una spiccata inclinazione alla violenza. Tratto dall'omonimo romanzo grafico di Frank Miller.
3,8
di 5
Totale 70
5
39
4
8
3
5
2
6
1
12
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Travis Bickle

    04/10/2010 18:52:56

    Ma l'avete visto davvero? Capisco che non sia per tutti i palati, ma dare 1 o 2 a questo splendido film è assurdo. Io lo adoro e lo trovo assolutamente geniale.

  • User Icon

    Jorgen

    04/05/2010 21:38:29

    Film interessante ma che non sfrutta abbastanza il suo potenziale. Sembra proprio che l'unico intento di Robert Rodriguez sia quello di mostrare ultraviolenza in continuazione, scimmiottando Quentin Tarantino, ma il risultato è blando. Non è nè un film provocatorio, nè un vero e proprio giallo, nè un film-fumetto, semplicemente l'ennesimo componente di una serie interminabile di B movies che adesso fanno tanta tendenza. Ma il vero pulp è ben altra cosa...

  • User Icon

    the joker

    23/11/2009 18:56:23

    3 su 5 per l'idea del regista del bianco e nero con spruzzi di colore e per l'interpretazione degli attori...molte cose sono troppo violente e altre sono senza senso.."Se riesci a convincere tutti di ciò che in cuor loro sanno essere falso, li tieni per le palle"..forse il messaggio che Miller voleva mandare sta in questa frase..che secondo me è quello che pensano molti politici

  • User Icon

    Estelgard

    28/10/2009 08:43:44

    Un fot@#*o capolavoro come direbbero Frank Miller e Tarantino insieme! La storia non si discute perchè la graphic novel è grandiosa, ma in più il film rende benissimo l'atmosfera originale e gli effetti visivi sono a dir poco eccezionali. Ovviamente possono esserci giudizi più bassi perchè a non tutti piace questo genere, ma le critiche da 1/5 sono assolutamente da cestinare, perchè sono fatte da gente che non ama il tipo di film (anzi forse ha proprio un'avversione per esso) e vuole coprire di fango attori, registi e sceneggiatori. Naturalmente si devono astenere dalla visione coloro che non sopportano effetti truculenti, violenza e ambientazioni dark con un tocco di grottesco, ma per il resto il film è un innegabile successo (confermato anche dalla critica mondiale).

  • User Icon

    Euge

    23/05/2009 16:20:39

    la prima ora si guarda un pochino a fatica, la seconda invece scorre molto più agilmente. è un po' splatter, ma, se è nuova, è originale l'idea di dirigere un film come se fosse un fumetto. Clive Owen è odioso, così come il fatto che riesca sempre in quaslche modo a salvarsi, a discapito del + simpatico Benicio. Bisogna guardarlo con attenzione: perchè questi efferati delitti in connivenza con gli alti poteri, sono reali, vedi per esempio in Italia il mostro di Firenze. questa è la morale.

  • User Icon

    Stefano

    02/03/2009 18:31:05

    Non posso davvero leggere i commenti di chi ha dato meno di 5 stelle a questo film!!!!!!!!!! Nessuno di quelle persone ha avuto la minima decenza di, non dico leggere, ma almeno sfogliare la grafic novel... tutta la violenza che viene mostrata nel film, viene ampiamente mostrata anche nel fumetto originale!!!!!!!!! quindi se la vostra immensa sensibilità è stata turbata... avreste tranquillamente potuto evitare di guardare questo film... come si suol dire... la legge non ammette ignoranza!!!! questo è, e deve essere un film crudo, violento e degenerato, come lo è in "realtà" la città di SIN CITY!!!!!. CAPOLAVORO DEL SUO GENERE!!!! DA GUARDARE E RIVERERE!!!!!!!!!!!

  • User Icon

    Stefano

    10/09/2008 15:51:34

    un film geniale! poche parole... davvero geniale! un fumetto al cinema... non credevo si potesse arrivare a questi livelli! Bello in tutto e per tutto!

  • User Icon

    Jacopo Arca

    02/06/2008 19:12:34

    un consiglio a tutti coloro che commentano su tesi morali/amorali: Sin city è di Frank Miller, non un prodotto della sociatà moderna/consumistica; questo è lo stile di un autore /artista del fumetto, unico nel suo campo. Il film è identico al fumetto, e per questo può non piacere, i ritmi sono appunto quelli di una graphic novel. Da gustare sapendo di guardare qualcosa di diverso.

  • User Icon

    Kurt619

    24/03/2008 15:19:12

    Film discreto che tenta di gettarsi sulla filosofia post-moderna, ma non vi riesce molto bene.

