Sinfonia n.14

Compositore: Dmitri Shostakovich
Direttore: Vasily Petrenko
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Naxos
Data di pubblicazione: 28 marzo 2014
  • EAN: 0747313313273
pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

€ 10,50

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 4 gg lavorativi

Quantità:
Descrizione

Sinfonia n.14 per soprano, basso, orchestra d’archi e percussioni op.135
In occasione della sua prima esecuzione assoluta avvenuta nel giugno del 1969, Shostakovich descrisse la sua Sinfonia n.14 – che sotto l’aspetto formale potrebbe essere definita in maniera più corretta come un ciclo di opere vocali con accompagnamento orchestrale – «una strenua lotta combattuta per la liberazione dell’umanità […] Una grande protesta contro la morte e un monito a condurre una vita onesta, dignitosa e nobile». Intenzionato in un primo tempo a scrivere un oratorio, Shostakovich mise poi in musica undici testi poetici legati al tema della mortalità – e in particolare alla morte ingiusta e prematura – per due cantanti accompagnati da un’orchestra d’archi e da una formazione di percussioni. Il risultato fu un’opera vigorosa e dai toni molto commoventi, che esprime con straordinaria profondità l’atteggiamento del grande compositore russo nei confronti dell’ultimo episodio della vita terrena di ogni uomo. Questo disco costituisce il penultimo volume dell’integrale delle sinfonie di Shostakovich portata avanti dal giovane direttore russo Vasily Petrenko, che dal 2009 ricopre l’incarico di direttore principale della Royal Liverpool Philharmonic Orchestra. I primi volumi di questa straordinaria integrale hanno fatto letteralmente incetta di premi della critica internazionale, ottenendo riconoscimenti di grande prestigio dal Sunday Times, da Gramophone, dall’International Record Review, da Fanfare, dal BBC Music Magazine e molte altre riviste specializzate.

Nominato nel settembre del 2009 direttore principale della Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, Vasily Petrenko ha stretto con la formazione inglese un legame fortissimo, come si può notare nella sua splendida integrale delle sinfonie di Shostakovich.