  • User Icon

    Gino Perfetti

    07/01/2008 15:03:48

    Prima di esprimere il mio parere premetto il mio assoluto rispetto verso la sensibilita' e l'opinione di tutti quelli che lo leggeranno. Purtroppo non sono riuscito a vedere la fine di questo film. Le scene di violenza mi hanno inorridito a tal punto che ho dovuto interromperne la visione. Non ne capivo il fine ne' quali fossero i possibili messaggi insiti nel contenuto. Al di la' di ogni giudizio sul film sono molto rattristato.Oramai sembra che tutto abbia perso il senso della misura e del buon gusto. E che non si possa piu' spendere il tempo riservato all'evasione in modo costruttivo e sereno. Ne ho discusso con alcuni amici che hanno trovato la mia opinione scandalosa ed inaccetabile. Questo mi fa capire come oramai la sensibilita' di molti sia assuafatta ad ogni tipo di impatto violento. E che per risvegliare un orecchio critico assordato occorra suonare sempre piu' forte.Questo lo sivede non solo nel cinema, ma anche nel mondo dell'arte, dove al posto della bellezza si trovano oramai bestie macellate e manichini impiccati.Il tutto in una ricerca di provocazione sempre piu' estrema e senza soluzione di continuita'. Spero che col tempo si riscopra una diversa forma di creativita'.

  • User Icon

    Dino Venturi

    24/12/2007 20:18:48

    Sin City è un'idea riuscita male, niente di più. Non è mia intenzione criticare il genere hard-boiled, è piuttosto la trasposizione di un graphic novel che non mi convince. Mentre l'essenzialità dei dialoghi, la cura di singole scene possono essere la forza di un fumetto, in un film di circa due ore questo è un limite insopportabile. Un esempio per tutti: la voce monocorde fuori dal campo, dopo soltanto una mezz'ora finisce per diventare la parodìà di se stessa, togliendo suspance all'azione, anziché accrescerla. La trama è costituita da tre storie indipendenti davvero parecchio sciatte e lo stesso dicasi per i pratagonisti, tutti anti-eroi cinici, squallidi, falliti, dei quali è impossibile decifrare il senso dei loro insulsi e nevrotici monologhi. Attenzione: non intendo criticare i personaggi in sé, ma soltanto la loro rappresentazione (a chi volesse vedere un capolavoro che ha per protagonista soggetti del genere, consiglio 'Taxi Driver' di Martin Scorsese). Insomma, capisco che questo film possa essere apprezzato per la fotografia, per il bianco e nero, per l'originalità, e che possa piacere gli amanti dei fumetti. Ma per favore: non parlate di capolavoro! Ai cinefili veri conviene orientarsi altrove.

  • User Icon

    Slash

    08/11/2007 01:12:06

    Eccessivo in tutto,crudo e violento sino all'inverosimile,ma a suo modo geniale,con un cast decisamente azzeccato ed una storia dagli incastri perfetti.Girato con delle tecniche interessanti,ma decisamente non per tutti i palati.

  • User Icon

    Luca Ballati

    20/10/2007 11:49:54

    Fra i registi non c'è niente da sprecare dato che si tratta di incapaci

  • User Icon

    Luca Ballati

    27/09/2007 18:09:58

    Solo alcuni attori sono sprecati, ma i registi no sono tutti degli incapaci

  • User Icon

    Luca Ballati

    23/09/2007 18:32:26

    Film davvero molto brutto, alcuni attori sono sprecati, i registi sono, tutti e tre incapaci

  • User Icon

    Luca Ballati

    24/07/2007 01:49:43

    Bruttissimo, voevo anche dire a HULK che invece di andare a criticare i film del grande Pasolini farebbe meglio a recensire natale a new york

  • User Icon

    HULK

    19/06/2007 14:04:31

    Alle solite quando un film divide..secondo me è valido. Amo i fumetti, ora la trasposizione è realistica al massimo, anche se....'I fumetti servono per portare di nuovo il pubblico al cinema'. Una dele tante 'perle' sfornate dai nostri intellettuali della magna Grecia. La recente polemica di Tarantino poi ha acceso polemiche, tra quattro gatti. Visto che il cinema di cui ha nostalgia è quello dei Di Leo, Bava, Etc. Il cinema di genere, popolare. Il acpolavoro Diabolik di Mario Bava ha quarant'anni. Ma il sicofante Tullio 'Il film più brutto dell'anno'. Sin City è bello, duro, come il fumetto da cui nasce. La 'Moralità' con il cinema ha poco a che fare, sta proprio nelle sua (a)moralità, come spesso accade nel cinema di Jon Milius, dove sta il bene? Dove il Male? Vedere l'ultimo Scorsese.

  • User Icon

    JD

    14/06/2007 14:34:08

    Uno spreco di talento,nient'altro(sia dei registi che del folto cast).Il pubblico si è fatto abbindolare dall'elegante fotografia,l'uso dei colori alternativi(pretesto ipocrita per mettere in scena ogni tipo di efferratezza e passare la censura indenni),e le straviste sequenze d'azione.Ma cosa c'è dietro tutto questo?Il solito strarisaputo tema della vendetta,ossessiva e del tutto priva di passione,come il film in generale.Dulcis in fundo,tante bellezze in campo e niente sesso(come al solito!).Come epitaffio per il cinema americano può essere anche apprezzato,non certo per altro.Ennesimo tentativo(fallito)di rilanciare Rourke,che quasi riprende le sembianze di "Johnny il bello".Nostalgia dei bei tempi andati?

  • User Icon

    Drachen

    11/06/2007 09:34:00

    non capisco cosa c'entri la morale col cinema. smettiamola di tirare in ballo cose che non c'entrano nulla... ma quanto perbenismo inutile! Sin City è un film fumettistico ma allo stesso tempo ha dei tocchi di genialità cinematografica che solo Tarantino e Rodriguez potevano dare senza snaturare il fumetto di Miller. film grandioso.

  • User Icon

    anton

    25/05/2007 18:44:32

    sono d'accordo con chi ha scritto che chi ha dato un voto negativo a questo film non capisce nulla, questo non e' cinema, e' arte vera e propria, l'ho visto 3 volte e non mi stancherei di vederlo ancora. regia stupenda partorita da un genio, su questo nessun dubbio, il cast? inutile commentarlo. Senza rancore, un film del genere non puo' essere compreso da tutti, immaginate giudicarlo.

Vedi tutte le 70 recensioni cliente

2006 - MTV Movie Awards - Interpretazione più sexy - Alba Jessica

  • Produzione: Buena Vista Home Entertainment, 2011
  • Distribuzione: The Walt Disney Company Italia
  • Durata: 126 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Inglese per non udenti; Italiano
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: dietro le quinte (making of)
  • Quentin Tarantino Cover

    Propr. Q. Jerome T., regista e sceneggiatore statunitense. Autore tra i più influenti degli anni '90, a dispetto di una filmografia esigua è circondato da un alone di culto che ne fa uno dei registi più imitati e saccheggiati del cinema contemporaneo. Dopo aver lavorato a lungo in una videoteca dove ha modo di nutrire la sua onnivora e vorace passione cinefila, esordisce con Le iene (1992), straordinario ingranaggio narrativo incentrato su una rapina e sulle sue sanguinose conseguenze: vagamente ispirato nella struttura a Rapina a mano armata (1956) di S. Kubrick e provocatoriamente giocato sull'ellissi della scena-madre (la rapina non si vede mai), il film brilla per lo straordinario equilibrio tra macabra ironia e senso dell'efferatezza e per la attenta investigazione sul tema del tradimento.... Approfondisci
  • Bruce Willis Cover

    Propr. Walter B. W. Attore statunitense. Ex suonatore di armonica a bocca, ex barista ed ex guardiano notturno in una centrale nucleare, viene lanciato a metà degli anni '80 dalla serie televisiva Moonlighting ed esordisce nel cinema nel 1987 nella commedia Appuntamento al buio di B. Edwards. Diventa improvvisamente la nuova icona del cinema d'azione interpretando il detective MacClane in Trappola di cristallo (1988) di J. McTiernan, film teso ed esemplare nel quale unisce alla perfezione muscoli, cervello e una discreta ironia. Nel 1990 è ancora MacClane nel mediocre 58 minuti per morire di R. Harlin e uno spietato e alcolizzato giornalista in Il falò delle vanità di B. De Palma. Ormai consacrato come uno dei più apprezzati divi hollywoodiani, torna a toni più leggeri con Hudson Hawk - Il... Approfondisci
  • Mickey Rourke Cover

    "Nome d'arte di Philip Andre R. jr., attore statunitense. Dopo una fugace apparizione in 1941 - Allarme a Hollywood (1979) di S. Spielberg, il vero e proprio esordio è in I cancelli del cielo (1980) di M. Cimino. Ancora comprimario in originali opere prime (Brivido caldo, 1981, di L. Kasdan; A cena con gli amici, 1982, di B. Levinson), il personaggio dell'outsider spirituale e martire «Motorcycle Boy» di Rusty il selvaggio (1983) di F.F. Coppola, lo lancia in una girandola di ruoli da protagonista, a cominciare dalla coppia istrionica con E. Roberts di Il Papa di Greenwich Village (1984) di S. Rosenberg e dalla tragicità solitaria e violenta di L'anno del Dragone (1985) di M. Cimino. Il successo dell'erotismo patinato di Nove settimane e mezzo (1986) di A. Lyne, malamente ripreso in Orchidea... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali